Tagli di carne suina

La carne di maiale è senza dubbio la più interessante come rapporto qualità-prezzo, facilità di utilizzo e reperibilità. In Italia la cultura del maiale è molto sviluppata, in tutte le regioni italiane, sicuramente per quanto riguarda la trasformazione in salumi.

In questo articolo descriveremo quali sono i tagli di carne suina e in articoli specifici li tratteremo in modo specifico, per spiegarne le caratteristiche e gli utilizzi.

I tagli del maiale

Il suino è molto simile al bovino, ma è molto più piccolo, dunque le sue masse muscolari, sebbene siano praticamente le stesse rispetto a quelle dei vitelloni, sono sezionate in un numero di tagli molto inferiore ed è quindi molto più semplice orientarsi, rispetto ai tagli di carne bovina per i quali occorre uno studio ed una esperienza maggiori.

Tagli di carne suina

Secondo la figura, abbiamo i seguenti tagli.

  1. Coppa o capocollo
  2. Gola
  3. Spalla
  4. Stinco anteriore
  5. Costato (parte anteriore)
  6. Pancetta
  7. Stinco posteriore
  8. Prosciutto
  9. Lombo
  10. Braciole con filetto
  11. Filetto
  12. Braciole senza filetto
  13. Piede
  14. Costato (parte centrale)

 

 

Articoli sui tagli di carne suina

Arista (maiale)

Braciola di maiale

Coscia di maiale (prosciutto)

Capocollo

Costolette di maiale

Filetto di maiale

Lombo di maiale

Pancetta

Piedino di maiale

Retina o omento di maiale

Spalla di maiale

Stinco di maiale

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Quanto zucchero al giorno?

Quanto zucchero possiamo assumere al giorno? Facciamo chiarezza analizzando il documento ufficiale dell'OMS.


Lo zucchero fa male?

Lo zucchero fa male? Analizzando il documento ufficiale dell'OMS scopriamo che non è così 'tossico' come molti vorrebbero farci credere...


Fruttosio

Il fruttosio: lo zucchero a basso indice glicemico e con potere dolcificante (teorico) superiore al saccarosio.


Antiossidanti

Gli antiossidanti sono additivi utilizzati per evitare l'irrancidimento ossidativo, gli imbrunimenti e altre alterazioni causate dall'ossigeno. Alcuni di essi sono innocui, altri potenzialmente a rischio.

 


Burro a ridotto contenuto di colesterolo: un prodotto inutile!

Il burro a ridotto contenuto di colesterolo ne contiene l'80% in meno, tuttavia non essendo il burro una fonte importante di colesterolo, non ha molto senso utilizzarlo.


Burro light o a ridotto contenuto calorico: lasciamo perdere!

Il burro light (o leggeto, o a ridotto contenuto calorico) contiene la metà dei grassi e delle calorie rispetto al burro, ma ciò nonostante rimane un prodotto che non comporta vantaggi particolari.


Cioccolato rosa o ruby

Il cioccolato rosa o ruby (rubino): la novità del 2017, assolutamente naturale, senza coloranti, prodotto dalla casa cioccolatiera Callebaut.


Margarina

La margarina è un grasso alimentare solido, prodotto industrialmente, utilizzato come surrogato del burro, da evitare nella stragrande maggioranza dei casi.