Lattuga romana

Calorie e valori nutrizionali

La lattuga romana è una delle lattughe della famiglia delle Compositae, appartenente alla varietà longifolia, infatti presenta foglie dritte e cespo allungato e compatto, la sua colorazione varia dal bianco della parte centrale al verde chiaro fino al verde scuro delle foglie più esterne e della parte più alta.
La lattuga romana può raggiungere una lunghezza di 40 cm e un peso di 300 grammi.

È una pianta presente in tutte le zone del Mediterraneo ed in tutta Italia, dove si adatta ad essere coltivata nei vari mesi dell'anno e nei differenti ambienti climatici. D'inverno viene anche esportata nel Nord Europa.

Romana

Uso della lattuga romana in cucina

La lattuga romana si presta a svariate preparazione. Le sue foglie sono spesse e croccanti, e possono essere consumate tutte crude in insalata se è fresca.

Una delle ricette che vede la lattuga romana protagonista è la Caesar salad, un'insalata di fama internazionale e che erroneamente si crede messicana, venne infatti ideata da un cuoco italiano che gestiva il suo ristorante in Messico. La Caesar salad è composta dalle foglie centrali della lattuga, dal parmigiano reggiano, da quadratini di pane bruschettato e da pezzi di pollo arrostito.

Alcune volte può capitare che le foglie esterne della romana risultino un po' troppo dure, non occorre buttarle via ma si possono cucinare per renderle più tenere: lessate, stufate in padella con aglio e pomodoro, o utilizzate nella preparazione di paste o risotti.
Una volta cucinate il sapore delle foglie della lattuga romana ricorda un po' quello degli asparagi.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Quanto zucchero al giorno?

Quanto zucchero possiamo assumere al giorno? Facciamo chiarezza analizzando il documento ufficiale dell'OMS.


Lo zucchero fa male?

Lo zucchero fa male? Analizzando il documento ufficiale dell'OMS scopriamo che non è così 'tossico' come molti vorrebbero farci credere...


Fruttosio

Il fruttosio: lo zucchero a basso indice glicemico e con potere dolcificante (teorico) superiore al saccarosio.


Antiossidanti

Gli antiossidanti sono additivi utilizzati per evitare l'irrancidimento ossidativo, gli imbrunimenti e altre alterazioni causate dall'ossigeno. Alcuni di essi sono innocui, altri potenzialmente a rischio.

 


Burro a ridotto contenuto di colesterolo: un prodotto inutile!

Il burro a ridotto contenuto di colesterolo ne contiene l'80% in meno, tuttavia non essendo il burro una fonte importante di colesterolo, non ha molto senso utilizzarlo.


Burro light o a ridotto contenuto calorico: lasciamo perdere!

Il burro light (o leggeto, o a ridotto contenuto calorico) contiene la metà dei grassi e delle calorie rispetto al burro, ma ciò nonostante rimane un prodotto che non comporta vantaggi particolari.


Cioccolato rosa o ruby

Il cioccolato rosa o ruby (rubino): la novità del 2017, assolutamente naturale, senza coloranti, prodotto dalla casa cioccolatiera Callebaut.


Margarina

La margarina è un grasso alimentare solido, prodotto industrialmente, utilizzato come surrogato del burro, da evitare nella stragrande maggioranza dei casi.