Casimiroa o bianco sapote

La casimiroa edulis è un albero da frutto tropicale originario del Messico e diffuso in tutto il Centro America dove è noto anche come cochitzapotl o bianco sapote o zapote.

Il nome, casimiroa, le è stato dato dal cardinale Casimiro Gomez de Ortega, noto botanico di Madrid del Settecento, quando la casimiroa fu introdotta anche in Europa.

La casimiroa si presenta come un grande albero alto fino a 15 metri, con una chioma folta composta da foglioline di forma stretta e allungata e di colore rosso tendente al verde scuro via via che maturano. I fiori della casimiroa, di colore bianco o verde, sono riuniti in grappoli.

Casimiroa

I frutti sono drupe di colore verde, di forma cilindrica simili a delle mele, e la polpa interna è bianca, di consistenza cremosa. Il sapore della casimiroa o zapote ricorda quello della pesca, dolce e profumato.

I suoi semi vengono utilizzati dall'industria farmaceutica che, recentemente, ha dimostrato la loro azione anticancerogena. 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA)

Gli Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA) sono sostanze cancerogene che si sviluppano a causa delle alte temperature e quindi anche nella preparazione di svariati alimenti.


Valeriana o songino

Valeriana: un tipo di lattuga da non confondersi con la valeriana officinalis. Scopriamo le sue proprietà e come utilizzarla in cucina.


Diossine e PCB: cosa sono e come difendersi dai rischi alimentari

Le Diossone e i PCB sono tra i contaminanti ambientali e alimentari più pericolosi: ecco come arrivano nel cibo e come evitarli.


Vini Supertuscan

Supertuscans: i grandi vini rossi toscani che hanno deciso di fare a meno delle denominazioni Doc e Docg.

 


Vino rosé Pamplemousse

Vin de Pamplemousse, la bevanda a base di vino e succo di pompelmo che viene dalla Francia.


Vino blu (Gik)

Il primo vino blu del mondo (prodotto dalla compagnia Gik), realizzato a tavolino da un'azienda spagnola, ha destato scalpore e curiosità.


Burrolì: no grazie!

Burrolì: il surrogato del burro fatto con olio di riso, burro di cacao e olio extravergine, che pretende (a torto) di essere un ottimo sostituto del burro.


Furano negli alimenti: cos'è, dove si trova e come evitarlo

Il furano è una molecola potenzialmente cancerogena per l'uomo: scopriamo dove si trova e come evitarlo negli alimenti..

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.