Fentermina

La fentermina (fenil-terziario-butilammina) è un farmaco anoressizzante, approvato dalla FDA e venduto in diversi stati, tra cui gli USA, sotto prescrizione medica. Il farmaco più noto a base di fentermina è l'Adipex-P®. In Italia è vietata la commercializzazione e quindi anche l'importazione.

La fentermina agisce in modo simile alle anfetamine, e ne condivide anche gli effetti collaterali. Per questo motivo viene utilizzato prevalentemente nei soggetti obesi, refrattari alla dieta, per un limitato periodo di tempo, in abbinamento alla dieta e all'attività fisica, allo scopo di perdere peso.

Controindicazioni

L'assunzione di fentermina può causare molti effetti collaterali, tra cui secchezza delle fauci, sapore sgradevole dei cibi, diarrea, costipazione,  vomito, pressione alta, palpitazioni, stanchezza cronica, tremori, respiro corto, dolori al petto, stanchezza, difficoltà di coordinazione.

La fentermina interagisce con diversi farmaci, soprattutto con gli antidepressivi.

È controindicata per chi soffre di ipertensione, di diabete, in gravidanza e allattamento, nei bambini e negli anziani, e in chi deve guidare macchinari che necessitano di particolare attenzione e vigilanza.

Fentermina integratori

Benefici dell'integrazione di fentermina

Effetti accertati (forte evidenza)

Aiuta la perdita di peso se abbinata a dieta e attività fisica

Dosaggio consigliato

La dose consigliata è da una a tre capsule da 15 mg al giorno, per un periodo che va da 3 a massimo 6 settimane.

Conclusioni

La fentermina è un farmaco che presenta effetti collaterali non trascurabili, per questo è vietata la vendita in Italia, come del resto ormai da anni è vietata la vendita delle anfetamine a scopo dimagrante.

Bibliografia

Long-term weight loss: the effect of pharmacologic agents

 

 

Long-term weight control study: conclusions

Appetite suppressants: a review

Health advisory on fenfluramine/phentermine for obesity

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute


Botulino

il botulino: un batterio molto pericoloso che si sviluppa in ambienti poco acidi e anaerobici.


Bacillus cereus

Il Bacillus cereus è uno dei batteri che più comunemente provocano intossicazioni alimentari nelle ore successive ai pasti.


PAP test

Il PAP test è un esame citologico utilizzato nello screening del carcinoma della cervice uterina.


Selenio

Il selenio è un integratore utile solo in caso di carenza accertata, perché i rischi di sovradosaggio non sono da trascurare.

 


Hoodia gordonii

Hoodia gordonii è un integratore antifame derivato da un cactus, la cui efficacia non è dimostrata e che presenta alcuni problemi di tossicità.


Shock anafilattico

Lo shock anafilattico, chiamato anche anafilassi, è una grave reazione allergica, potenzialmente pericolosa per la vita di una persona.


L-Ornitina

L'ornitina è un integratore potenzialmente utile in caso di patologie che determinano un eccesso di ammoniaca, non sembra essere utile per gli sportivi.


Tè verde

Il tè verde contiene caffeina, polifenoli e catechine: può essere utile per prevenire alcune patologie ma la sua efficacia non è stata ancora pienamente dimostrata.