Zenzero

Lo zenzero è ricavato dalla radice bollita ed essicata di una pianta tropicale che cresce in Asia e nelle isole del Pacifico, la Zingiber officinalis, una pianta erbacea della stessa famiglia del cardamomo, coltivata diffusamente in tutta la fascia tropicale e subtropicale.

La radice di zenzero è carnosa e ramificata, l'esterno è di colore marroncino-beige, mentre l'interno è di colore giallo paglierino dalla cosistenza soda, compatta e succosa.

Nella radice di zenzero sono contenuti tutti i principi attivi della pianta, tra cui il gingeroli, il zingibirene (l'olio essenziale) e la resina.

Lo zenzero ha un sapore fresco e dissetante, che ricorda un poco il limone, con in più una nota speziata e piccante molto piacevole.

Attualmente l'India e la Cina sono i maggiori produttori di zenzero a livello mondiale.

Usi dello zenzero in gastronomia

Zenzero

La radice di zenzero viene utilizzata in moltissime preparazioni, sia dolci che salate, in tutto il mondo.

Può essere consumata fresca, togliendo la buccia e affettandola finemente, oppure essiccata, o ancora in polvere, questa ultima forma è più indicata per i dolci.

Tra i dolci troviamo: torte, biscotti (lo zenzero è uno degli ingredienti fondamentali dei gingerbread, i biscotti anglosassoni tipici del periodo natalizio), creme, canditi (lo zenzero candito viene usato in Giappone per accompagnare il sushi).

Nell'industria degli alcolici, lo zenzero viene spesso usato per aromatizzare la birra o altri liquori, ma anche nelle bibite analcoliche e negli sciroppi. Molto famoso è il Ginger-ale, o Ginger-Beer, una bevanda gassata anglosassone preparata, appuntop, con lo zenzero.

 

 

Lo zenzero fresco può essere messo in infusione in acqua bollente o con il per creare una bevanda riscaldante ed espettorante.

O ancora può essere usato nel pollo arrosto, spesso abbinato al limone, nelle vellutate e nelle creme di verdura, nella marinatura di carni rosse e selvaggina, con i legumi, con il pesce e ovunque si voglia un tocco fresco ed esotico.

Proprietà dello zenzero

Lo zenzero ha proprietà stimolanti e carminative, è indicato nella cura di nausea e diarrea, aiuta a diminuire il dolore dovuto all'artrite ed è un ottimo rimedio contro il raffreddore.

Controindicato, invece, a chi soffre di calcoli biliari.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Emulsionanti

Gli emulsionanti sono additivi utilizzati principalmente per stabilizzare nel tempo alimenti che contengono grassi, e prodotti da forno come colombe e panettoni.


Additivi miglioratori della farina

Gli additivi o miglioratori della farina sono sostanze in grado di accelerare la maturazione della farina al fine di renderla maggiormente adatta alla panificazione.


Polifosfati

I polifosfati sono additivi utilizzati in svariati alimenti, spesso a sproposito, e hanno una certa criticità dal punto di vista degli effetti sulla salute.


Addensanti (additivi alimentari)

Gli addensanti sono additivi alimentari utilizzati per assicurare agli alimenti determinate caratteristiche fisiche, come aspetto, consistenza, stabilità nel tempo.

 


Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA)

Gli Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA) sono sostanze cancerogene che si sviluppano a causa delle alte temperature e quindi anche nella preparazione di svariati alimenti.


Valeriana o songino

Valeriana: un tipo di lattuga da non confondersi con la valeriana officinalis. Scopriamo le sue proprietà e come utilizzarla in cucina.


Diossine e PCB: cosa sono e come difendersi dai rischi alimentari

Le Diossone e i PCB sono tra i contaminanti ambientali e alimentari più pericolosi: ecco come arrivano nel cibo e come evitarli.


Vini Supertuscan

Supertuscans: i grandi vini rossi toscani che hanno deciso di fare a meno delle denominazioni Doc e Docg.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.