Disturbo narcisistico di personalità

Il disturbo narcisistico di personalità è un disturbo mentale che porta le persone che ne soffrono a sentirsi sempre importanti, in costante ricerca e bisogno diammirazione, senza possedere una capacità empatica per gli altri.

Spesso dietro questa maschera di apparente benessere si nasconde una fragile autostima, vulnerabile alla minima critica. Il termine del disturbo deriva dalla storia di Narciso. Egli, infatti, si avvicinò ad uno specchio d'acqua e si innamorò dalla sua immagine riflessa.

Questo disturbo provoca problemi in molti ambiti nella vita, come nelle relazioni, negli affari finanziari o nel lavoro. Le persone infatti si sento infelici e deluse se non ricevono speciali attenzioni e ammirazione da parte delle altre persone, trovando così la maggior parte dei rapporti insoddisfacenti. Una grande difficoltà della persona che soffre di questo disturbo è appunto l'area delle relazioni, infatti la mancanza di sensibilità ed empatia per i bisogni altrui, uniti ad una forte superbia, sfociano in rapporti che tendono allo sfruttamento e alla manipolazione delle altre persone. Lo scopo delle relazioni per le persone che soffrono di questo disturbo è quello di raggiungere la soddisfazione dei loro scopi, ovvero essere ammirati e lodati dagli altri.

Cause

Non si sa esattamente che cosa provochi un disturbo narcisistico di personalità, come con altri disturbi mentali, le cause sono complesse e multiple. Il disturbo narcisistico di personalità può essere collegato a:

  • problemi nella relazioni padre-figlio, caratterizzata da eccessivi vizi e coccole o eccessive critiche;
  • genetica o  cause psico-biologiche, ovvero il collegamento tra cervello-comportamento-pensiero.

 

 

Fattori di rischio

Il disturbo narcisistico di personalità è raro. Può capitare che, durante l'infanzia e l'adolescenza, i bambini mostrino dei tratti di narcisismo, ma questi comportamenti sono tipici dell'età evolutiva nella quale si trovano e non significa che andranno a sviluppare un disturbo narcisistico di personalità negli anni futuri. Questo disturbo colpisce per lo più i soggetti di sesso maschile rispetto a quello femminile, e spesso inizia negli anni dell'adolescenza o all'inizio dell'età adulta. Anche se la causa del disturbo narcisistico di personalità non è nota, alcuni ricercatori pensano che, nei bambini biologicamente vulnerabili, stili genitoriali che tendono a sopravvalutare la particolarità del bambino e criticano eccessivamente i fallimenti, siano parzialmente responsabili nello sviluppo del disturbo. Il bambino può nascondere una bassa autostima attraverso lo sviluppo di un senso apparente di perfezione che necessita di una costante ammirazione.

Disturbo narcisistico di personalità

Sintomi

Il disturbo narcisistico di personalità fa parte dei vari disturbi di personalità, questi disturbi, generalmente, sono caratterizzati da particolari tratti di personalità che causano comportamenti, spesso, socialmente limitanti e dolorosi, andando così ad infierire sulla capacità di mettersi in relazione di una persona.

Se si soffre di disturbo narcisistico di personalità, si può assumere un comportamento presuntuoso, pretenzioso e vanaglorioso. Spesso la persona tende a monopolizzare le conversazioni, sminuire le altre persone e trattarle come inferiori. Ci si può sentire in diritto di avere sempre un trattamento speciale, e quando non lo si ottiene si può diventare impazienti o provare una forte rabbia. Si insiste per avere il "meglio" di tutte le cose, come per esempio la macchina o le cure mediche migliori. Se nella gestione delle situazioni si incontrano delle difficoltà si provano sentimenti di insicurezza, vergona e umiliazione. Per sentirsi meglio, difendersi di fronte ad fallimento e sentirsi comunque superiore, la persona narcisistica sminuisce con rabbia e disprezzo le altre persone. Quando ci si rende conto di non essere perfetti in qualcosa ci si può sentire lunatici e depressi. Molti esperti utilizzano i criteri del Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM-5), pubblicato dalla American Psychiatric Association, per diagnosticare le condizioni mentali dei disturbi di personalità.

