Vitamine

Il termine vitamina fu coniato da Casmir Funk nel 1911 a proposito della tiamina, per indicare che questo composto era indispensabile alla vita e la sua struttura comprendeva un gruppo amminico. Il termine fu poi esteso a tutte le sostanze appartenenti a questa categoria.

Le vitamine costituiscono un insieme eterogeneo di composti organici indispensabili per la crescita, l'integrità delle cellule e per il corretto svolgimento dei processi metabolici.

Hanno le seguenti caratteristiche:

  • non hanno calorie;
  • agiscono in dosi molto basse (da meno di 1 mg a 100 mg al giorno);
  • sono sostanze essenziali (è indispensabile introdurle con gli alimenti).

Oltre alle azioni specifiche, le vitamine svolgono alcune funzioni comuni:

  • agiscono come fattori di crescita (A, D gruppo B, C);
  • rafforzano le strutture nervose (B1, B6, B12, PP, C);
  • aumentano la resistenza alle infezioni (A, B6, B12, C);
  • proteggono le cellule dai danni dei radicali liberi (A, E, C);
  • proteggono dall'insorgenza dei tumori (A, E, C);
  • proteggono pelle e mucose (A, B2, B6, B9, PP).
Vitamine

Le vitamine possono essere riprodotte in laboratorio poiché se ne conosce l'esatta composizione chimica.

Esse si dividono, in base alla loro solubilità, in:

  • idrosolubili (gruppo B e C);
  • liposolubili (A, E, D, K).

Le vitamine idrosolubili si sciolgono in acqua e un loro eventuale eccesso viene smaltito facilmente. Le vitamine liposolubili, al contrario, si accumulano nel tessuto adiposo e possono causare problemi di salute dovuti a una assunzione eccessiva. Quest'ultima ipotesi è molto rara e si può verificare in pratica solo a causa di un abuso di integratori ad alto dosaggio, peraltro proibiti nella comunità europea.

 

 

Le carenze vitaminiche nei paesi industrializzati non sono così infrequenti come si potrebbe pensare. Se è vero che le malattie da ipovitaminosi (pellagra, scorbuto) sono scomparse, è verosimile che le carenze "moderne", come quella da vitamina E, possono farsi sentire solo a lungo termine (insorgenza precoce di tumori e malattie cardiovascolari, invecchiamento precoce).

Articoli sulle vitamine

Vitamina A (retinolo)

La vitamina A protegge e favorisce la crescita di pelle, mucose, ossa e denti. Favorisce la visione nelle ore crepuscolari, è antiossidante e protegge dai pericolsi radicali liberi responsabili del precoce invecchiamento della pelle. - Fotofobia; - Abbassamento della vista; - Congiuntivite; - Inappetenza - Stanchezza; - Disturbi del fegato. ...

 

Vitamina B1 (tiamina)

La vitamina B1 prende parte al processo di trasformazione dei carboidrati in energia e ha un ruolo importante nella trasmissione degli impulsi nervosi ai muscoli. La vitamina B1 è utile per i fondisti e per i soggetti molto emotivi. - Aritmia cardiaca; - Difficoltà di concentrazione; - Perdita del sonno e dell'appetito; - Disturbi della ...

 

Vitamina B12 (cianocobalamina)

La vitamina B12 è necessaria per il metabolismo delle proteine, grassi e carboidrati e favorisce la produzione di globuli rossi da parte del midollo osseo. - Anemia; - Rischio elevato di aborto; - Scarso tono muscolare; - Depressione. 2,2 mcg sia per i maschi che per le femmine adulti. Sopra i 5 mcg al giorno si manifestano acne e allergie. Si copre ...

 

Vitamina B2 (riboflavina)

La vitamina B2 è indispensabile per mantenere in buona salute unghie, pelle e capelli. Agisce in sinergia con altre vitamine del gruppo B per trasformare gli alimenti in energia utilizzabile dall'organismo. - Stanchezza; - Irritazione delle mucose; - Pelle screpolata e infiammata. 1,7 mg per i maschi adulti; 1,3 per le femmine. Presa in megadosi ...

 

Vitamina B3 (niacina)

Analogamente alla B2, la vitamina B3 partecipa alla produzione di energia. E' anche importante per il funzionamento di stomaco, intestino e sistema nervoso e per l'ossigenazione del sangue. - Vertigini; - Pelle screpolata e infiammata; - Perdita dell'appetito; - Alterazione delle mucose. 18 mg per gli uomini adulti; 14 mg per le donne. A partire da ...

