Americano Cocktail

L'Americano, a dispetto del nome, è un cocktail tutto italiano, ideato in Italia e composto da ingredienti italiani. Sulle origini dell'Americano esistono diverse versioni.

La più quotata e attendibile è quella che vede nascere l'Americano nel nord Italia negli anni venti, forse è stato chiamato Americano per la risaputa moda di americanizzare tutto, ma tra gli ingredienti non c’è nulla di americano: il Vermouth rosso è torinese, il Bitter Campari è milanese e la soda anch’essa è stata inventata a Milano. A Milano e a Torino, oggi,  questo cocktail è noto anche con il nome di Milano-Torino (MI-TO) proprio per queste ragioni.
Un'altra versione narra, invece, che il primo Americano sia stato servito nel 1860 al Gaspare Campari's bar a Milano. Altri ancora fanno risalire questo cocktail al periodo del fascismo e collegano il suo nome a quello del pugile friulano Primo Carnera che, dopo una vittoria conseguita a New York, venne soprannominato l’Americano. È un cocktail tipicamente da aperitivo, dato il carattere secco e amarognolo di questo drink e la sua alcolicità limitata pari a quella di un prosecco.

Americano

L'Americano rappresenta una buona base anche per altri cocktail, è considerato il padre del Negroni, una versione decisamente più alcolica con l’aggiunta di gin, e dello Sbagliato, che vede l’utilizzo del prosecco al posto della soda.

Va ricordato che l'Americano è uno dei cocktails preferiti da James Bond, che lo ordina nel film 007-Casino Royale.

Caratteristiche dell'Americano

Tipo di cocktail: pre dinner, medium drink

Grado alcolico: 11,4°alcolici

Categoria alcolica: mediamente alcolico

Ricetta IBA dell'Americano

  • 3 cl Bitter Campari
  • 3 cl Vermouth rosso
  • Soda water a riempire il bicchiere
  • Decorazione: mezza fetta di arancia e scorza di limone

 

L'Americano si prepara con la tecnica definita Build, cioè di costruzione del cocktail direttamente nel bicchiere. Si usa un bicchiere Old Fashioned, o un Tumbler basso, o un bicchiere Juice, o un Highball.
Si versano alcuni cubetti di ghiaccio (sempre in numero dispari) nel bicchiere, si uniscono prima il Bitter e poi il Vermouth, si colma con la soda water e si decora con la scorza di limone e una mezza fetta di arancia. Infine, si mescola il tutto con il bar spoon, si aggiungono un paio di cannucce e si serve.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Torta magica alle banane

Un tocco esotico per uno dei dolci più classici: torta magica alle banane.


Guido e Lidia Alciati

Guido Alciati e sua moglie Lidia: una coppia che ha fatto la storia della cucina piemontese.


René Redzepi

René Redzepi, il manifesto della New Nordic Couisine e la nuova fattoria urbana.


Enrico Crippa

Enrico Crippa: il giovane chef di Piazza Duomo ad Alba, tre stelle Michelin dal 2012.

 


Alex Atala

Alex Atala, classe 1968, chef brasiliano alias lo chef umanitario che fa la spesa in Amazzonia.


Jiro Ono

Jiro Ono: lo chef stellato più anziano del mondo, a cui è stato dedicato il film "L'arte del sushi".


Nino Bergese

Nino Bergese: uno chef storico italiano, soprannominato "il cuoco dei re, il re dei cuochi".


Tartellette alla crema di fagioli e rosmarino con tartare di tonno al limone

Un'idea sfiziosa per un antipasto: tartellette alla crema di fagioli e rosmarino con tartare di tonno al limone.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.