Artrite

L'artrite è un'infiammazione che può colpire una o più articolazioni. I principali sintomi di artrite sono il dolore e la rigidità articolare, che di solito peggiorano con l'avanzare dell'età. Altre manifestazioni cliniche frequenti sono la tumefazione, il calore e l'arrossamento.

Esistono più di 100 tipologie differenti di artrite e le più frequenti sono:

Il trattamento varia a seconda del tipo di artrite. Gli obiettivi principali della terapia mirano a ridurre i sintomi e migliorare la qualità della vita della persona.

Artrite gottosa

L'artrite gottosa è caratterizzata da improvvisi e severi attacchi di dolore e arrossamento delle articolazioni, che spesso colpiscono alla base dell'alluce.

È una forma complessa di artrite, che può colpire chiunque. Gli uomini hanno una più alta probabilità di ammalarsi, anche se la probabilità nelle donne, aumenta notevolmente dopo la menopausa.

Un attacco gottoso può verificarsi improvvisamente, spesso il paziente si sveglia nel mezzo della notte con la sensazione di avere l'alluce in fiamme. L'articolazione colpita è calda e gonfia e qualsiasi peso sopra di essa è intollerabile.

 

 

Fortunatamente, l'artrite gottosa è curabile ed esistono terapie per ridurre il rischio che si ripresenti.

Cause

L'artrite gottosa si verifica quando i cristalli di urato si accumulano nelle articolazioni, provocando l'infiammazione e il dolore intenso. I cristalli di urato generalmente si formano quando si hanno alti livelli di acido urico nel sangue.

Normalmente, l'acido urico si dissolve nel sangue e viene filtrato attraverso i reni ed eliminato con le urine. I depositi possono però aumentare quando l'organismo produce troppo acido urico oppure i reni ne espellono una quantità troppo bassa. Quando ciò accade, l'acido urico può accumularsi, formando i cristalli di urato, che causano il dolore, l'infiammazione e il gonfiore tipici della malattia.

Sintomi

Artrite

I segni e i sintomi dell'artrite gottosa si verificano quasi sempre all'improvviso, spesso di notte e senza preavviso. Le manifestazioni cliniche includono:

  • Dolore: l'artrite gottosa colpisce generalmente l'articolazione dell'alluce, ma può verificarsi a piedi, caviglie, ginocchia, mani e polsi. Il dolore è più severo entro le prime 4 -12 ore.
  • Infiammazione e arrossamento: l'articolazione o le articolazioni affette diventano gonfie, calde e arrossate.
  • Movimenti limitati: la diminuzione della mobilità articolare si può verificare con la progressione della malattia.

Diagnosi

Gli esami che permettono di diagnosticare l'artrite gottosa includono:

  • Esame del liquido sinoviale: se esaminato al microscopio, il liquido articolare può dimostrate i cristalli di urato.
  • Esame del sangue: utilizzato per misurare i livelli di acido urico e della creatinina nel sangue, anche se può essere fuorviante.
  • Radiografia: i raggi X possono essere utilizzati per escludere altre cause di infiammazione delle articolazioni.
  • Ecografia: l'ecografia muscolo-scheletrica è in grado di rilevare i cristalli di urato. Questa tecnica è la più utilizzata per fare diagnosi di artrite gottosa.
  • TAC: è in grado di rilevare la presenza di cristalli di urato in un'articolazione, anche quando non è acutamente infiammata.

Terapia

Il trattamento per curare l'artrite gottosa di solito comporta l'utilizzo di farmaci, i quali possono essere utilizzati per il trattamento di attacchi acuti oppure per ridurre il rischio di complicanze, come ad esempio lo sviluppo di tofi da depositi di cristalli di urato.

Per trattare gli attacchi acuti si utilizzano:

  • FANS;
  • colchicina;
  • corticosteroidi.

Farmaci per ridurre il rischio di complicanze includono:

  • farmaci che bloccano la produzione di acido urico (inibitori della xantina ossidasi);
  • farmaci che favoriscono la rimozione di acido urico (probenecid).

Artrite idiopatica giovanile

L'artrite idiopatica giovanile, conosciuta anche come artrite reumatoide giovanile, è il tipo più comune di artrite nei bambini di età inferiore ai 17 anni. Provoca dolore persistente, gonfiore e rigidità articolare. Alcuni bambini possono presentare sintomi solo per pochi mesi, mentre altri hanno sintomi per tutta la vita.

Alcuni tipi di artrite reumatoide giovanile possono causare gravi complicazioni, come problemi di crescita e infiammazione oculare.

