Fucoxantina

La fucoxantina è un pigmento vegetale, di colore marrone, che si trova nella maggior parte delle alghe brune. È una xantofilla, un carotenoide, una molecola strutturalmente simile al beta-carotene e alla vitamina A, anche se dal punto di vista biologico non ha un comportamento vitamino-simile.

La fucoxantina, attraverso i suoi metaboliti, sembra essere immagazzinato nelle cellule adipose per un periodo prolungato di tempo, e sembra avere la proprietà di inibire la differenziazione delle cellule di grasso e la loro proliferazione. Questa proprietà è stata dimostrata in un solo studio sugli esseri umani, controllato con placebo, in questo studio ha richiesto un certo periodo di tempo (5-16 settimane) per funzionare.

La fucoxantina sembra possedere anche altri benefici per la salute, perché sembra intervenire sul metabolismo del glucosio nei muscoli, il che potrebbe apportare benefici ai malati di diabete e di malattie cardiovascolari, perché indirettamente potrebbe intervenire sul metabolismo del colesterolo e dei trigliceridi. Sono state osservate anche effetti benefici sulla pressione sanguigna, sui depositi di grasso nel fegato e sui valori degli enzimi epatici.

Controindicazioni

Le controindicazioni della fucoxantina assunta tramite integratori di alghe brune sono quelle delle altre alghe (alghe azzurre): l'elevato contenuto in iodio potrebbe causare problemi ad alcuni soggetti che soffrono di problemi alla tiroide. La fucoxantina non è un integratore abbastanza studiato, sia per quanto riguarda i benefici, che per quanto riguarda i rischi, quindi non si può ancora dire nulla di certo riguardo la sua sicurezza.

Fucoxantina

Benefici dell'integrazione di fucoxantina

Effetti possibili (prove ancora insufficienti)

Efficace contro il sovrappeso e l'obesità

Dosaggio consigliato

I pochi studi clinici suggeriscono una dose efficace tra i 2,4 e gli 8 mg al giorno di fucoxantina, il che significa assumere 240-800 mg al giorno di un integratore di Undaria pinnafitida (un'alga bruna) che contiene l'1% di fucoxantina.

Conclusioni

La fucoxantina è un integratore promettente per combattere obesità e sovrappeso, anche perché sembra agire su meccanismi diversi rispetto al solito aumento del metabolismo, che si è rivelato un meccanismo sbagliato su cui puntare (perché quando funziona, ha effetti collaterali troppo pesanti, come nel caso dell'efedrina).

 

 

 

Tuttavia, è ancora molto presto per poter anche solo affermare che probabilmente ha effetti positivi, perché esiste un solo studio sugli esseri umani e solo alcuni studi sulle cavie. Dunque, bisognerà attendere ancora prima di poter consigliare questo integratore.

Attualmente esistono sul mercato integratori che contengono anche fucoxantina, ma spesso a dosaggi troppo bassi rispetto a quelli utilizzati negli studi scientifici.

Bibliografia

The Effects Of Xanthigen In The Weight Management Of Obese Premenopausal Women With Non-alcoholic Fatty Liver Disease And Normal Liver Fat

Fucoxanthin from edible seaweed, Undaria pinnatifida, shows antiobesity effect through UCP1 expression in white adipose tissues in Biochemical and biophysical research communications

 

 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute


Colonscopia

La colonscopia è un esame diagnostico utilizzato per rilevare le anomalie che interessano il colon e il retto.


Dermatofitosi (o tigna)

La dermatofitosi (o tigna) è un’infezione fungina, ovvero causata da un fungo, che che si sviluppa sullo strato superiore del derma.


Diverticolo di Zenker

Il diverticolo di Zenker è un diverticolo che si forma nell'ipofaringe, è una lesione rara che si verifica soprattutto nelle persone anziane.


Dislipidemie

Le dislipidemie consistono nell'aumento dei lipidi (grassi) nel sangue, possono essere primitive o secondarie.

 


Condromalacia

La condromalacia è una malattia degenerativa che colpisce la cartilagine, in particolar modo colpisce la zona patellofemorale.


Condroma

Il condroma è un tumore benigno composto da cartilagine ialina matura, in genere ha un potenziale di crescita limitato e non è localmente aggressivo.


Diverticolo di Meckel

Il diverticolo di Meckel ha le sembianze di un sacco e si sviluppa in prossimità dell’ileo distale.


Cistite interstiziale

La cistite interstiziale, chiamata anche sindrome della vescica dolorosa, è una patologia cronica.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.