 

I criteri del DSM-5 per il disturbo narcisistico di personalità includono le seguenti caratteristiche:

  • provare un esagerato senso di auto-importanza;
  • sentire il bisogno di essere riconosciuti come superiori, anche senza dei risultati;
  • esagerare i propri successi e talenti;
  • avere fantasie di successo, potere, fascino, bellezza ed amore in maniera eccessiva;
  • credersi superiori e sentirsi compresi solo da persone altrettanto speciali;
  • richiedere costante ammirazione;
  • sentirsi sempre in diritto di dire o fare qualcosa;
  • avere aspettative di rispetto e gratitudine molto elevate;
  • approfittare degli altri per ottenere ciò che si vuole;
  • incapacità di riconoscere le esigenze e i sentimenti degli altri;
  • invidiare le altre persone o credere che gli altri ti invidino;
  • comportarsi in maniera arrogante e altezzosa.

Può capitare che la persona che soffre di questo disturbo sia tendenzialmente depressa, si accorge, infatti, che le sue aspettative troppo elevate non trovano risconto nella realtà, creando così nella persona uno stato di disperazione e insoddisfazione per la vita.

Diagnosi

Il disturbo di personalità narcisistico è diagnosticata sulla base di:

  • segni e sintomi;
  • una valutazione psichiatrica approfondita, che può includere la compilazione di questionari;
  • un esame fisico per escludere problemi fisici.

Alcune caratteristiche del disturbo narcisistico sono simili a quelle di altri disturbi di personalità ed è inoltre possibile soffrire di uno o più disturbi di personalità allo stesso tempo.

Trattamento

Per il trattamento del disturbo di personalità narcisistico si utilizza la terapia della parola, ovvero la psicoterapia. La psicoterapia può aiutare a:

  • imparare a relazionarsi con gli altri in modo che le relazioni diventino più intime e gratificanti;
  • comprendere le cause delle emozioni e ciò che spinge a competere sempre con gli altri, a diffidare e a disprezzare alcune persone.

La terapia potrebbe richiedere diversi anni, poiché i tratti di personalità possono essere difficili da cambiare. Le aree di cambiamento interessate, che potrebbero aiutare a migliorare il proprio sé, sono:

  • riuscire ad accettare e mantenere le relazioni amicali e lavorative;
  • riconoscere e accettare le proprie competenze, in modo da poter tollerare le critiche;
  • aumentare le proprie capacità di introspezione sui sentimenti e sulle emozioni provate;
  • comprendere e tollerare l'impatto dei problemi relativi alla propria autostima;
  • liberarsi dagli obiettivi irraggiungibili, porsi delle condizioni ideali e accettare ciò che è veramente raggiungibile.

Non ci sono farmaci specificamente usati per trattare il disturbo narcisistico di personalità. Tuttavia, se si hanno sintomi di depressione, ansia o di altre condizioni, i farmaci come gli antidepressivi o farmaci ansiolitici possono essere utili.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute


Neurite ottica

La neurite ottica è un'infiammazione che interessa e danneggia il nervo ottico, un fascio di fibre nervose.


Chikungunya

La Chikungunya è una malattia virale trasmessa all'uomo da una zanzara infetta. Solitamente il virus provoca febbre.


Distrofia di Duchenne

La distrofia muscolare di Duchenne (DMD) è il tipo più comune di distrofia ed è causata da un difetto del gene che dovrebbe mantenere i muscoli sani e fa parte quindi delle malattie genetiche ereditarie.


Drepanocitosi

La drepanocitosi, o anemia falciforme, è una forma ereditaria di anemia, una condizione per la quale non vi è un numero sufficiente di globuli rossi sani nel sangue.

 


Coccigodinia

La coccigodinia, o dolore al coccige, è un’infiammazione che si verifica intorno al coccige, ovvero la struttura ossea che si trova nella parte inferiore della colonna vertebrale.


Cistinuria

La cistinuria è una malattia ereditaria che provoca la formazione di calcoli, prodotti a causa dell’incapacità dei reni di riassorbire la cistina.


Claudicatio intermittens

La condizione chiamata “claudicatio intermittens” si riferisce ad un dolore, che interessa nella maggior parte dei casi gli arti inferiori.


Cisti dermoide

Una cisti dermoide è un tumore benigno, detto anche teratoma, che si sviluppa prevalentemente nelle ovaie.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.