Aloe vera

L'Aloe vera è una pianta succulenta che non si trova in natura, se non nelle coltivazioni, utilizzata da secoli in erboristeria: le prime testimonianze del suo utilizzo risalgono addirittura al 2000 a.C. L'Aloe vera era utilizzata dagli egizi nelle imbalsamazioni e come cosmetico, ed è citata anche nella bibbia.

Nel 1959 Bill Coats, un farmacista texano, ideò un metodo per evitare l'ossidazione e la fermentazione della polpa, dando il via al suo utilizzo sia per uso topico, che come integratore alimentare, e allo studio sistematico degli effetti sulla salute dell'Aloe vera.

Inizialmente l'Aloe vera venne riconosciuta come efficace per trattare le ustioni di primo e secondo grado, in seguito le vennero attribuite svariate proprietà, tra cui:

  • proprietà rigenerante, proteolitica e cicatrizzante;
  • proprietà antinfiammatoria, analgesica e antiprurito;
  • proprietà virostatica, fungicida e batteriostatica;
  • proprietà disintossicante;
  • proprietà antitumorali.

In realtà, col tempo si scoprì che la maggior parte di queste caratteristiche non erano affatto dimostrate, e attualmente gli studi sembrano confermare solamente due proprietà: quella contro le ustioni e quella contro l'herpes che colpisce i genitali.

I principali principi attivi dell'aloe vera sono due: gli zuccheri complessi, e in particolare l'acemannano, un particolare tipo di glucomannano contenuto nel gel presente nella parte interna della pianta; gli antrachinoni, sostanze fortemente lassative contenute nella foglia. L'aloe contiene poi molte altre sostanze, tra cui vitamine, sali minerali, aminoacidi, acidi organici, fosfolipidi, enzimi, lignine e saponine.

 

 

 

Commercialmente, l'aloe vera viene commercializzata sottoforma di creme e unguenti per uso esterno, oppure sottoforma di gel o in altre forme da ingerire, oppure viene addizionata ad altri alimenti come yogurt, dessert, bevande.

Controindicazioni

Allo stato attuale degli studi si considera l'applicazione topica di Aloe vera abbastanza sicura, sebbene possa indurre in alcuni casi dermatite da contatto, eritema, o fototossicità.

L'ingestione orale di Aloe vera può causare diarrea, che a sua volta può portare ad uno squilibrio elettrolitico, disfunzione renale, secchezza delle fauci, cefalea e nausea. Uno studio sui ratti ha dimostrato che l'Aloe vera è in grado di indurre il cancro, mentre non esistono ancora studi approfonditi sugli esseri umani.

Aloe vera

Benefici dell'integrazione di Aloe vera

Effetti accertati (forte evidenza)

Cura delle ustioni di primo e secondo grado: l'applicazione topica di aloe vera ha dimostrato una efficacia simile ai trattamenti farmacologici utilizzati per le ustioni.

Cura dell'herpes ai genitali: l'applicazione di Aloe vera si è dimostrata in grado di ridurre il tempo di guarigione dall'Herpes ai genitali.

Effetti possibili (prove ancora insufficienti)

Trattamento della psoriasi

Dosaggio consigliato

Le creme utilizzate negli studi avevano una concentrazione dello 0,5% di Aloe vera. La crema va applicata tre volte al giorno per l'herpes e due volte al giorno nelle ustioni.

Conclusioni

 

 

I vantaggi attribuiti all'Aloe vera sono decisamente sovrastimati. La maggior parte delle virtù attribuite alla pianta si basano su studi che poi non sono stati confermati o sono stati clamorosamente smentiti, soprattutto per quanto riguarda l'assunzione orale, che presenta non pochi dubbi riguardo la sua potenziale tossicità. Attualmente si può affermare che l'applicazione topica di Aloe vera può essere efficace per curare le ustioni di primo e secondo grado, e per curare l'herpes ai genitali.

Bibliografia

An evaluation of the biological and toxicological properties of Aloe barbadensis (miller), Aloe vera

"Aloe Vera – Side Effects and Cautions". National Center for Complementary and Alternative Medicine

Aloe vera: a systematic review of its clinical effectiveness

The efficacy of Aloe vera used for burn wound healing: A systematic review

Final report on the safety assessment of AloeAndongensis Extract, Aloe Andongensis Leaf Juice,aloe Arborescens Leaf Extract, Aloe Arborescens Leaf Juice, Aloe Arborescens Leaf Protoplasts, Aloe Barbadensis Flower Extract, Aloe Barbadensis Leaf, Aloe Barbadensis Leaf Extract, Aloe Barbadensis Leaf Juice,aloe Barbadensis Leaf Polysaccharides, Aloe Barbadensis Leaf Water, Aloe Ferox Leaf Extract, Aloe Ferox Leaf Juice, and Aloe Ferox Leaf Juice Extract

 

 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute


Cisti sinoviali

I gangli, o cisti sinoviali, sono grumi non cancerogeni che si sviluppano tipicamente lungo i tendini o le articolazioni.


Fistole anali

Con il termine fistola anale si intende la formazione di un piccolo canale vicino all’uscita dell’ano.


Granuloma anulare

Il granuloma anulare è un’infiammazione della pelle che comunemente si presenta con piccole lesioni sulla cute.


Herpes genitale

L'herpes genitale è una comune infezione sessualmente trasmissibile causata dal virus herpes simplex (HSV).

 


Idronefrosi

L'idronefrosi è una condizione che si verifica quando un rene si dilata a causa del fallimento del normale drenaggio delle urine.


Giradito

Il giradito, conosciuto anche come patereccio, è un'infezione che può coinvolgere una o più dita della mano.


Colesterolo alto e trigliceridi alti: cosa fare?

Colesterolo e trigliceridi: l'importanza dell'alimentazione nelle malattie cardiovascolari.


Grasso localizzato

Grasso localizzato: è davvero possibile eliminarlo con attività fisica o diete specifiche?

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.