Chi è obeso? Incidenza dell'obesità in italia e nel mondo

L'obesità è una malattia molto diffusa ed in forte crescita che interessa tutti i paesi industrializzati.

Un soggetto si definisce obeso quando il suo indice di massa corporea (BMI) è superiore a 30, o il suo peso eccede di più del 20% rispetto al peso ideale.

Nel nostro paese questa malattia colpisce il 10% degli adulti e il 15% dei bambini.

L'obesità in Italia è cresciuta di più del 30% negli ultimi 10 anni: se 10 anni fa 75 persone su 1000 erano obese, oggi sono più di 100.

L'incidenza della malattia nei bambini (15%) unita al fatto che, sempre secondo le statistiche, più dei 2/3 dei bambini obesi saranno adulti obesi, ci dice che il trend di crescita è invariato e dunque nulla di veramente efficace si sta facendo per combatterla. Di questo passo la prossima generazione, che diventerà adulta tra 10 anni, potrà contare su un numero di obesi pari circa al 15%.

Nel seguente grafico possiamo notare come in Nord America la situazione sia peggiore rispetto all'Italia e all'Europa in generale. Dalle considerazione fatte in precedenza possiamo concludere che la situazione del Nord America non è molto diversa dalla nostra (come molti vorrebbero farci credere), in USA e in Canada sono semplicemente più avanti di noi di qualche anno.

Obesità

Dobbiamo guardare a questa situazione con molta preoccupazione poichè in USA e in Canada sono stati attuati interventi concreti da parte dello stato per combattere questa malattia, e ciò nonostante non si sono ottenuti risultati soddisfacenti e l'obesità continua a crescere. Nel 1994 in USA è nata Shape Up America, una campagna nazionale per convincere gli americani dell'importanza del peso per la salute, del miglioramento della dieta e dell'attività fisica. L'obiettivo della campagna era quello di abbassare la prevalenza dell'obesità del 10% negli adulti e del 5% negli adolescenti per l'anno 2000. La campagna ha fallito miseramente, poichè in questo lasso di tempo l'obesità è aumentata!

 

 

 

Le cause dell'obesità

Viene da chiedersi perché questa patologia sia così difficile da combattere. I dati parlano chiaro: il 90% degli obesi (ma anche dei sovrappeso) che intraprende una cura dimagrante (di qualunque tipo!) non riesce a mantenere i risultati raggiunti e spesso peggiora la situazione riprendendo i chili persi con gli interessi.

Perché le diete classiche non funzionano?

Perché anche il più bravo dei dietologi è destinato al fallimento?

La risposta sta nelle cause, o meglio nei 'motori' che scatenano il progressivo e incontrollabile aumento di peso, i quali agiscono a più livelli simultaneamente e sono molto potenti: per sconfiggere l'obesità bisogna spegnere questi motori agendo su ognuno di essi.

 

 

Questo approccio "globale" è molto recente ed in Italia non è stato ancora recepito e messo in atto se non da pochissimi specialisti. Come vedremo, per sconfiggere questa malattia non basta un dietologo, ma occorre uno specialista, l'obesiologo, che insieme a collaboratori specializzati può agire sui diversi motori che scatenano l'obesità, spegnendoli ad uno ad uno.

Uno degli ostacoli più grandi che frena lo sviluppo di queste terapie è dovuto al fatto che l'obesità è una malattia orfana: troppo spesso viene sottovalutata e non viene perciò affrontata fin dalle sue origini, che sono sempre futili e subdole.

Come vedremo, guarire dall'obesità non è semplice, ma sarebbe già un successo molto importante se tutti capissero che esiste un solo sistema per guarire, e questo sistema è ben diverso da una semplice dieta, una pillola o un intervento chirurgico.

Le cause o i "motori" dell'obesità si possono raggruppare in quattro categorie:

 

 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute


Salute

Salute: le principali patologie, la diagnosi, le cause, la prevenzione, la terapia e le cure.


Difetto interatriale

Il difetto interatriale, o difetto del setto atriale, è una malformazione della membrana che divide gli atri del cuore.


Diabete insipido

Il diabete insipido è un raro disturbo caratterizzato da una diminuita capacità dei reni a concentrare le urine.


Demenza vascolare

La demenza vascolare è un termine generale che racchiude una serie di deficit cognitivi riguardanti la compromissione del ragionamento e della memoria.

 


Cuore polmonare

Il cuore polmonare è una condizione cardiaca in cui il ventricolo destro subisce un’alterazione della sua struttura anatomica.


Dermatofibroma

Il dermatofibroma lenticolare benigno, o istiocitoma, è un comune nodulo cutaneo, ovvero una piccola formazione dura al tatto, di eziologia sconosciuta.


Colpo di frusta

Il colpo di frusta è un infortunio al collo causato da un brusco movimento del collo, solitamente rapido e improvviso.


Colite ulcerosa

La colite ulcerosa è una malattia intestinale che causa infiammazioni e ulcere a livello del tratto digestivo.