Litchi

Il Litchi (Litchi chinensis), è una pianta arborea molto longeva originaria della Cina meridionale, che può raggiungere i 10 metri di altezza.

In Italia il litchi è conosciuto come lici o ciliegio cinese, è stato importato per la coltivazione ma, considerando che il litchi necessita di un ambiente umido e di inverni miti, si è adattato solo ad alcune regioni del Sud, in particolare in Calabria e in Sicilia, nelle zone dove prosperano i limoni.

Calorie e valori nutrizionali dei litchi

Litchi

I frutti del litchi hanno l'aspetto di una noce, con un sottile guscio ruvido rosso, rosa o leggermente marrone, che si stacca facilmente dopo averlo inciso perché è piuttosto fragile. I litchi vengono importati da Madagascar, Thailandia, Israele, e Sudafrica. La specie migliore è la Bengali-Mauritius, coltivata in Sud Africa.

La polpa dei litchi è bianca, traslucida, molto dolce e profumatissima, ricorda vagamente l'aroma dell'uva moscato, ma ancora più fruttata e con un aroma di rosa. Il seme è molto grande, anche se lo scarto è minore di quello che si possa pensare, poiché in peso la polpa rappresenta il 70% del totale.

Proprietà del litchi

Il litchi è presente sul mercato italiano in inverno, da novembre a gennaio, al momento dell'acquisto deve presentarsi con un colore rosso vivace e un profumo delicato di rosa. Può essere conservato a temperatura ambiente fino a due settimane o nella parte più alta e meno calda del frigo, si consuma fresco, aggiunto alle macedonie o anche come guarnizione di alcuni cocktails.

 

 

Il litchi è molto ricco di vitamina C e di alcuni sali minerali utili nel rafforzamento del sistema circolatorio e anche di acido nicotinico capace di aiutare l'organismo nella prevenzione dell'arteriosclerosi.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Quanto zucchero al giorno?

Quanto zucchero possiamo assumere al giorno? Facciamo chiarezza analizzando il documento ufficiale dell'OMS.


Lo zucchero fa male?

Lo zucchero fa male? Analizzando il documento ufficiale dell'OMS scopriamo che non è così 'tossico' come molti vorrebbero farci credere...


Fruttosio

Il fruttosio: lo zucchero a basso indice glicemico e con potere dolcificante (teorico) superiore al saccarosio.


Antiossidanti

Gli antiossidanti sono additivi utilizzati per evitare l'irrancidimento ossidativo, gli imbrunimenti e altre alterazioni causate dall'ossigeno. Alcuni di essi sono innocui, altri potenzialmente a rischio.

 


Burro a ridotto contenuto di colesterolo: un prodotto inutile!

Il burro a ridotto contenuto di colesterolo ne contiene l'80% in meno, tuttavia non essendo il burro una fonte importante di colesterolo, non ha molto senso utilizzarlo.


Burro light o a ridotto contenuto calorico: lasciamo perdere!

Il burro light (o leggeto, o a ridotto contenuto calorico) contiene la metà dei grassi e delle calorie rispetto al burro, ma ciò nonostante rimane un prodotto che non comporta vantaggi particolari.


Cioccolato rosa o ruby

Il cioccolato rosa o ruby (rubino): la novità del 2017, assolutamente naturale, senza coloranti, prodotto dalla casa cioccolatiera Callebaut.


Margarina

La margarina è un grasso alimentare solido, prodotto industrialmente, utilizzato come surrogato del burro, da evitare nella stragrande maggioranza dei casi.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.