Cachaca

La cachaça è un'acquavite ottenuta dalla distillazione della canna da zucchero originaria del Brasile dove è stata assunta come bevanda nazionale.

La cachaça viene ottenuta partendo dal succo della canna da zucchero puro, allo stato grezzo, che non abbia subito raffinazioni e questa è la differenza principale tra la cachaça ed il rum, che invece deriva dalla separazione tra succo e melassa, pur partendo sempre dalla stessa materia prima.

Quindi il succo grezzo viene messo a bollire, viene fatto fermentare con dei lieviti specifici e infine distillato per ottenere la cachaça, con alambicchi sia a metodo continuo che discontinuo. A volte viene anche fatta maturare in botti di legno.

La cachaça ha un colore giallognolo quando viene invecchiata o chiaro e trasparente quando non lo è, e una gradazione alcolica di circa 40%.

Il suo odore e il suo sapore sono molto intensi.

Cachaca

E' conosciuta in tutto il mondo per essere l'ingrediente principale di un tipico coktail brasiliano, la Caipirinha, e anche della Batida, ma può anche essere bevuta liscia con ghiaccio.

Storia e produzione della cachaça in Brasile

Nasce nel Cinquecento quando le tecniche di distillazione dello zucchero furono esportate dai portoghesi dall'isola di madeira alla loro colonia brasiliana.

Inizialmente era considerata una bevanda povera, tipica degli schiavi, ma dal Seicento le tecniche di produzione della cachaça si raffinarono talmente da farla apprezzare un po' a tutte le fasce della popolazione e attualmente in Brasile si contano circa 5000 marche diverse di cachaça

 

 

 

La sua produzione annua supera gli 1,3 miliardi di litri annui, dei quali solo l'1% viene esportato all'estero (maggiormente in Germania)! Una produzione record, seconda solo a quella della birra.

Localmente viene chiamata con circa 2000 nomi diversi, quali aguardiente, garapa, cagaça, abre-coração (apri cuore), água-benta (acqua santa), bafo-de-tigre (respiro di tigre) o limpa-olho (pulitore degli occhi). 

 

 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Crostacei

I crostacei: dall'astice ai percebes, tutto quello che c'è da sapere sui crostacei.


Molluschi cefalopodi

I molluschi cefalopodi, i Supermolluschi, di cui fanno parte 5 specie molto importanti per l'alimentazione umana.


Maionese

La maionese: storia, preparazione, ricetta casalinga.


Acido fitico e fitati in crusca, legumi e cereali: sono pericolosi?

L'acido fitico e i fitati sono sostanze contenute nella crusca, nei semi oleosi, nei legumi e nei cereali, che possono comportare carenze di ferro e zinco. C'è da preoccuparsi?

 


Molluschi bivalvi

I molluschi bivalvi: caratteristiche, varietà e curiosità di questo affascinante mondo animale.


Istamina negli alimenti: cos'è e quali sono i danni dell'intossicazione da ammine biogene

L'istamina è una delle ammine biogene che possono contaminare gli alimenti e dare origine a malattie a comparsa improvvisa: ecco come evitare di ingerirla.


Patate

Le patate: arrivate nel Cinquecento in Europa sono uno degli ingredienti di base della cucina italiana e di tutto il mondo.


Insalata

L'insalata: un mix di alimenti, non solo ortaggi, che vengono conditi con olio, sale e aceto e consumato freddo.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.