Fragole

Le fragole sono frutti di una pianta originaria delle Alpi, chiamata Fragaria vescia. Questa pianta cresce spontanea in Europa, ma viene anche coltivata in moltissime varietà un po' in tutto il mondo.

Le fragole venivano chiamate fragrans dai Romani, a causa del loro intenso profumo.

Le fragole possono essere considerate "falsi frutti". Esse infatti sono inflorescenze, che si formano in seguito all'ingrossamento dei ricettacoli dei fiori. I frutti veri e propri sono granuli verdi, a loro volta contenenti un piccolo seme scuro, visibili sulla superficie delle fragole stesse e chiamati acheni.

Le fragole si suddividono in rifiorenti e non. Le prime hanno un frutto piccolo e rifioriscono più volte consentendo una raccolta continua da giugno a ottobre. Le seconde sono specie selezionate che danno frutti più grossi e un'unica produzione all'anno.

Fragole

Le varietà più pregiate sono le fragole di bosco, piccole e dolcissime, che crescono spontanee soprattutto in alta montagna.

Una particolare varietà di fragola è quella di Tortona (Alessandria), che ha ottenuto il presidio slow food, e che è una via di mezzo tra una fragolina di bosco selvatica e una fragola classica, è poco più grande del lampone, profumatissima e dolcissima. Fruttifica e viene raccolta solo nelle ultime due settimane di giugno, per un tempo brevissimo, quindi spunta al mercato a dei prezzi molto alti.

 

 

In cucina si utilizzano per produrre bavaresi, mousse, crostate, ma anche risotti e piatti di carne in agrodolce. Il gelato alla fragola è uno dei gusti più richiesti e non solo dai bambini. Ma le fragole vengono mangiate anche così al naturale, oppure tagliate a pezzi dentro alle macedonie, o semplicemente con zucchero e limone o, perchè no?, con una bella spruzzata di panna montata o una copertura di cioccolato fuso.

Calorie e valori nutrizionali delle fragole

Ricette Sì a base di fragole

Qualità nutrizionali delle fragole

Le fragole hanno poche calorie (solo 27 per 100 g), sono una discreta fonte di fibre, povere di minerali e una buona fonte di vitamina C.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Quanto zucchero al giorno?

Quanto zucchero possiamo assumere al giorno? Facciamo chiarezza analizzando il documento ufficiale dell'OMS.


Lo zucchero fa male?

Lo zucchero fa male? Analizzando il documento ufficiale dell'OMS scopriamo che non è così 'tossico' come molti vorrebbero farci credere...


Fruttosio

Il fruttosio: lo zucchero a basso indice glicemico e con potere dolcificante (teorico) superiore al saccarosio.


Antiossidanti

Gli antiossidanti sono additivi utilizzati per evitare l'irrancidimento ossidativo, gli imbrunimenti e altre alterazioni causate dall'ossigeno. Alcuni di essi sono innocui, altri potenzialmente a rischio.

 


Burro a ridotto contenuto di colesterolo: un prodotto inutile!

Il burro a ridotto contenuto di colesterolo ne contiene l'80% in meno, tuttavia non essendo il burro una fonte importante di colesterolo, non ha molto senso utilizzarlo.


Burro light o a ridotto contenuto calorico: lasciamo perdere!

Il burro light (o leggeto, o a ridotto contenuto calorico) contiene la metà dei grassi e delle calorie rispetto al burro, ma ciò nonostante rimane un prodotto che non comporta vantaggi particolari.


Cioccolato rosa o ruby

Il cioccolato rosa o ruby (rubino): la novità del 2017, assolutamente naturale, senza coloranti, prodotto dalla casa cioccolatiera Callebaut.


Margarina

La margarina è un grasso alimentare solido, prodotto industrialmente, utilizzato come surrogato del burro, da evitare nella stragrande maggioranza dei casi.