Gibson

Il cocktail Gibson è una derivazione del cocktail Martini, dal quale si differenzia per le diverse dosi di gin e martini dry: nel Gibson la quantità di gin è superiore.

Etimologicamente la parola "gibson" significa "figlio di un gatto" ed è di origine americana, così come il cocktail risalente ai primi del Novecento.

Molte sono le storie che narrano la nascita di questo cocktail. Per molti l’ideatore pare sia Charles Dana Gibson, un disegnatore americano, autore delle Gibson Girls, coloro che dovevano rappresentare le ragazze americane del Ventesimo secolo.

Altri sostengono  che fu un’idea di Charley Connolly, il bartender del Players Club di New York che modificò la ricetta originale del Martini, inserendo la cipollina al posto dell'oliva e dandogli il nome.

Gibson

Un'altra versione narra che il drink è stato creato a San Francisco da Walter DK Gibson presso il Club Bohemian tra il 1898 e il 1900.

Infine, altri sostengono che sia stato inventato e chiamato Gibson in onore del poeta Wilfred Gibson, autore della commedia "Due sull'altalena" degli anni Cinquanta.

Una cosa è certa, l’idea di utilizzare una cipollina dolce è nata per distinguerlo dal classico Martini e per ammorbidire un po' il suo gusto molto secco e alcolico.

Caratteristiche del Gibson

Tipo di cocktail: pre dinner, short drink.

Grado alcolico: 31,9° alcolici.

Categoria alcolica: molto alcolico (cosa significa?).

 

 

 

Ricetta IBA del Gibson

  • 0,7 cl Vermouth Martini Dry
  • 6,3 cl Gin
  • cipollina agrodolce per decorazione

Versare il Gin e il Vermouth Dry nel mixing glass con ghiaccio, agitare per qualche secondo e servire in una coppetta da cocktail ben fredda. La decorazione sostituisce l’oliva del cocktail Martini con una cipollina, che conferisce al Gibson un profumo gradevole e stimolante.

 

 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Pasta e fagioli

Pasta e fagioli: un primo piatto povero della tradizione italiana sempre molto apprezzato, e dalle caratteristiche nutrizionali molto interessanti.


Cioccolatini al cocco

Cioccolatini al cocco: irresistibili e facilissimi da preparare.


Il risotto alla milanese

Il risotto alla milanese: il re dei piatti della cucina lombarda affonda le sue origini nel Cinquecento.


Panzerotti baresi

I panzerotti o calzoni fritti: una ricetta pugliese fatta con l'impasto della pizza.

 


Roner (per cottura sottovuoto)

Il roner o bagno termostatato: lo strumento per la cucina sottovuoto o sous vide.


Cottura sottovuoto o sous vide

La cottura sottovuoto a basse temperature o sous vide: gli inventori, gli chef pionieri e cosa significa cucinare oggi sottovuoto.


Dorayaki (dolcetti giapponesi)

I dorayaki: i dolcetti giapponesi composti da due strati di pancake e una crema di fagioli azuki.


Torta paradiso senza lievito

La torta paradiso senza lievito: così era nella versione originale e così la si può preparare facilmente.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.