Lampascioni

I lampascioni o lampagioni sono come delle piccole cipolline selvatiche, chiamati anche cipollotti col fiocco per via dell'arzigogolato fiore viola che si forma sull'estremità superiore dello stelo. La pianta dei lampascioni è chiamata scientificamente Leopoldia comosa e appartiene alla famiglia delle Liliacee, come lo scalogno, l'aglio, la cipolla, il porro e l'asparago.

I lampascioni sono diffusi in tutta la zona mediterranea, dove crescono anche spontaneamente, in Italia in particolare nelle regioni Puglia e Basilicata dove sono entrati nell'elenco dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali.

Il miglior periodo per consumare i lampascioni va dalla primavera, epoca della fioritura, fino a tutta l'estate. La parte commestibile dei lampascioni è il bulbo, raccolto ad una profondità di circa 10-20 cm.
Il suo sapore è lievemente amarognolo, acidulo e fortemente aromatico.

I lampascioni in cucina

Lampascioni

I lampascioni vanno puliti accuratamente una volta raccolti per togliere tutto il terriccio, sbucciati, lavati e sciacquati più e più volte.

Possono essere consumati in varie ricette tipiche della cucina pugliese e lucana, per esempio possono essere fritti (interi o ridotti a una purea per dar forma a delle frittelle), stufati in padella e abbinati alle uova, oppure la preparazione più classica, reperibile anche al di fuori del Meridione, è quella sottolio.

Prima vengono bolliti e poi messi in vasetti di vetro ricoperti d'olio con l'aggiunta di erbe aromatiche quali il timo, l'origano e il peperoncino.

 

 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Crostacei

I crostacei: dall'astice ai percebes, tutto quello che c'è da sapere sui crostacei.


Molluschi cefalopodi

I molluschi cefalopodi, i Supermolluschi, di cui fanno parte 5 specie molto importanti per l'alimentazione umana.


Maionese

La maionese: storia, preparazione, ricetta casalinga.


Acido fitico e fitati in crusca, legumi e cereali: sono pericolosi?

L'acido fitico e i fitati sono sostanze contenute nella crusca, nei semi oleosi, nei legumi e nei cereali, che possono comportare carenze di ferro e zinco. C'è da preoccuparsi?

 


Molluschi bivalvi

I molluschi bivalvi: caratteristiche, varietà e curiosità di questo affascinante mondo animale.


Istamina negli alimenti: cos'è e quali sono i danni dell'intossicazione da ammine biogene

L'istamina è una delle ammine biogene che possono contaminare gli alimenti e dare origine a malattie a comparsa improvvisa: ecco come evitare di ingerirla.


Patate

Le patate: arrivate nel Cinquecento in Europa sono uno degli ingredienti di base della cucina italiana e di tutto il mondo.


Insalata

L'insalata: un mix di alimenti, non solo ortaggi, che vengono conditi con olio, sale e aceto e consumato freddo.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.