Il trattamento dell'artrite idiopatica giovanile si concentra sul controllo del dolore, sul miglioramento della mobilità e nel prevenire il danno articolare.

Cause

L'artrite idiopatica giovanile si verifica quando il sistema immunitario attacca le proprie cellule e tessuti.

Il motivo di tale fenomeno non è ancora conosciuto, anche se sia l'ereditarietà sia alcuni fattori ambientali, sembra giochino un ruolo importante. Infatti alcune mutazioni genetiche possono rendere una persona più suscettibile a fattori ambientali (come ad esempio i virus) i quali possono scatenare la malattia.

Sintomi

 

I segni e i sintomi di artrite reumatoide giovanile più comuni sono:

  • Dolore: soprattutto al mattino o dopo essere stati fermi qualche ora.
  • Gonfiore: il gonfiore delle articolazioni è comune e si sviluppa prima nelle articolazioni più grandi come il ginocchio.
  • Rigidità: esecuzione di movimenti più goffi del solito, anche questa compare più spesso al mattino.

L'artrite reumatoide giovanile può colpire un'articolazione o più d'una. In alcuni casi, l'artrite colpisce tutto il corpo, causando ingrossamento dei linfonodi, eruzioni cutanee e febbre.

Come altre forme di artrite, l'artrite idiopatica giovanile è caratterizzata da momenti in cui i sintomi divampano e da momenti in cui i sintomi scompaiono.

Diagnosi

La diagnosi di artrite idiopatica giovanile è spesso difficile perché il dolore articolare può essere causato da diversi tipi di condizioni patologiche.

Nessun singolo test può confermare una diagnosi, ma gli esami possono aiutare a escludere altre condizioni che producono segni e sintomi simili.

Gli esami del sangue possono evidenziare alcune caratteristiche tipiche che includono:

  • velocità di eritrosedimentazione elevata;
  • proteine c-reattiva elevata;
  • anticorpi anti-nucleo (ANA);
  • fattore reumatoide;
  • peptide ciclico citrullinato.

Possono inoltre essere effettuati esami radiologici come la radiografia o la risonanza magnetica per escludere fratture, tumori, infezioni o difetti congeniti.

Terapia

Il trattamento per l'artrite idiopatica giovanile ha lo scopo di aiutare il bambino a mantenere un normale livello di attività fisica e sociale. Per fare questo, vengono utilizzate una combinazione di strategie per alleviare il dolore e il gonfiore, mantenere movimento e forza normali e prevenire le complicanze.

I farmaci utilizzati includono:

  • FANS;
  • metotrexato;
  • sulfasalazina;
  • inibitori del TNF;
  • anticorpi monoclonali;
  • corticosteroidi.

Artrite psoriasica

L'artrite psoriasica è una forma di artrite che colpisce alcune persone affette da psoriasi (patologia della pelle caratterizzata da chiazze rosse sulla pelle). La maggior parte delle persone sviluppano dapprima la psoriasi e solo successivamente l'artrite psoriasica; anche se i problemi articolari, a volte, possono iniziare prima della comparsa delle lesioni cutanee.

Il dolore alle articolazioni, la rigidità articolare e il gonfiore sono i principali sintomi di artrite psoriasica; possono colpire qualsiasi parte del corpo, tra cui le dita e la colonna vertebrale e possono essere leggeri o severi. In entrambe le malattie (psoriasi e artrite psoriasica) le riacutizzazioni possono alternarsi a periodi di remissione.

Non esiste nessuna cura per l'artrite psoriasica, per cui l'attenzione è rivolta nel controllo dei sintomi e nella prevenzione dei danni alle articolazioni. In assenza di trattamento, l'artrite psoriasica può essere invalidante.

Artrite reattiva

L'artrite reattiva è un'artrite acuta che causa dolore e gonfiore, la quale è innescata da un'infezione in un'altra parte del corpo, il più delle volte a livello dell'intestino, dei genitali o del tratto urinario.

Le ginocchia e le articolazioni delle caviglie e dei piedi sono le sedi maggiormente colpite in corso di artrite reattiva. L'infiammazione può anche colpire gli occhi, la pelle e l'uretra.

L'artrite reattiva è una patologia non comune; per la maggior parte delle persone, i segni e sintomi di artrite reattiva sono intermittenti e spesso scompaiono entro 12 mesi.

Cause

L'artrite reattiva si sviluppa in reazione a un'infezione localizzata in un altro distretto dell'organismo, come a livello dell'intestino, dei genitali o delle vie urinarie. Spesso non si è a conoscenza dell'infezione primaria, in quanto può causare solo sintomi lievi o essere asintomatica.

