Maritozzi

Il maritozzo era in passato il soprannome che veniva dato al dolcetto regalato dal futuro sposo alla futura sposa il giorno delle nozze come gesto bene augurante. Oggi con il termine maritozzi si indica tutta una serie di panini lievitati dolci dalle innumerevoli varianti tipici del Centro Sud Italia.

Ci sono, ad esempio, i maritozzi romani, piccoli panini tondi farciti con panna montata che vengono mangiati al bar per colazione, i maritozzi pugliesi, delle treccine spolverate di zucchero semolato dal gusto simile a quello delle brioche, oppure i maritozzi marchigiani, fatti a forma di piccoli sfilatini con le punte e farciti con uvetta. Questi ultimi, a differenza degli altri che sono dei dolci reperibili tutto l'anno nei bar e nelle pasticcerie, sono stagionali, o meglio tipici del periodo autunnale che va da San Martino (11 novembre) a Natale, si consumano, di solito, assieme alle castagne e al vin brulè o al vino di visciola, oppure la mattina per colazione immersi nel caffellatte.

Maritozzi Romani

L'impasto dei maritozzi romani (prima foto in alto) è composto da pinoli, uvetta, scorza di arancia e di limone, mentre i maritozzi pugliesi sono più semplici, senza uvetta né pinoli, ma con l'aggiunta di latte e di burro che li rende più soffici.

Infine, i maritozzi marchigiani (seconda foto in basso) sono una via di mezzo tra le due varianti e di seguito ne propongo la ricetta.

Ricetta dei maritozzi marchigiani

Una caratteristica peculiare dei maritozzi marchigiani è l'aggiunta di semi di anice, ingrediente che rende il loro sapore inconfondibile e che, al tempo stesso, dona freschezza all'impasto.

Maritozzi

Ingredienti per circa 40 maritozzi

  • 800 g di farina per dolci tipo 00
  • 150 g di zucchero semolato
  • 1 uovo
  • 1/2 l di latte
  • 50 g di lievito di birra
  • 1 limone (la scorza grattugiata)
  • 100 g di uva sultanina
  • 10 g di semi di anice
  • 200 ml di olio di semi di girasole
  • 1 bustina di vanillina (facoltativo)

Procedimento

In un pentolino riscaldare il latte e scioglierci dentro il lievito di birra.
Sbattere l'uovo in una ciotola e aggiungere la scorza di limone e la vanillina, incorporare lo zucchero ed amalgamare bene il tutto con l'aiuto delle fruste.
Unire l'olio, il latte ormai raffreddato, i semi di anice, l'uvetta e per ultima la farina setacciandola piano piano.

 

 

 

Mescolare fino ad ottenere un impasto sodo ed elastico, magari aiutandosi con le mani o con una planetaria, quindi lasciarlo riposare per almeno 2 ore (il volume aumenterà di circa il doppio) coperto da un canovaccio.

Riprendere in mano l'impasto, lavorarlo ancora un po' e formare i maritozzi con la forma che preferiamo (rotondi, a spirale, a sfilatino...). Disporli sulla teglia e attendere una seconda lievitazione di circa un'ora. Infornarli e cuocerli a forno già caldo a 180°C per circa 15 minuti, finchè non saranno dorati in superficie.

Volendo a fine cottura si possono guarnire con una spolverata di zucchero a velo o di zucchero semolato, basta bagnarli con un pennello immerso in acqua calda. 

 

 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Crema catalana

La crema catalana, versione tradizionale e light: di origine spagnola è una crema pasticcera con uno strato di zucchero caramellato in superficie.


Pasta, patate e cozze

Pasta, patate e cozze: un abbinamento vincente che viene dalla tradizione mediterranea.


Crepes senza uova

Le crepes senza uova per vegani o semplici curiosi? Si può, vediamo come fare.


Gli spaghetti alla carbonara

Gli spaghetti alla carbonara: tante diatribe sulla nascita di questo primo piatto eccezionale.

 


Spaghetti alla carrettiera

Gli spaghetti alla carrettiera: un primo piatto semplicissimo di cui in molti si contendono la paternità.


Pasta e patate

Pasta e patate: un piatto della tradizione popolare che sposa due ingredienti ricchi di amido.


Crepes senza latte

Le crepes senza latte...e senza burro: come sostituire questi due ingredienti.


Marmellata: tutti i segreti per farla in casa

Marmellata: tutti i segreti per farla in casa. Ingredienti, cottura, sterilizzazione, strumenti per prepararla.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.