Hemp-fu (il tofu di canapa)

Hemp-fu è un termine di fantasia per indicare un nuovo alimento inventato in Italia nel 2009: l'hemp-fu è un panetto bianco e cremoso simile al tofu, prodotto a partire dai semi della canapa e viene generalmente consumato nelle diete vegetariane e vegane come sostitutivo del formaggio.

Hemp è la parola inglese che indica la pianta di canapa, mentre il suffisso -fu richiama la parola to-fu.

L'Hemp-fu è stato lanciato sul commercio italiano nel 2009 dall'azienda Armonia e Bontà, una realtà artigianale in provincia di Crema, guidata da Daniele Cannistrà e specializzata nella produzione di tofu. Ma ora esistono anche altre piccole aziende sul territorio italiano che producono hemp-fu.

La produzione dell'hemp-fu

Hemp Fu

La lavorazione dell'hemp-fu rispecchia quella del tofu, solo partendo da una materia prima diversa: invece di utilizzare i semi di soia, infatti, si utilizzano i semi di canapa.

La canapa è un alimento molto ricco di fibre e proteine (anche se a ridotto valore biologico), come la soia e i legumi in genere, tanto che può essere paragonata a questa classe di alimenti a livello nutrizionale.

 

 

I semi interi o decorticati vengono tenuti in ammollo per alcune ore, così che si ammorbidiscano e poi frullati per produrre il latte di canapa. Il latte viene filtrato e fatto cagliare con acqua calda e nigari (un caglio vegetale, lo stesso usato per il tofu). La massa viene inserita in una fuscella con buchi sottili e pressata così da consentire l'eliminazione di tutto il siero. Va conservato in frigorifero.

Oltre al classico hemp-fu al naturale in commercio si trovano anche varianti già cotte (tipo hamburger) oppure aromatizzate al sesamo, alle erbe aromatiche, al peperoncino e così via.

L'hemp-fu in cucina

L'hemp-fu viene di solito mangiato previa cottura, una classica ricetta è quella di prepararlo come uno spezzatino, tagliato a cubetti e stufato assieme alle verdure, inoltre può essere anche fritto, cotto al forno o in padella. Può essere usato per preparare ragù e condimenti per la pasta oppure a listarelle nelle insalate. Ha un sapore decisamente neutro, per cui si sposa bene con qualsiasi ingrediente.

L'hemp-fu ha 170 kcal/hg, con 16 g di proteine, 6 g di grassi e 13 g di carboidrati. La quantità di fibre è davvero interessante: ben 10.7 g di fibre per 100 g.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA)

Gli Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA) sono sostanze cancerogene che si sviluppano a causa delle alte temperature e quindi anche nella preparazione di svariati alimenti.


Valeriana o songino

Valeriana: un tipo di lattuga da non confondersi con la valeriana officinalis. Scopriamo le sue proprietà e come utilizzarla in cucina.


Diossine e PCB: cosa sono e come difendersi dai rischi alimentari

Le Diossone e i PCB sono tra i contaminanti ambientali e alimentari più pericolosi: ecco come arrivano nel cibo e come evitarli.


Vini Supertuscan

Supertuscans: i grandi vini rossi toscani che hanno deciso di fare a meno delle denominazioni Doc e Docg.

 


Vino rosé Pamplemousse

Vin de Pamplemousse, la bevanda a base di vino e succo di pompelmo che viene dalla Francia.


Vino blu (Gik)

Il primo vino blu del mondo (prodotto dalla compagnia Gik), realizzato a tavolino da un'azienda spagnola, ha destato scalpore e curiosità.


Burrolì: no grazie!

Burrolì: il surrogato del burro fatto con olio di riso, burro di cacao e olio extravergine, che pretende (a torto) di essere un ottimo sostituto del burro.


Furano negli alimenti: cos'è, dove si trova e come evitarlo

Il furano è una molecola potenzialmente cancerogena per l'uomo: scopriamo dove si trova e come evitarlo negli alimenti..

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.