Scapece

Lo scapece, detto anche al femminile la scapece, è un piatto tipico del Meridione, in special modo della Puglia, che prevede di conservare determinati cibi, generalmente fritti in precedenza, in una soluzione di aceto, aglio, erbe aromatiche e spezie varie.

Il nome "scapece" in realtà deriva dalla lingua spagnola, altro non è se non l'italianizzazione del termine "escabeche" usato in Sud America e in Spagna per indicare la marinatura e la conservazione di cibi, prevalentemente del pesce, in aceto.

A sua volta, l'escabeche spagnolo deriva dalla tecnica di marinatura tipica della cucina araba (scritta sikbag ma letta iskbech) che ha colonizzato e influenzato per secoli tutto il bacino mediterraneo.

Questa preparazione nasce dall'esigenza di conservare il pesce e le verdure estive il più a lungo possibile prima dell'avvento dei moderni strumenti di refrigerazione.

Di seguito un elenco dei vari tipi di scapece diffusi in Italia:

Scapece
  • Scapece o scabeggio di Gallipoli (Puglia): pesce fritto e poi messo a marinare nelle tipiche calette (contenitori simili a delle botticelle di legno) con mollica di pane, zafferano e aceto;
  • Zucchine alla scapece alla napoletana (Campania): si usano le zucchine tonde, le si friggono e poi le si mettono a marinare con aceto, menta e aglio; sono chiamate anche "cocozzielli alla scapece";
  • Capitone alla scapece (Puglia): anguilla o capitone fritto in olio bollente e poi marinato con menta, origano, aglio, sale, pepe, aceto e olio;
  • Scapece di Campobasso (Molise): vari pezzi di pesce fritto e diliscato marinati con farina di mais, aceto, olio, aglio, sale e salvia;
  • Alici a scapece (Liguria): alici fritte e marinate per almeno un giorno con aceto, aglio, prezzemolo e origano;
  • Sarde in saor (Veneto e Friuli): non è esattamente uno scapece ma è molto simile questa ricetta tradizionale che prevede di marinare le sarde con aceto e cipolla.

Ricetta dello scapece gallipolino

 

 

Tra i pesci ideali da fare in scapece ci sono le alici, le boghe, le triglie, le sarde, i melù, i bianchetti o comunque piccoli pesci azzurri. Si possono, inoltre, marinare anche le verdure come le zucchine o le melanzane.

Gli ingredienti vanno prima impanati e fritti e poi messi a marinare per almeno 24 ore, anche per qualche giorno, prima del consumo.

Quanto alla scelta delle erbe aromatiche e delle spezie da usare dipende dai gusti personali.

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Ingredienti per 4 persone

  • 800 g di alici (o pesce azzurro misto)
  • 1 bustina di zafferano
  • 1 l di aceto di vino bianco
  • 500 g di mollica di pane (meglio se di tipo pugliese)
  • 50 g di erbe aromatiche a piacere (origano, menta, salvia, prezzemolo, coriandolo)
  • farina q.b. per l'impanatura
  • sale e pepe q.b.
  • olio di semi di arachide q.b. per friggere

Preparazione

Infarinare il pesce senza privarlo delle lische in quanto queste verranno ammorbidite con la marinatura.
Friggere il pesce in abbondante olio di semi.
Scolare il pesce e metterlo in un vassoio ricoperto da carta assorbente, sistemare di sale e pepe e lasciar raffreddare.
In una terrina a parte sciogliere lo zafferano con un po' di aceto, aggiungere la mollica del pane e versare il restante aceto. Sminuzzare le erbe aromatiche e unirle al composto. Lasciar marinare per qualche minuto, quindi preparare lo scapece disponendo il pesce e la mollica a strati in un contenitore alto e stretto. Lasciare la scapece gallipolina a marinare per almeno 24 ore.
Può essere servito sia come antipasto che come secondo piatto.

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

410 kcal - 1714 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

38 g

Proteine

42 g - 40%

Carboidrati

31 g - 30%

Grassi

14 g - 31%

di cui

 

saturi

2.4 g

monoinsaturi

5.6 g

polinsaturi

3.4 g

Fibre

1 g

Colesterolo

74 mg

Sodio

106 mg

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Il punto di fumo

Il punto di fumo è la temperatura a cui un grasso alimentare comincia a decomporsi, e può formare sostanze tossiche come l'acroleina.


Seadas o Sebadas

Le sebadas, le frittelle di formaggio pecorino e miele nate nel cuore della Sardegna.


Lo spezzatino con patate

Lo spezzatino con patate: che carne e che patate scegliere?


Tacconi di fave

I tacconi di fave: la pasta fresca fatta tradizionalmente con la farina fave nelle colline marchigiane.

 


Torta Saint Honorè

La torta Saint Honorè: un sontuoso dolce francese a base di pan di spagna, crema e bignè.


Zucchine ripiene

Le zucchine ripiene: un piatto diffuso in tutta Italia e dalle mille varianti.


Zuppa di fave e cicoria (macco pugliese)

La zuppa di fave e cicoria o macco pugliese: due soli ingredienti per un piatto ipocalorico e gustoso.


La torta paradiso

La torta paradiso, simile alla torta margherita, è stata inventata nel 1878 dalla pasticceria Vigoni di Pavia.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.