Pastis

Il pastis è un liquore francese tipico della Provenza a base di anice. Il pastis ha una gradazione alcolica molto alta, circa 40%, e un colore giallo scuro trasparente.

Tradizionalmente il pastis viene bevuto freddo come aperitivo, durante i mesi caldi per rinfrescarsi, e va diluito con acqua e ghiaccio, per diminuire la sua alcolicità. Il colore, una volta diluito, cambia e vira in un giallo pallido opaco.

Il pastis è diffuso in tutta la Francia, in Piemonte e in Liguria ed è conosciuto in tutto il mondo.

Storia e origini del pastis

Pastis

Sebbene fin dall'antichità fosse diffusa una bevanda a base di anice fatto macerare nell'alcool, il pastis nasce ufficialmente nel 1805 ad opera di Henri-Louis Pernod, un distillatore francese di Marsiglia che tutt'oggi è il maggior produttore di pastis.

Ma fu solo nel 1916, quando fu proibita la vendita dell'assenzio, che il pastis ebbe il suo maggior sviluppo. Molti produttori, infatti, rivisitarono le ricette dei loro liquori a base di assenzio, sostituendolo con l'anice e spesso aggiungendo liquirizia o finocchio, creando quindi il pastis.

Il primo produttore ad avere maggior successo fu Paul Ricard, che nel 1938 riuscì a vendere ben 2,4 milioni di litri del suo pastis.

Originariamente la legge francese prevedeva che il grado alcolico del pastis non superasse i 30%, ma successivamente, nel 1938, il grado alcolico consentito fu alzato a 40-45%.

I produttori Pernod e Ricard si sono oggi fusi in un unico brand

 

 

Pastis de Marseille

Il pastis è considerato parte integrante dello stile di vita dei marsigliesi e di tutti i provenzali, ed il suo nome deriva dall'antica lingua occitana che si parlava in tutta la Provenza fino al Piemonte, secondo la quale il termine "pastis" sta per patè o miscuglio.

In Francia c'è un detto che dice che il vero pastis si può bere solo a Marsiglia e che tutte le altre bevande a base di anice, come la sambuca italiana, l'ouzo greco o l'arak arabo, non sono che pallide imitazioni del pastis.

Qui il pastis viene usato anche per comporre alcuni cocktail come il perroquet (il pappagallo) o il mauresque (il moresco).

Volendo approfondire la conoscenza del pastis in Provenza ci sono molte distillerie che ofrono ai turisti visite guidate e degustazioni. In questo sito si possono trovare altre informazioni utili.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Vino blu (Gik)

Il primo vino blu del mondo (prodotto dalla compagnia Gik), realizzato a tavolino da un'azienda spagnola, ha destato scalpore e curiosità.


Burrolì: no grazie!

Burrolì: il surrogato del burro fatto con olio di riso, burro di cacao e olio extravergine, che pretende (a torto) di essere un ottimo sostituto del burro.


Furano negli alimenti: cos'è, dove si trova e come evitarlo

Il furano è una molecola potenzialmente cancerogena per l'uomo: scopriamo dove si trova e come evitarlo negli alimenti..


Micotossine dell'ergotismo

Tra le manifestazioni più importanti di intossicazioni da micotossine troviamo senz'altro l'ergotismo, patologia causata dalla farina di segale contaminata dalla muffa Claviceps purpurea.

 


Micotossine

Le micotossine sono sostanze tossiche, spesso cancerogene, prodotte dalle muffe che facilmente contaminano le derrate alimentari.


Aflatossine

Le aflatossine sono micotossine (cioè tossine prodotte da funghi) cancerogene che si producono abbastanza facilmente nei cereali, nella frutta secca e in altri alimenti di uso comune.


Latte di bufala

Il latte di capra è più adatto alla produzione di formaggi freschi o poco stagionati, poiché non resiste alle alte temperature.


Salumi ed insaccati

In questa pagina trovi una descrizione dei salumi e degli insaccati, un elenco dettagliato dei salumi tradizionali italiani, e di alcuni salumi internazionali.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.