Moules-frites (cucina belga)

Si chiamano moules-frites o moules et frites e si trovano praticamente in ogni ristorante tipico belga, le moules-frites sono il piatto nazionale belga per eccellenza...ma di cosa si tratta? Le moules sono le cozze, mentre le frites sono le patatine fritte, un abbinamento insolito che però fa impazzire i consumatori locali e anche i turisti.

Forse non tutti sanno che i belgi sono tra i più grandi consumatori di cozze in Europa, i piccoli paesini organizzano ogni anno sagre e fiere della cozza, in particolare è molto famosa la sagra della cozza di Lille, un comune a nord di Bruxelles. Solo a questa sagra si consumano cinquecento tonnellate di cozze in 3 giorni!

In generale molti ristoranti usano fare la formula che prevede un piatto di cozze (800 g - 1 kg a testa), una porzione di patatine fritte e una birra belga a 15-16€, il tutto viene accompagnato da pane e burro salato.

Le moules frites sono un piatto popolare anche nel Nord della Francia, basti pensare che qui in Italia la ricetta per preparare le moules è detta "cozze alla normanna", anche se l'origine è belga.

La particolarità delle cozze belghe è che vengono cotte nel burro, ossia vengono fatte aprire nel burro, poi sfumate con il vino bianco e aromatizzate con prezzemolo, cipolla e sedano.

Esistono poi tantissime altre ricette che vedono come protagoniste le cozze in Belgio, le fanno fritte, gratinate, in zuppa con il pomodoro, a l'escargot (cioè così come si preparano le lumache di terra con una crema di burro e prezzemolo), alla birra, all'aglio e ovviamente crude (questo piatto si chiama moules parquées).

 

 

 

Ricetta belga delle moules 

Moules Frites

Assicurarsi di comprare cozze freschissime, chiuse nella loro retina, e ovviamente ancora vive.

Ingredienti per 4/6 persone:

  • 4 kg di cozze
  • 1 cipolla
  • 1 costa di sedano (anche le foglie)
  • un rametto di prezzemolo
  • 2 bicchieri di vino bianco
  • 40 g di burro
  • sale e pepe q.b.

Procedimento: lavare e pulire bene le cozze eliminando le barbette e le incrostazioni. In una pentola fare imbiondire la cipolla tritata con il burro, salare leggermente, aggiungere il sedano a pezzetti, comprese le foglie e far andare per 5 minuti, mescolando spesso. Unire le cozze e il vino, quindi cuocere a fiamma alta , mescolando di tanto in tanto, finché le cozze non inziano ad aprirsi, quando sono tutte aperte spegnere e spolverare con il pepe nero. Servire le cozze nella pentola di cottura e le patate fritte in una ciotola separata. Per le patatine fritte si può seguire la ricetta di Heston Blumenthal oppure comprare quelle congelate, già pre-fritte e più adatte di quelle fresche per la frittura.

 

 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Crema catalana

La crema catalana, versione tradizionale e light: di origine spagnola è una crema pasticcera con uno strato di zucchero caramellato in superficie.


Pasta, patate e cozze

Pasta, patate e cozze: un abbinamento vincente che viene dalla tradizione mediterranea.


Crepes senza uova

Le crepes senza uova per vegani o semplici curiosi? Si può, vediamo come fare.


Gli spaghetti alla carbonara

Gli spaghetti alla carbonara: tante diatribe sulla nascita di questo primo piatto eccezionale.

 


Spaghetti alla carrettiera

Gli spaghetti alla carrettiera: un primo piatto semplicissimo di cui in molti si contendono la paternità.


Pasta e patate

Pasta e patate: un piatto della tradizione popolare che sposa due ingredienti ricchi di amido.


Crepes senza latte

Le crepes senza latte...e senza burro: come sostituire questi due ingredienti.


Marmellata: tutti i segreti per farla in casa

Marmellata: tutti i segreti per farla in casa. Ingredienti, cottura, sterilizzazione, strumenti per prepararla.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.