Patate

Calorie e valori nutrizionali

Ricette a base di patate

Le patate sono tuberi farinosi originari del Sud America, furono introdotti in Europa nel Cinquecento.

Le patate vengono distinte a seconda della consistenza della pasta che può essere soda o farinosa.

Le più diffuse sono quelle a pasta gialla, sode, e a pasta bianca, farinose.
Le prime sono più adatte per essere bollite e fritte, poiché tendono a rimanere compatte e a non sfaldarsi quando vengono tagliate, le seconde vanno usate in purè, gnocchi e minestroni, in quanto tendono a sfaldarsi.

Esitono moltissimi tipi di patate, alcune delle quali particolarmente pregiate e costose.

Patate

Patate novelle

Le patate novelle sono quelle raccolte prima della completa maturazione, hanno la buccia sottile e la polpa più tenera e dolce, di solito sono più piccole di quelle mature ma questo non si verifica necessariamente.

Fecola di patate

La fecola di patate è una farina composta dall'amido delle patate, viene usata in cucina come addensante e dall'industria per produrre glucosio e alcol.

Qualità nutrizionali

Le patate hanno un apporto calorico elevato per essere delle verdure, quindi le quantità assunte vanno sempre valutate con attenzione.

Le patate hanno infatti un indice di sazietà abbastanza basso, come pure i derivati classici delle patate (purè, gnocchi).

 

 

Sono invece interessanti se utilizzate insieme a cibi proteici come il tonno o la carne, per preparare interessanti ricette Sì. Contengono una discreta quantità di vitamina C, che però viene persa in buona parte durante la cottura.

Le patate esposte alla luce e germogliate sviluppano una maggior quantità di solanina, una sostanza tossica naturale che viene inattivata quasi completamente con la cottura, quindi è bene conservarle in luogo buio ed evitare di farle germogliare.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Vino blu (Gik)

Il primo vino blu del mondo (prodotto dalla compagnia Gik), realizzato a tavolino da un'azienda spagnola, ha destato scalpore e curiosità.


Burrolì: no grazie!

Burrolì: il surrogato del burro fatto con olio di riso, burro di cacao e olio extravergine, che pretende (a torto) di essere un ottimo sostituto del burro.


Furano negli alimenti: cos'è, dove si trova e come evitarlo

Il furano è una molecola potenzialmente cancerogena per l'uomo: scopriamo dove si trova e come evitarlo negli alimenti..


Micotossine dell'ergotismo

Tra le manifestazioni più importanti di intossicazioni da micotossine troviamo senz'altro l'ergotismo, patologia causata dalla farina di segale contaminata dalla muffa Claviceps purpurea.

 


Micotossine

Le micotossine sono sostanze tossiche, spesso cancerogene, prodotte dalle muffe che facilmente contaminano le derrate alimentari.


Aflatossine

Le aflatossine sono micotossine (cioè tossine prodotte da funghi) cancerogene che si producono abbastanza facilmente nei cereali, nella frutta secca e in altri alimenti di uso comune.


Latte di bufala

Il latte di capra è più adatto alla produzione di formaggi freschi o poco stagionati, poiché non resiste alle alte temperature.


Salumi ed insaccati

In questa pagina trovi una descrizione dei salumi e degli insaccati, un elenco dettagliato dei salumi tradizionali italiani, e di alcuni salumi internazionali.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.