Campari

Il Campari è un liquore di colore rosso scuro, molto alcolico, con una gradazione di circa 25%, che viene prodotto mediante infusione di erbe amaricanti e frutta in alcool.

Il gusto del Campari è molto secco e amaro, spesso viene bevuto solo con ghiaccio magari diluito con un po' d'acqua frizzante, oppure è usato come ingrediente di base in molti cocktail come lo spritz, il negroni o l'americano.

Lo spritz fatto con Campari risulta in assoluto il più secco, amaro e alcolico.

La ricetta del Campari, a tutt'oggi segreta, si dice contenga ben 80 ingredienti diversi tra erbe, piante e frutta, ma è più probabile che in realtà gli ingredienti siano limitati a 20.

La sede produttiva è a Sesto San Giovanni (Milano); proprietà di campari è anche l'azienda che produce il liquore Aperol e quella che produce il Cynar.

Storia del Campari

Campari

Il Campari nasce in un bar di Novara, aperto da Gaspare Campari nel 1860, che perfezionò e brevettò la ricetta in quegli anni. Nel 1862 Gaspare inaugura il Bar Campari a Milano, un locale che diventerà molto famoso ed è tutt'oggi un locale storico.

Il successo del Campari è una tipica storia dell'imprenditoria illuminata italiana, che si sviluppa grazie a personalità brillanti come quella di Gaspare Campari e del figlio, Davide Campari, che nel 1915 apre il Camparino, sull'angolo opposto al Caffè Campari, operazione che contribuisce ad aumentare la fama del prodotto. I due bar vengono ceduti nel 1919, per concentrarsi esclusivamente sulla produzione di Campari e Cordial.

 

 

 

Oggi Campari è un marchio diffuso in tutta Italia e nel resto del mondo, viene esportato in circa 190 Paesi del mondo. Come tutti i prodotti di grande diffusione, una buona parte del suo successo è dovuta alle intelligenti operazioni di marketing promosse dai Campari durante i decenni, a partire dalla collaborazione con famosi grafici durante i primi anni del 900, per finire con le odierne campagne pubblicitarie, come la famosa "red passion" della fine degli anni 90 del secolo scorso.

 

 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Crostacei

I crostacei: dall'astice ai percebes, tutto quello che c'è da sapere sui crostacei.


Molluschi cefalopodi

I molluschi cefalopodi, i Supermolluschi, di cui fanno parte 5 specie molto importanti per l'alimentazione umana.


Maionese

La maionese: storia, preparazione, ricetta casalinga.


Acido fitico e fitati in crusca, legumi e cereali: sono pericolosi?

L'acido fitico e i fitati sono sostanze contenute nella crusca, nei semi oleosi, nei legumi e nei cereali, che possono comportare carenze di ferro e zinco. C'è da preoccuparsi?

 


Molluschi bivalvi

I molluschi bivalvi: caratteristiche, varietà e curiosità di questo affascinante mondo animale.


Istamina negli alimenti: cos'è e quali sono i danni dell'intossicazione da ammine biogene

L'istamina è una delle ammine biogene che possono contaminare gli alimenti e dare origine a malattie a comparsa improvvisa: ecco come evitare di ingerirla.


Patate

Le patate: arrivate nel Cinquecento in Europa sono uno degli ingredienti di base della cucina italiana e di tutto il mondo.


Insalata

L'insalata: un mix di alimenti, non solo ortaggi, che vengono conditi con olio, sale e aceto e consumato freddo.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.