Cause psicologiche dell'obesità

Dietro la nascita e lo sviluppo dell'obesità si nascondono sempre cause psicologiche più o meno importanti.

Gli psicologi statunitensi sono i pionieri degli studi delle cause psicologiche in grado di scatenare l'obesità, mentre in Italia la bibliografia in merito è molto più povera.

Dipendenza da cibo

Gli studiosi sono concordi nell'affermare che il soggetto obeso ha sviluppato una dipendenza da cibo, per molti aspetti (anche fisiologici) simile ad altri tipi di dipendenza come l'alcolismo o la tossicodipedenza.

La dipendenza da cibo può essere ancora più difficile da affrontare rispetto alle dipendenze "classiche", poiché il soggetto non può astenersi dall'assunzione della sostanza incriminata (poiché non può certo smettere di mangiare), e non vi è alcuna difficoltà nell'approvvigionamento di tale sostanza.

Cause psicologiche obesita

Il "motore" psicologico può essere più o meno determinante nell'origine della malattia, mentre è quasi sempre la causa principale della sua cronicizzazione.

Il primo caso si verifica quando il cibo come valvola di sfogo, come rifugio, come sostanza che allevia le sofferenze vissute durante la giornata: in questo caso il problema psicologico è la causa scatenante della malattia.

Durante l'evoluzione della malattia, l'obeso perde progressivamente la propria autostima a causa dei fallimenti dei tentativi di perdita di peso: si scatena il meccanismo della dieta di Bennet e la situazione, psicologica e fisica peggiora progressivamente.

 

 

 

Non intendiamo addentrarci ulteriormente in un campo così delicato, ci interessa solo sottolineare che senza una terapia di ricostruzione cognitiva, ovvero senza intervenire sul modo di pensare del paziente obeso, le probabilità di insuccesso sono altissime, a causa della potenza del motore psicologico.

 

 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute


Infarto intestinale

L’infarto intestinale, o ischemia intestinale, è una grave condizione caratterizzata da una necrosi che colpisce una parte dell’intestino.


Corpo luteo emorragico

Il corpo luteo emorragico si presenta quando si formano delle cisti contenenti del materiale liquido sieroso o del sangue, che vanno incontro ad una rottura improvvisa.


Gastroenterite

La gastroenterite è un'infezione intestinale caratterizzata da diarrea acquosa, crampi addominali, nausea o vomito, e talvolta febbre.


Trapianto di cartilagine del ginocchio

Il trapianto di cartilagine del ginocchio è una procedura indicata in pazienti che presentano un difetto a livello della cartilagine articolare del ginocchio.

 


Cisti sinoviali

I gangli, o cisti sinoviali, sono grumi non cancerogeni che si sviluppano tipicamente lungo i tendini o le articolazioni.


Fistole anali

Con il termine fistola anale si intende la formazione di un piccolo canale vicino all’uscita dell’ano.


Granuloma anulare

Il granuloma anulare è un’infiammazione della pelle che comunemente si presenta con piccole lesioni sulla cute.


Herpes genitale

L'herpes genitale è una comune infezione sessualmente trasmissibile causata dal virus herpes simplex (HSV).