Sogliola

La solea solea, conosciuta comunemente come sogliola comune, è un pesce d'acqua salata appartenente alla famiglia delle Soleidae.

La sogliola è un pesce piatto dal corpo ovale, con una piccola pinna pettorale, che ha vissuto un'evidente evoluzione dovuta alla necessità di mimetizzarsi sul fondale dove rimane infossata per tutto il giorno, essendo un predatore notturno che si sposta solo di notte per cibarsi. Questa evoluzione ha portato a delle particolarità che oggi caratterizzano la sogliola: la sua pigmentazione varia da lato a lato, è bianca sul lato rivolto verso il fondale ed è mimetica sul lato rivolto verso l'acqua, perché si adatta all'ambiente circostante, quindi varia da zona a zona, da un marrone beige ad un grigio scuro a seconda della colorazione del fondale in cui vive, inoltre ha una postura sdraiata su un fianco, con uno dei due occhi che si è spostato a fianco dell'altro sullo stesso lato.

La sogliola è un animale piuttosto longevo, sembra che possa vivere fino a 20 anni.

Misura dai 20 ai 50 cm, anche se la sogliola nostrana, quella del Mar Mediterraneo non supera i 30 cm. Ne esistono poi altre tipologie di dimensioni minori, la sogliola turca, la sogliola gialla e la sogliola pelosa, tutte di carni molto prelibate.

Zone di diffusione della sogliola

Sogliola

La sogliola è diffusa nel mar Mediterraneo, nel mar Nero e nell'Oceano Atlantico nord-orientale tra la Scandinavia ed il Senegal. È presente anche nel mar del Nord e nel mar Baltico occidentale. Vive sui fondali sabbiosi o melmosi a profondità di circa 70-80 metri. D'inverno può scendere fino ai 200 metri.

Tecniche di pesca della sogliola

La sogliola è oggetto di intensa pesca, proprio perché uno dei pesci più prelibati sul mercato. Viene catturata con reti a strascico ma anche con attrezzi appositi chiamati sogliolare o sfogliare, cioè delle reti piccole, armate di denti nella parte inferiore e usate proprio per i pesci piatti come la sogliola, la razza o molluschi come telline e vongole. La sua pesca si fa più intensa nella Manica, nel mar del Nord meridionale, ma soprattutto nel Mediterraneo. In Italia la sogliola viene pescata prevalentemente nell'Adriatico e in Sicilia.

La sogliola in cucina

 

 

 

Le carni della sogliola sono bianco-rosate, morbide e delicate. Il loro sapore varia a seconda dell'alimentazione e dell'area di provenienza, le migliori sono quelle pescate nell'Adriatico, proprio perché in questo mare l'alimentazione delle sogliole è migliore. In generale, però, tutte le tipologie di sogliole sono largamente apprezzate sul mercato.

Vengono vendute intere o a filetti, fresche o congelate, spesso la pesca nazionale non soddisfa la totalità della richiesta e può capitare che le sogliole congelate provengano dal Nord Europa. Proprio per la delicatezza delle sue carni, questo pesce si presta a svariate preparazioni, una ricetta classica, di origine probabilmente francese, ma conosciuta in tutta Italia, è la sogliola alla mugnaia, infarinata e poi rosolata nel burro, accompagnata da limone e prezzemolo.

 

 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Meringa (italiana, francese, svizzera)

La meringa (italiana, francese, svizzera), una preparazione di pasticceria a base di albume d'uovo e zucchero.


Meringa (italiana, francese, svizzera)

La meringa (italiana, francese, svizzera), una preparazione di pasticceria a base di albume d'uovo e zucchero.


Crostacei

I crostacei: dall'astice ai percebes, tutto quello che c'è da sapere sui crostacei.


Molluschi cefalopodi

I molluschi cefalopodi, i Supermolluschi, di cui fanno parte 5 specie molto importanti per l'alimentazione umana.

 


Maionese

La maionese: storia, preparazione, ricetta casalinga.


Acido fitico e fitati in crusca, legumi e cereali: sono pericolosi?

L'acido fitico e i fitati sono sostanze contenute nella crusca, nei semi oleosi, nei legumi e nei cereali, che possono comportare carenze di ferro e zinco. C'è da preoccuparsi?


Molluschi bivalvi

I molluschi bivalvi: caratteristiche, varietà e curiosità di questo affascinante mondo animale.


Istamina negli alimenti: cos'è e quali sono i danni dell'intossicazione da ammine biogene

L'istamina è una delle ammine biogene che possono contaminare gli alimenti e dare origine a malattie a comparsa improvvisa: ecco come evitare di ingerirla.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.