Montenegro (amaro)

Il Montenegro, o Amaro Montenegro, è un liquore digestivo alle erbe che viene prodotto fin dal 1885 e si è affermato in Italia come l'amaro più conosciuto e consumato dopo i pasti, generalmente come "ammazzacaffè", a conclusione di una cena o un pranzo abbondanti.

Il Montenegro è diffuso anche all'estero, un po' in tutto il mondo. La sede produttiva e commerciale è a Zola Predosa, un comune vicino Bologna.

Storia dell'Amaro Montenegro

L'ideatore dell'Amaro Montenegro fu Stanislao Cobianchi, figlio di una nobile famiglia bolognese che voleva per lui una carriera ecclesiatica. Stanislao, per sfuggire al suo destino, emigrò in Montenegro, dove conobbe un liquore locale, chiamato karik, e quando tornò in Italia si trasferì in Piemonte dove iniziò a lavorare come erborista e cercò di riprodurre il gusto di quel liquore che tanto aveva apprezzato.

Nel 1885 brevettò la sua ricetta dell'amaro con una selezione di circa 40 tipi di erbe diverse, ricetta che tutt'oggi rimane immutata e segreta, e tornò a Bologna dove fondò la distilleria dell'Amaro Montenegro.

Montenegro

Parte del successo del Montenegro si deve al poeta Gabriele D'Annunzio che rimase molto colpito da questa bevanda e la definì il "liquore delle virtù".

Il successo di questa bevanda divenne sempre maggiore negli anni anche grazie alle intelligenti campagne pubblicitarie con lo slogan di "Sapore vero", dove generalmente l'Amaro Montenegro viene associato a gruppi di uomini che condividono momenti importanti dela loro vita, come simbolo di socialità e amicizia.

Caratteristiche dell'Amaro Montenegro

Il Montenegro ha colore ambrato, trasparente, e una gradazione alcolica di 23°.

In bocca ha un gusto dolce e vellutato, non troppo aggressivo, per questo piace molto anche alle donne.

 

 

Può essere consumato sia liscio, che con soda o con ghiaccio.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Burro a ridotto contenuto di colesterolo: un prodotto inutile!

Il burro a ridotto contenuto di colesterolo ne contiene l'80% in meno, tuttavia non essendo il burro una fonte importante di colesterolo, non ha molto senso utilizzarlo.


Burro light o a ridotto contenuto calorico: lasciamo perdere!

Il burro light (o leggeto, o a ridotto contenuto calorico) contiene la metà dei grassi e delle calorie rispetto al burro, ma ciò nonostante rimane un prodotto che non comporta vantaggi particolari.


Cioccolato rosa o ruby

Il cioccolato rosa o ruby (rubino): la novità del 2017, assolutamente naturale, senza coloranti, prodotto dalla casa cioccolatiera Callebaut.


Margarina

La margarina è un grasso alimentare solido, prodotto industrialmente, utilizzato come surrogato del burro, da evitare nella stragrande maggioranza dei casi.

 


Le differenze tra l'astice e l'aragosta

Le differenze tra l'astice e l'aragosta: può sembrare banale ma sono le chele dell'astice a fare la differenza!


Aragosta - Cucinare l'aragosta

L'Aragosta, il più nobile dei crostacei è anche il più costoso.


Astice

L'Astice, il secondo crostaceo più pregiato dopo l'aragosta, si trova in tutto il Mediterraneo, nell'Oceano Atlantico e nel Mar Adriatico.


Indice di sazietà degli alimenti

Il potere saziante dei cibi è una variabile fondamentale per controllare lo stimolo della fame.