Ramen (zuppa giapponese)

Il ramen è un piatto tipico della cucina giapponese, analogo ad una nostra zuppa calda, e composto da brodo di carne (pollo o maiale) o di pesce, tagliolini giapponesi (noodles di frumento) e vari altri ingredienti quali uova sode, pezzi di carne o pesce bolliti, alghe, verdure. Il ramen può essere poi arricchito da spezie come l'immancabile salsa di soia, lo zenzero, il sakè, il miso...praticamente ogni zona del Giappone ha la sua variante del ramen.

Il ramen viene servito in ciotole di ceramica decorate con cucchiaio di ceramica e spesso con coperchio.

Una curiosità: la fama del ramen è aumentata a livello internazionale quando nel 2008 uscì il film "the Ramen Girl".

Storia del ramen

L'origine di questo piatto si deve alla cucina cinese, maestra nella preparazione di zuppe a base di noodles, ma in Giappone il ramen si è diffuso talmente tanto che oggi viene considerato un piatto nazionale giapponese più che cinese. Il nome stesso, però, deriva da una storpiatura della pronuncia giapponese di una parola cinese "lamian", ossia tagliatelle tirate a mano.

Fino agli anni Cinquanta in Giappone il ramen veniva chiamato "shina soba" cioè zuppa cinese e veniva servito dai ristoratori cinesi presenti nel territorio, più recentemente, però, la parola "shina" (Cina) venne considerata offensiva e il nome fu cambiato in ramen.

I giapponesi vanno particolarmente fieri di questo piatto tanto che nel 1994 fu aperto un Museo del Ramen a Yokohama.

 

Varianti del ramen

Ramen

La classificazione dei ramen viene fatta in base ai due ingredienti principali: le tagliatelle e il brodo.
Le tagliatelle sono fatte da farina di frumento, sale e un particolare tipo di acqua alcalina, detta kansui, molto ricca di minerali. Quest'acqua rende le tagliatelle di un colore giallognolo e di una consistenza soda e compatta, a volte, però, si usano le uova al posto del kansui.

La forma delle tagliatelle varia da zona a zona e da cuoco a cuoco, possono essere diritte o arricciate, lunghe o corte, sottili o grosse.

Il brodo è composto generalmente da carne (pollo, manzo o maiale) oppure da pesce (tonno, sardine, alghe). Inoltre viene arricchito e aromatizzato con cipolla, funghi, carote, cavoli, germogli, bambù, semi di sesamo, aglio, miso, salsa di soia, zenzero, curry e così via, in base ai propri gusti e al proprio estro.

Ne risultano 4 tipologie di zuppe ramen:

  1. Ramen Shio: è un brodo di colore chiaro ma molto saporito che combina la carne di pollo con il pesce, le alghe e la salsa di soia, le tagliatelle sono lunghe e diritte e spesso come guarnizione finale ha le prugne sott'aceto;
  2. Ramen Tonkotsu: in questo caso il brodo viene fatto con ossa e carne di maiale, cotte molto a lungo tanto che diventa di un colore lattiginoso, le tagliatelle sono lunghe e sottili e la guarnizione finale è fatta con un olio nero a base di aglio e semi di sesamo saltati in padella;
  3. Ramen Shoyu: il brodo ha un colore molto scuro, bruno, poiché fatto principalmente di manzo e molta salsa di soia, le tagliatelle sono ricce ed è arricchito con alghe, germogli di bambù, fagioli, uova sode e tante spezie piccanti come il chili e il pepe nero; 
  4. Ramen Miso: a base di brodo di miso, può essere fatto di pesce o pollo, le tagliatelle sono spesse e arricciate, è il ramen più delicato, dalla consistenza densa e dal sapore dolce, guarnito con burro, porro, cavoli, fagioli e altri ingredienti a tendenza dolce.

Ricetta del ramen

 

La preparazione del ramen non è difficile, ma un po' lunga e laboriosa. Non tutti gli ingredienti originali sono facili da reperire qui da noi, ma in linea  di massima nei negozi asiatici si trovano sia le alghe, che il miso, che il surimi o il kamaboko (panetti sodi di pasta di pesce). 

Il ramen qui proposto può essere considerato un piatto unico.

Ingredienti per 4 ciotole

  • 300 g di coppa di maiale
  • 300 g di noodles
  • 2 uova
  • 2 cipollotti freschi
  • 1 carota
  • 15 g di salsa di soia
  • 15 g di miso
  • 2 bastoncini di surimi (o kamaboko)
  • 1 pezzettino di zenzero fresco
  • 1 pezzo di alga kombu
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • sale e pepe q.b.

Procedimento: legare con lo spago la coppa di maiale, salarla, aromatizzarla e rosolarla da tutti i lati su una padella antiaderente con un filo d'olio, quindi cuocerla in forno per 30 minuti a 180°C seguendo i consigli di questo articolo sull'arrosto di maiale.

Terminata la cottura lasciare raffreddare la coppa e tagliarla a fette sottili, tenendole in caldo.

Preparare il brodo ponendo in una pentola capiente l'acqua, la carota, qualche fettina di gambo di cipollotto, lo zenero, la salsa di soia, il miso e l'alga. Salare e portare ad ebollizione, cuocere per circa 30 minuti.

Nel frattempo rassodare le uova in acqua bollente pr circa 5-6 minuti, in modo da mantenerle morbide e cremose al loro interno.

A parte cuocere i noodles in acqua salata per pochi minuti seguendo le indicazioni riportate sulla confezione.

Tagliare i cipollotti a rondelle sottili, così la carota, il surimi e le uova sode.

Filtrare il brodo e disporlo nelle 4 ciotole, immergervi i noodles e guarnire la parte superiore con le fette di uova sode, di maiale, di cipollotto, di carota e di surimi.

Servire in tavola volendo con ulteriore salsa di soia.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Baccalà alla portoghese (ricette)

Il baccalà alla portoghese: alcune ricette tipiche tra cui quella del bacalhau a bras.


Uovo poché

L'uovo poché: la versione francese dell'uovo in camicia, identico in tutto e per tutto.


Pane con il lievito madre

Fare il pane in casa con il lievito madre non è difficile, basta avere tanta pazienza e un buon lievito madre.


Agnello al forno con patate

Agnello al forno con patate (o senza patate): la ricetta e i segreti per prepararlo, dalla scelta della carne alla temperatura al cuore.

 


Cottura del riso basmati

Come cuocere il riso basmati in modo corretto, senza che diventi troppo appiccicoso.


Friggere: la temperatura ideale

Per capire come scegliere la temperatura di frittura, bisogna innanzitutto capire cosa avviene durante la frittura di un alimento.


Salsa rossa o Bagnetto rosso

La salsa rossa, sorella della salsa verde, è un condimento a base di pomodoro tradizionalmente abbinato al bollito misto.


La cioccolata calda (o cioccolata in tazza)

La cioccolata calda, o cioccolata in tazza, è una preparazione molto consumata nei mesi invernali, ritenuta a torto una bomba calorica.