Salsa mornay

La salsa mornay è una variante della salsa besciamella, una delle salse di base della cucina classica internazionale. Nasce in Francia nell'Ottocento e precisamente fu ideata dal cuoco del ristorante Grand Véfour di Parigi in onore di due illustri commensali, i Marchesi di Mornay, un comune francese situato nella Borgogna.

La salsa mornay è una salsa di colore bianco, cremosa e molto ricca che si abbina egregiamente a tutti quei piatti che necessitano di essere gratinati in forno (verdure gratinate, pasticci, crespelle, gnocchi alla parigina, pasta al forno tranne le lasagne per le quali si usa la classica besciamella, uova, pesce, molluschi).

Rispetto alla besciamella, la mornay è più ricca e gustosa, in quanto vi si aggiunge anche il formaggio, che può essere di vario tipo (parmigiano, emmental, groviera, provola...). Il gusto della mornay, quindi, varia a seconda del formaggio scelto.

Esiste anche la salsa ai 4 formaggi, di solito usata sopra la pizza, che a sua volta è una variante della mornay e che prevede generalmente l'uso di mozzarella, provolone, pecorino e roquefort o gorgonzola, mescolando quindi tra di loro formaggi freschi, semi stagionati, stagionati ed erborinati.

 

 

Ricetta della salsa mornay

salsa Mornay

Per preparare la salsa mornay si parte facendo la besciamella classica con latte, farina e burro, così come indicato in questo articolo. Poi si aggiungono le uova, il formaggio, la panna e altro burro.

La salsa mornay può essere abbinata al cavolfiore, agli asparagi, alle capesante, alle uova, alle ostriche, alle cozze, agli gnocchi.

Ingredienti:

  • 500 g di besciamella
  • 2 tuorli
  • 80 g di burro
  • 100 g di formaggio grattugiato (parmigiano, pecorino o un mix dei due secondo i gusti)
  • 100 ml di panna liquida
  • sale e pepe q.b.

Procedimento:

Preparare la besciamella, quindi aggiungere nel tegame le uova, il formaggio e la panna. Mescolare bene e continuare la cottura, aggiungere alla fine il burro, sistemare di sale e pepe (considerando che il formaggio e la besciamella sono già salati!) e continuare la cottura fino a quando il burro non si è sciolto completamente.

Usare la salsa mornay versandola sopra l'ingrediente che si vuole gratinare, già precotto, bollito, e disposto su una teglia.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Burro a ridotto contenuto di colesterolo: un prodotto inutile!

Il burro a ridotto contenuto di colesterolo ne contiene l'80% in meno, tuttavia non essendo il burro una fonte importante di colesterolo, non ha molto senso utilizzarlo.


Burro light o a ridotto contenuto calorico: lasciamo perdere!

Il burro light (o leggeto, o a ridotto contenuto calorico) contiene la metà dei grassi e delle calorie rispetto al burro, ma ciò nonostante rimane un prodotto che non comporta vantaggi particolari.


Cioccolato rosa o ruby

Il cioccolato rosa o ruby (rubino): la novità del 2017, assolutamente naturale, senza coloranti, prodotto dalla casa cioccolatiera Callebaut.


Margarina

La margarina è un grasso alimentare solido, prodotto industrialmente, utilizzato come surrogato del burro, da evitare nella stragrande maggioranza dei casi.

 


Le differenze tra l'astice e l'aragosta

Le differenze tra l'astice e l'aragosta: può sembrare banale ma sono le chele dell'astice a fare la differenza!


Aragosta - Cucinare l'aragosta

L'Aragosta, il più nobile dei crostacei è anche il più costoso.


Astice

L'Astice, il secondo crostaceo più pregiato dopo l'aragosta, si trova in tutto il Mediterraneo, nell'Oceano Atlantico e nel Mar Adriatico.


Indice di sazietà degli alimenti

Il potere saziante dei cibi è una variabile fondamentale per controllare lo stimolo della fame.