Mirtilli neri, blu e rossi

Il mirtillo, pianta spontanea nell'emisfero boreale, appartiene alla Famiglia delle Ericaceae, genere Vaccinium, comprendente circa 130 specie.

Esistono diverse varietà di mirtillo di interesse commerciale.

Il mirtillo nero (Vaccinuim myrtillus) cresce spontaneamente in Europa: alto 20-40 cm, fiorisce in maggio e fruttifica in luglio-agosto, nelle Alpi e negli Appennini fino all'Abruzzo, fino a circa 2000 metri.

Il mirtillo rosso (Vaccinium vitis idaea) è diffuso nelle Alpi e nell'Appennino settentrionale, e produce bacche rosse, acide, amarognole.

Il mirtillo blu (Vaccinium uliginosum) cresce spontaneo in Europa. Alto 15-25 cm, produce bacche di color nero-bluastro, pruinose, con succo incolore e insipide.

Mirtillo

La raccolta dei mirtilli spontanei è un'attività diffusa nella zone alpine, tuttavia la maggior parte dei mirtilli sul mercato è costituita da quelli coltivati, che derivano dal mirtillo gigante americano o dal Cranberry (Vaccinium macrocarpon).

Il mirtillo gigante americano cresce spontaneo nel Nord America. Alto da 1 a 4 m e resistente al freddo (fino a -30 gradi), produce bacche riunite in grappoli, di colore nero-azzurro, profumate.

I mirtilli si mangiano così come sono, oppure si utilizzano per preparare marmellate, gelatine, macedonie, gelati, sorbetti, sciroppi e succhi.

 

 

Il succo di mirtillo è uno degli ingredienti fondamentali nella realizzazione del cocktail Cosmpolitan tanto caro alle ragazze di Sex and the City.

Facendo fermentare il succo si ottiene il vino di mirtilli, bevanda leggermente alcolica da cui, per distillazione, si ottiene un'eccellente acquavite molto popolare in Germania e Francia.

Il mirtillo rosso

Il mirtillo rosso coltivato deriva da selezioni di mirtillo rosso selvatico di bosco, presente soprattutto nei Paesi scandinavi e del Nord Europa.

Viene coltivato quasi esclusivamente in Germania, dove è anche stata messa a punto una macchina per agevolarne la raccolta. Le principali varietà di mirtillo rosso sono: "Mirtillo rosso selvaggio“, "Koralle“, "Erntedank“, "Entrekrone“, "Erntesegen“ e "Ammerland“.

Mirtilli rossi

In Germania e in Austria sono molto popolari e si trovano in qualunque mercato i mirtilli rossi essiccati (nella foto), l'equivalente della nostrana uva sultanina, ma prodotta con i mirtilli. Questi frutti secchi sono molto dolci e hanno un'aroma particolarmente fruttato.

Valori nutrizionali dei mirtilli

Ricette Sì con frutti di bosco

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Quanto zucchero al giorno?

Quanto zucchero possiamo assumere al giorno? Facciamo chiarezza analizzando il documento ufficiale dell'OMS.


Lo zucchero fa male?

Lo zucchero fa male? Analizzando il documento ufficiale dell'OMS scopriamo che non è così 'tossico' come molti vorrebbero farci credere...


Fruttosio

Il fruttosio: lo zucchero a basso indice glicemico e con potere dolcificante (teorico) superiore al saccarosio.


Antiossidanti

Gli antiossidanti sono additivi utilizzati per evitare l'irrancidimento ossidativo, gli imbrunimenti e altre alterazioni causate dall'ossigeno. Alcuni di essi sono innocui, altri potenzialmente a rischio.

 


Burro a ridotto contenuto di colesterolo: un prodotto inutile!

Il burro a ridotto contenuto di colesterolo ne contiene l'80% in meno, tuttavia non essendo il burro una fonte importante di colesterolo, non ha molto senso utilizzarlo.


Burro light o a ridotto contenuto calorico: lasciamo perdere!

Il burro light (o leggeto, o a ridotto contenuto calorico) contiene la metà dei grassi e delle calorie rispetto al burro, ma ciò nonostante rimane un prodotto che non comporta vantaggi particolari.


Cioccolato rosa o ruby

Il cioccolato rosa o ruby (rubino): la novità del 2017, assolutamente naturale, senza coloranti, prodotto dalla casa cioccolatiera Callebaut.


Margarina

La margarina è un grasso alimentare solido, prodotto industrialmente, utilizzato come surrogato del burro, da evitare nella stragrande maggioranza dei casi.