Spirulina

La Spirulina è un'alga di colore verdastro che cresce spontaneamente nelle acque salmastre, nelle zone tropicali e subtropicali dove trova il suo habitat naturale. Deve il suo nome alla sua forma a spirale.

La Spirulina è ricca di proteine vegetali, vitamine (vitamina E, A, e alcune del gruppo B), minerali (soprattutto ferro), di grassi mono e polinsaturi (soprattutto omega-6). Ma i principi attivi più importanti della Spirulina sono le ficocianine, che costituiscono circa l'1% della pianta. Queste sostanze enzimatiche hanno un effetto antinfiammatorio e antiossidante.

L'utilizzo della Spirulina è molto antico, pare addirittura che risalga al tempo dei Romani. Oggi gli integratori di Spirulina sono piuttosto in voga, anche se non sempre mantengono le promesse: per esempio, l'elevato contenuto proteico (circa il 65%) è reso praticamente inutile dal fatto che le quantità assunte con gli integratori (10 g) sono comunque minime rispetto alla quantità di proteine che troviamo in un normale cibo proteico.

La Spirulina viene utilizzata come integratore di vitamina B12 dai vegani, anche se la vitamina B12 in essa contenuta è di origine vegetale e non sembra essere particolarmente assimilabile.

Alcuni studi hanno dimostrato che la Spirulina è in grado di migliorare il metabolismo lipidico e glucidico, ma anche di ridurre l'accumulo di trigliceridi nel fegato e di proteggere il cuore. Studi su animali hanno dimostrato un beneficio anche per quanto riguarda i disturbi neurologici, l'artrite e le patologie autoimmuni.

 

 

Controindicazioni

L'assunzione di Spirulina non comporta particolari rischi, se si escludono le ipersensibilità agli elementi in essa contenuti. In alcuni casi l'assunzione di Spirulina può causare lievi problemi intestinali (nausea, diarrea). Essendo una pianta coltivata in ambiente acquatico, può essere contaminata da mercurio, presente come inquinante nella zona di coltivazione.

Benefici dell'integrazione di Spirulina

Effetti accertati (forte evidenza)

Azione antiossidante

Effetti possibili (prove ancora insufficienti)

Detossificante del fegato

Stimola il sistema immunitario

Prevenzione delle malattie cardiovascolari

Dosaggio

In genere vengono consigliati 2-3 g al giorno ma molte ricerche hanno utilizzato dosi superiori, pari a 10 g al giorno. Quantità maggiori non sono consigliabili, perché non utilizzate negli studi scientifici. In genere si consiglia di dividere l'assunzione di Spirulina in 2-3 momenti diversi della giornata.

Spirulina integratori

Conclusioni

In alcuni siti si legge che la Spirulina è l'alimento del futuro. Sicuramente è un integratore ricco di sostanze importanti, che tuttavia si possono trovare anche in un normale multivitaminico. Le sostanze veramente interessanti della Spirulina sono le ficocianine, i cui studi sono tuttavia ancora agli esordi.

Attualmente la Spirulina può essere indicata per alcune patologie, e quindi va assunta sotto controllo medico.

Bibliografia

Preventive effects of Spirulina platensis on skeletal muscle damage under exercise-induced oxidative stress

Ergogenic and antioxidant effects of Spirulina supplementation in humans

A randomized study to establish the effects of Spirulina in type 2 diabetes mellitus patients

The effects of Spirulina on allergic rhinitis

The effect of Spirulina platensis versus soybean on insulin resistance in HIV-infected patients: a randomized pilot study

A randomized double-blind, placebo-controlled study to establish the effects of Spirulina in elderly Koreans

A randomized study to establish the effects of Spirulina in type 2 diabetes mellitus patients

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute


Botulino

il botulino: un batterio molto pericoloso che si sviluppa in ambienti poco acidi e anaerobici.


Bacillus cereus

Il Bacillus cereus è uno dei batteri che più comunemente provocano intossicazioni alimentari nelle ore successive ai pasti.


PAP test

Il PAP test è un esame citologico utilizzato nello screening del carcinoma della cervice uterina.


Selenio

Il selenio è un integratore utile solo in caso di carenza accertata, perché i rischi di sovradosaggio non sono da trascurare.

 


Hoodia gordonii

Hoodia gordonii è un integratore antifame derivato da un cactus, la cui efficacia non è dimostrata e che presenta alcuni problemi di tossicità.


Shock anafilattico

Lo shock anafilattico, chiamato anche anafilassi, è una grave reazione allergica, potenzialmente pericolosa per la vita di una persona.


L-Ornitina

L'ornitina è un integratore potenzialmente utile in caso di patologie che determinano un eccesso di ammoniaca, non sembra essere utile per gli sportivi.


Tè verde

Il tè verde contiene caffeina, polifenoli e catechine: può essere utile per prevenire alcune patologie ma la sua efficacia non è stata ancora pienamente dimostrata.