Soia

La soia è una pianta erbacea della famiglia delle leguminose, originaria dell'Asia Centrale. Il frutto ha, come molti altri legumi, la forma di un piccolo bacello che racchiude alcuni semi simili a fagioli, dai colori molto diversi a seconda della specie di appartenenza.

La soia è stata introdotta in Francia nel Settecento e in Italia nell'Ottocento, oggi è uno dei cereali più coltivati al mondo, suprattutto negli Stati Uniti e in Brasile.

Qualità nutrizionali della soia

La soia è uno dei legumi più ricco di proteine (il 36%, in media), ma contiene anche parecchi grassi (18%) e carboidrati (23%).

Le proteine della soia hanno un valore biologico medio, e quindi non garantiscono, da sole, un apporto adeguato di amminoacidi essenziali.

Soia

La soia viene spesso considerata un alimento particolarmente salutare grazie alla presenza di fitosteroli, sostanze in grado di abbassare il colesterolo nel sangue; e di isoflavoni, sostanze in grado di regolare la produzione ormonale.

Gli studi in questo campo non sono ancora definitivi, quindi non si può ancora affermare con certezza che il consumo regolare di soia aiuti a prevenire le malattie cardiovascolari. In realtà il problema non si pone più di tanto, in quanto i prodotti a base di soia sono ben poco appetibili e difficilmente possono essere resi compatibili con il gusto occidentale. Infatti non ha senso mangiare qualcosa che non piace sperando che ci faccia bene: il pregiudizio nei confronti dei regimi alimentari attenti alla salute nasce anche dalla convinzione che per mangiare in modo corretto bisogna rinunciare al gusto.

 

 

I grassi della soia contengono una buona percentuale di grassi essenziali, sia omega 3 che omega 6, e quindi l'olio di soia può rappresentare un buon prodotto per integrare questi nutrienti essenziali, abbastanza difficili da reperire negli alimenti di uso comune.

Varietà di soia

Esistono moltissime varietà di soia, le più diffuse in Italia sono le seguenti.

Soia gialla: è la soia vera e propria (Glicine Max) dalla quale si ottengono tutti i derivati.

Soia rossa: semi di color rosso scuro della specie dei Phaseolus angularis, detti anche fagioli azuki.

Soia verde: semi chiamati anche fagioli mung o green gram appartenenti alla specie Vigna radiata, che decorticati e spaccati si presentano gialli, sono impiegati soprattutto per i germogli e per produrre gli spaghetti di soia.

Disponibilità dei prodotti a base di soia

La soia e i prodotti derivati sono disponibili tutto l'anno, di solito presso i negozi di alimentazione biologica e naturale.

I semi di soia sono disponibili già cotti, conservati in lattine come i fagioli e gli altri legumi, oppure secchi, da cuocere dopo un ammollo di 6-8 ore.

Valori nutrizionali soia secca

Valori nutrizionali isolato proteico della soia

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Additivi miglioratori della farina

Gli additivi o miglioratori della farina sono sostanze in grado di accelerare la maturazione della farina al fine di renderla maggiormente adatta alla panificazione.


Polifosfati

I polifosfati sono additivi utilizzati in svariati alimenti, spesso a sproposito, e hanno una certa criticità dal punto di vista degli effetti sulla salute.


Addensanti (additivi alimentari)

Gli addensanti sono additivi alimentari utilizzati per assicurare agli alimenti determinate caratteristiche fisiche, come aspetto, consistenza, stabilità nel tempo.


Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA)

Gli Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA) sono sostanze cancerogene che si sviluppano a causa delle alte temperature e quindi anche nella preparazione di svariati alimenti.

 


Valeriana o songino

Valeriana: un tipo di lattuga da non confondersi con la valeriana officinalis. Scopriamo le sue proprietà e come utilizzarla in cucina.


Diossine e PCB: cosa sono e come difendersi dai rischi alimentari

Le Diossone e i PCB sono tra i contaminanti ambientali e alimentari più pericolosi: ecco come arrivano nel cibo e come evitarli.


Vini Supertuscan

Supertuscans: i grandi vini rossi toscani che hanno deciso di fare a meno delle denominazioni Doc e Docg.


Vino rosé Pamplemousse

Vin de Pamplemousse, la bevanda a base di vino e succo di pompelmo che viene dalla Francia.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.