Bacche di ginepro

Il ginepro è una pianta appartenenete al genere delle Cupressaceae, diffusa in tutto il Mediterraneo, dove cresce spontaneamente ed è molto longeva.

Il ginepro è un arbusto che può essere alto tra 1 e 10 metri, è un sempreverde ed ha bacche commestibili di colore blu-violaceo dall'odore fortemente aromatico e ddal sapore acidulo.

Il nome stesso latino, juneprus, significa acre.

Le bacche di ginepro sono prodotte solo dal fiore femminile, e si raccolgono dopo 3 anni di maturazione, poi vengono fatte essiccare.

Le sue bacche sono conosciute ed utilizzate fin dall'antichità, quando venivano usate contro la peste e per anestetizzare il morso dei serpenti.

Oggi trovano svariati impieghi in cucina.

Bacche di ginepro

Vengono utilizzate, per esempio, per aromatizzare la selvaggina, i roast-beef e gli stufati di carne in genere, ma anche per affumicare salumi come lo speck e la mortandela, oppure per insaporire contorni a base di patate.

Il ginepro è, inoltre, l'ingrediente fondamentale per produrre il gin, ma anche altri liquori, ai quali conferisce una piacevole nota balsamica.

 

 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Meringa (italiana, francese, svizzera)

La meringa (italiana, francese, svizzera), una preparazione di pasticceria a base di albume d'uovo e zucchero.


Meringa (italiana, francese, svizzera)

La meringa (italiana, francese, svizzera), una preparazione di pasticceria a base di albume d'uovo e zucchero.


Crostacei

I crostacei: dall'astice ai percebes, tutto quello che c'è da sapere sui crostacei.


Molluschi cefalopodi

I molluschi cefalopodi, i Supermolluschi, di cui fanno parte 5 specie molto importanti per l'alimentazione umana.

 


Maionese

La maionese: storia, preparazione, ricetta casalinga.


Acido fitico e fitati in crusca, legumi e cereali: sono pericolosi?

L'acido fitico e i fitati sono sostanze contenute nella crusca, nei semi oleosi, nei legumi e nei cereali, che possono comportare carenze di ferro e zinco. C'è da preoccuparsi?


Molluschi bivalvi

I molluschi bivalvi: caratteristiche, varietà e curiosità di questo affascinante mondo animale.


Istamina negli alimenti: cos'è e quali sono i danni dell'intossicazione da ammine biogene

L'istamina è una delle ammine biogene che possono contaminare gli alimenti e dare origine a malattie a comparsa improvvisa: ecco come evitare di ingerirla.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.