 

Vitamina B5 (acido pantotenico)

La vitamina B5 ha un ruolo importante nel metabolismo di proteine, carboidrati e grassi e nella formazione di ATP ( il carburante elementare dei muscoli), fonte di energia per i muscoli. Indispensabile per combattere le infezioni. Sensazione di spossatezza fisica. 6 mg negli adulti sani. Reazioni allergiche e diarrea solo in caso di megadosaggi di ...

 

Vitamina B6 (piridossina)

La vitamina B6 è la più importante per gli atleti perché indispensabile nella costruzione del tessuto muscolare e anche perché facilita la liberazione del glicogeno dai muscoli e regola l'equilibrio tra sodio e potassio.   - Inappetenza; - Disturbi intestinali; - Stanchezza; - Problemi di crescita. 1,5 mg per i maschi ...

 

Vitamina B9 (acido folico)

Con il termine folati si designa un gruppo di sostanze chimicamente e nutrizionalmente riferibili all’acido folico (acido pteroil glutannico). L'acido folico o vitamina B9 è utilissimo agli sportivi perché contribuisce a scindere le proteine in aminoacidi; favorisce inoltre la sintesi degli acidi nucleici e la produzione di globuli ...

 

Vitamina C (acido ascorbico)

La vitamina C è fondamentale per la formazione e il mantenimento del collagene; aiuta ferite e ustioni a rimarginarsi, limita i danni delle rotture dei capillari causate dall'attività sportiva. È antinfiammatoria, antiossidante e rinforza il sistema immunitario. - Facilità alle infezioni; - Mancanza d'appetito; - Stanchezza; ...

 

Vitamina D (calciferolo)

La vitamina D è contenuta soprattutto nei grassi animali (ma viene sintetizzata anche dalla pelle esposta al sole) regola il metabolismo del fosforo e del calcio, favorendo la calcificazione delle ossa e impedendo l'insorgere di crampi muscolari; favorisce inoltre un miglior utilizzo degli aminoacidi. - Nei bambini, malformazione delle ...

 

Vitamina E (tocoferolo)

La vitamina E è importantissima per lo sportivo perché rinforza le membrane muscolari, è un diuretico fisiologico che regola la pressione del sangue e aumenta l'apporto di ossigeno ai globuli rossi. È inoltre un potente antiossidante. - Deperimento dei muscoli; - Disturbi della digestione; - Allergie. 12 mg sia per i maschi ...

 

Vitamina H (biotina)

La vitamina H è presente negli alimenti e può essere sintetizzata anche dai batteri intestinali. Contribuisce alla produzione di ATP (il carburante elementare dei muscoli) ed è indispensabile all'accrescimento del volume cellulare. - Bloccando la sua sintesi appaiono sintomi come alterazioni cutanee; - Dolori muscolari; - Spossatezza. ...

 

Vitamina K

La principale funzione della vitamina K è legata alla coagulazione del sangue. - Le ferite si rimarginano molto lentamente; - Frequentemente sanguinano le gengive. Per i maschi adulti 80 mcg; per le femmine 65. Reazione allergiche della pelle, ma solo in caso di assunzione di vitamina K non attraverso l'alimentazione, per esempio tramite iniezione. ...

 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Emulsionanti

Gli emulsionanti sono additivi utilizzati principalmente per stabilizzare nel tempo alimenti che contengono grassi, e prodotti da forno come colombe e panettoni.


Additivi miglioratori della farina

Gli additivi o miglioratori della farina sono sostanze in grado di accelerare la maturazione della farina al fine di renderla maggiormente adatta alla panificazione.


Polifosfati

I polifosfati sono additivi utilizzati in svariati alimenti, spesso a sproposito, e hanno una certa criticità dal punto di vista degli effetti sulla salute.


Addensanti (additivi alimentari)

Gli addensanti sono additivi alimentari utilizzati per assicurare agli alimenti determinate caratteristiche fisiche, come aspetto, consistenza, stabilità nel tempo.

 


Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA)

Gli Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA) sono sostanze cancerogene che si sviluppano a causa delle alte temperature e quindi anche nella preparazione di svariati alimenti.


Valeriana o songino

Valeriana: un tipo di lattuga da non confondersi con la valeriana officinalis. Scopriamo le sue proprietà e come utilizzarla in cucina.


Diossine e PCB: cosa sono e come difendersi dai rischi alimentari

Le Diossone e i PCB sono tra i contaminanti ambientali e alimentari più pericolosi: ecco come arrivano nel cibo e come evitarli.


Vini Supertuscan

Supertuscans: i grandi vini rossi toscani che hanno deciso di fare a meno delle denominazioni Doc e Docg.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.