Mele in camicia

Le mele in camicia sono una ricetta di origine trentina. Non c'è da stupirsi dato che le mele sono uno degli ingredienti simbolo di questa zona, si pensi alla Val di Non (dove la mela ha ottenuto la DOP nel 2003, l'unica in Italia), alla Val di Sole o alla Valsugana.

E proprio in Trentino abbondano le ricette che vedono protagoniste le mele: mele al forno, strudel di mele, mele in camicia, crostata di mele e così via.

Le mele in camicia sono una ricetta semplicissima, un po' una via di mezzo tra lo strudel e le mele al forno. Si definiscono "in camicia" poiché le mele vengono avvolte nella pasta sfoglia e poi cotte in forno, dal quale escono vestite di questa sfoglia croccante e dorata.

Ci sono diverse varianti delle mele in camicia: la più semplice è quella che prevede di lasciare la mela intera, ma senza il torsolo, e avvolgerla nella pasta sfoglia così a formare delle palle, ma ci sono altre ricette che, invece, suggeriscono di tagliare le mele a pezzetti e uniscono anche la crema pasticcera, la marmellata di albicocche (o di fragole, mirtilli etc...), oppure altra frutta come le ciliegie o le banane creando dei fagottini di varie forme e dimensioni.

 

 

 

Effettivamente ci si può sbizzarrire e mettere all'interno della sfoglia ciò che più piace, e divertirsi, ad esempio, a creare dei mini strudel semplicemente aggiungendo cannella e pinoli così per ricordarne l'odore.

Le mele in camicia sono un dolce non difficile da preparare, soprattutto se si usa la pasta sfoglia già pronta, ed è particolarmente adatto alle occasioni dell'ultimo minuto, quando non si ha molto tempo ma si vuole comunque portare in tavola un dolce fatto in casa di sicuro impatto scenografico e gustativo!

Ricetta delle mele in camicia

Mele in camicia

La prima cosa da chiedersi quando ci si approccia alla ricetta delle mele in camicia è: quale varietà di mele devo scegliere? Come per tante altre ricette dove le mele vengono cotte, sarebbe meglio scegliere quelle varietà di mele dolci, farinose, meglio se molto mature, evitando quelle più aspre e croccanti (come le Fuji per intenderci).

Quindi consiglio di scegliere le Golden Delicious, le Renette, le Stark.

Ingredienti per 4 persone

  • 4 mele di medio-piccola grandezza (Golden, Renette o Stark)
  • 1 rotolo di pasta sfoglia (surgelata, fresca o fatta in casa)
  • 4 cucchiai di marmellata di albicocche
  • 4 cucchiaini di zucchero
  • una spolverata di cannella (facoltativo)
  • 1 tuorlo d'uovo (per spennellare)
  • zucchero a velo q.b. (per decorare)

Procedimento: lavare, sbucciare e tagliare le mele a dadini eliminando il torsolo e i semi interni. Tagliare il rotolo di pasta sfoglia in 4 quadrati (o rettangoli) e riempirne ognuno con un po' di mele, un cucchiaino di zucchero, un cucchiaio di marmellata, una spolverata di cannella. Chiudere i fagottini portando gli angoli verso il centro e spennellare la superficie con un po' di uovo sbattuto.

Se avanza della pasta sfoglia può essere usata per fare le decorazioni (fiori, cuori...).
Cuocere in forno già caldo a 180°C per circa 15-20 minuti.

Prima di servire completare la presentazione con una spolverata di zucchero a velo setacciato.

 

 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Crema al burro

La crema al burro è stata per anni una delle creme più utilizzate in pasticceria, oggi viene usata soprattutto nel cake design e come topping per i cupcakes.


Pasta e fagioli

Pasta e fagioli: un primo piatto povero della tradizione italiana sempre molto apprezzato, e dalle caratteristiche nutrizionali molto interessanti.


Cioccolatini al cocco

Cioccolatini al cocco: irresistibili e facilissimi da preparare.


Il risotto alla milanese

Il risotto alla milanese: il re dei piatti della cucina lombarda affonda le sue origini nel Cinquecento.

 


Panzerotti baresi

I panzerotti o calzoni fritti: una ricetta pugliese fatta con l'impasto della pizza.


Roner (per cottura sottovuoto)

Il roner o bagno termostatato: lo strumento per la cucina sottovuoto o sous vide.


Cottura sottovuoto o sous vide

La cottura sottovuoto a basse temperature o sous vide: gli inventori, gli chef pionieri e cosa significa cucinare oggi sottovuoto.


Dorayaki (dolcetti giapponesi)

I dorayaki: i dolcetti giapponesi composti da due strati di pancake e una crema di fagioli azuki.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.