Magnesio

Il magnesio è un minerale molto importante, essendo il secondo elettrolita più diffuso, dopo il sodio. Il magnesio è coinvolto in più di 300 reazioni che avvengono nell'organismo. Svolge una funzione fondamentale nel tessuto osseo, nelle reazioni enzimatiche che utilizzano l'ATP come fonte energetica, e interviene nella regolazione dell'eccitabilità delle membrane nervose e muscolari.

Gli integratori di magnesio sono molto diffusi e pubblicizzati, soprattutto per contrastare i disturbi che le donne sperimentano durante le mestruazioni.

Le principali fonti alimentari di magnesio sono i vegetali verdi, i legumi, il cacao, le noci, i cereali integrali, le banane: in genere una dieta sufficientemente variata esclude la possibilità di incorrere in carenze di magnesio, tuttavia una percentuale non minimale della popolazione rischia di assumere quantità inferiori a quelle raccomandate (il 57% degli americani non arriva al 100% della dose giornaliera raccomandata, secondo questo studio).

Il magnesio, somministrato per via endovenosa, ha dimostrato essere efficace nel trattamento delle aritmie cardiache, nell'asma e in alcuni problemi che possono presentarsi durante la gravidanza. Questo tipo di somministrazione, tuttavia, può essere effettuata solamente in ambito medico, con la somministrazione orale non si ottengono gli stessi risultati.

Una carenza di magnesio causa l'aumento della pressione del sangue, riduce la tolleranza al glucosio e provoca eccitazione neuronale.

 

 

 

La malnutrizione e l'assunzione di diuretici sono i principali responsabili della carenza di magnesio nella popolazione, ma anche l'abuso di alcol e la diarrea o il vomito cronici possono concorrere a determinare una carenza.

Gli integratori di magnesio sono efficaci per risolvere stati di carenza accertata, mentre si sono rivelati inefficaci ridurre i crampi negli sportivi, per ridurre la massa grassa o per migliorare la prestazione sportiva in genere.

Controindicazioni

L'integrazione di magnesio non presenta particolari rischi, perché l'organismo assorbe dall'intestino solamente il magnesio di cui ha bisogno.

Sovradosaggi possono causare disturbi intestinali e diarrea, l'integrazione di magnesio è sconsigliata per chi soffre di problemi renali, colite, appendicite, diarrea.

Il magnesio interagisce con alcuni medicinali (come la tetraciclina) e l'assunzione in contemporanea va quindi concordata con il medico.

Magnesio

Benefici dell'integrazione di magnesio

Effetti accertati (forte evidenza)

Aumento della concentrazione di magnesio nel plasma: il magnesio introdotto per via orale aumenta il livello di magnesio nel sangue ed è quindi efficace per risolvere la maggior parte delle carenze.

Cura di alcune patologie cardiache (come le aritmie).

Effetti possibili (prove ancora insufficienti)

Miglioramento delle prestazioni fisiche di resistenza e dell'ossigenazione muscolare.

Miglioramento dei sintomi delle cefalee.

Dosaggio consigliato

 

 

Il dosaggio consigliato è di 200-400 mg al giorno, in un'unica assunzione, ai pasti. Bisognerebbe evitare di assumere il magnesio insieme a fitati e ossalati, contenuti in spinaci, cereali integrali, cavoli, perché potrebbero chelarlo, impedendone l'assorbimento.

In casi di carenza grave, il magnesio può essere somministrato per via endovenosa.

Il magnesio viene venduto sotto diverse forme (magnesio citrato, magnesio fosfato, magnesio gliconato ecc), tutte efficaci perché facilmente assorbite.

Conclusioni

Il magnesio è un integratore che deve essere assunto solamente in caso di carenza accertata. I valori normali nel sangue compresi tra 1,7 e 2,3 mEq/l, tuttavia magnesio presente nel plasma è solo una minima parte di quello presente nel corpo umano e alcuni esperti ritengono che le analisi del sangue non siano attendibili per verificare una carenza.

Può valutare una integrazione di magnesio chi assume diuretici, o chi non assume cibi ricchi di magnesio in modo sistematico, anche se sarebbe sempre meglio adottare una dieta varia, che non necessiti di una integrazione di nutrienti normalmente presenti nei cibi.

Una integrazione in soggetti sani non sembra portare alcun beneficio, allo stato attuale della ricerca.

Bibliografia

Magnesium improves the beta-cell function to compensate variation of insulin sensitivity: double-blind, randomized clinical trial

Oral magnesium supplementation reduces insulin resistance in non-diabetic subjects - a double-blind, placebo-controlled, randomized trial

Effects of oral magnesium supplementation on insulin sensitivity and blood pressure in normo-magnesemic nondiabetic overweight Korean adults

Oral magnesium supplementation improves insulin sensitivity and metabolic control in type 2 diabetic subjects: a randomized double-blind controlled trial

Peikert, A. Prophylaxis of migraine with oral magnesium: results from a prospective, multi-center, placebo-controlled and double-blind randomized study. Cephalalgia (1996) 16: 257-63

Pfaffenrath, V. et al. Magnesium in the prophylaxis of migraine – a double-blind, placebo-controlled study. Cephalalgia (1996) 16: 436-40

Wang, F. et al. Oral Magnesium Oxide Prophylaxis of Frequent Migrainous Headache in Children: A randomized, Double-Blind, Placebo-Controlled Trial. Headache (2003) 43:601-610

 

 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute


Infarto intestinale

L’infarto intestinale, o ischemia intestinale, è una grave condizione caratterizzata da una necrosi che colpisce una parte dell’intestino.


Corpo luteo emorragico

Il corpo luteo emorragico si presenta quando si formano delle cisti contenenti del materiale liquido sieroso o del sangue, che vanno incontro ad una rottura improvvisa.


Gastroenterite

La gastroenterite è un'infezione intestinale caratterizzata da diarrea acquosa, crampi addominali, nausea o vomito, e talvolta febbre.


Trapianto di cartilagine del ginocchio

Il trapianto di cartilagine del ginocchio è una procedura indicata in pazienti che presentano un difetto a livello della cartilagine articolare del ginocchio.

 


Cisti sinoviali

I gangli, o cisti sinoviali, sono grumi non cancerogeni che si sviluppano tipicamente lungo i tendini o le articolazioni.


Fistole anali

Con il termine fistola anale si intende la formazione di un piccolo canale vicino all’uscita dell’ano.


Granuloma anulare

Il granuloma anulare è un’infiammazione della pelle che comunemente si presenta con piccole lesioni sulla cute.


Herpes genitale

L'herpes genitale è una comune infezione sessualmente trasmissibile causata dal virus herpes simplex (HSV).

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.