Numerosi batteri possono causare l'artrite reattiva. I più comuni sono:

  • chlamydia;
  • salmonella;
  • shigella;
  • yersinia;
  • campylobacter.

L'artrite reattiva non è contagiosa; tuttavia, i batteri che la causano possono essere trasmessi sessualmente o attraverso l'ingestione di alimenti contaminati.

Sintomi

I segni e sintomi di artrite reattiva iniziano in genere da una a tre settimane dopo l'esposizione all'infezione scatenante. Essi possono includere:

  • Dolore e rigidità: i dolori articolari associati all'artrite reattiva si verificano più comunemente a livello delle ginocchia, caviglie e piedi.
  • Infiammazione oculare: molte persone affette da artrite reattiva sviluppano anche un'infiammazione oculare (congiuntivite).
  • Patologie urinarie: possono verificarsi disuria e pollachiuria e infiammazione della prostata o della cervice.
  • Gonfiore delle dita: in alcuni casi, le dita dei piedi o delle mani possono gonfiarsi.

Diagnosi

Durante l'esame fisico del paziente, è possibile esaminare le articolazioni e i segni d'infiammazione come il gonfiore e il calore. Viene valutata l'ampiezza del movimento della colonna vertebrale e delle articolazioni colpite. Vengono inoltre controllati gli occhi, per valutare l'infiammazione e la pelle, per le eruzioni cutanee.

Esami che possono essere richiesti includono:

  • Esami del sangue: per valutare la presenza d'infiammazioni, infezioni e anticorpi associati ad altri tipi di artrite.
  • Esame del liquido sinoviale: per valutare il numero di globuli bianchi, segni d'infezione e la presenza di cristalli di acido urico.
  • Radiografia: per controllare la presenza di segni caratteristici dell'artrite reattiva.

Terapia

L'obiettivo del trattamento è quello di gestire i sintomi e curare le eventuali infezioni che hanno scatenato la patologia.

Nei casi in cui l'artrite reattiva sia stata innescata da un'infezione batterica, vengono utilizzati antibiotici.

Per trattare le manifestazioni cliniche vengono utilizzati i seguenti farmaci;

  • FANS;
  • corticosteroidi;
  • sulfasalazina;
  • metotrexato.

Artrite reumatoide

L'artrite reumatoide è una malattia infiammatoria cronica che può colpire più articolazioni. In alcune persone, la patologia, può anche danneggiare una vasta gamma di apparati del corpo, compresa la pelle, gli occhi, i polmoni, il cuore e i vasi sanguigni.

È una malattia autoimmune, che si verifica quando il sistema immunitario attacca erroneamente le cellule del proprio corpo.

A differenza del danno da usura dell'osteoartrite, l'artrite reumatoide colpisce il rivestimento delle articolazioni, causando un rigonfiamento doloroso che può eventualmente provocare l'erosione ossea e la deformità articolare.

L'infiammazione associata all'artrite reumatoide può danneggiare anche altre parti del corpo.

Alcuni nuovi tipi di farmaci (i farmaci biologici) hanno migliorato notevolmente i sintomi della malattia, ma forme gravi di artrite reumatoide possono ancora causare disabilità fisiche importanti.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute


Neurite ottica

La neurite ottica è un'infiammazione che interessa e danneggia il nervo ottico, un fascio di fibre nervose.


Chikungunya

La Chikungunya è una malattia virale trasmessa all'uomo da una zanzara infetta. Solitamente il virus provoca febbre.


Distrofia di Duchenne

La distrofia muscolare di Duchenne (DMD) è il tipo più comune di distrofia ed è causata da un difetto del gene che dovrebbe mantenere i muscoli sani e fa parte quindi delle malattie genetiche ereditarie.


Drepanocitosi

La drepanocitosi, o anemia falciforme, è una forma ereditaria di anemia, una condizione per la quale non vi è un numero sufficiente di globuli rossi sani nel sangue.

 


Coccigodinia

La coccigodinia, o dolore al coccige, è un’infiammazione che si verifica intorno al coccige, ovvero la struttura ossea che si trova nella parte inferiore della colonna vertebrale.


Cistinuria

La cistinuria è una malattia ereditaria che provoca la formazione di calcoli, prodotti a causa dell’incapacità dei reni di riassorbire la cistina.


Claudicatio intermittens

La condizione chiamata “claudicatio intermittens” si riferisce ad un dolore, che interessa nella maggior parte dei casi gli arti inferiori.


Cisti dermoide

Una cisti dermoide è un tumore benigno, detto anche teratoma, che si sviluppa prevalentemente nelle ovaie.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.