Zuppa inglese

La zuppa inglese è un dolce al cucchiaio presente in diversi paesi in molte varianti. In Italia appare nell'800, in Emilia, nella zona di Bologna e Ferrara.

L'origine della zuppa inglese non è certa: le fonti più accreditate fanno risalire la zuppa inglese all'epoca elisabettiana, come "figlia" del trifle, un dolce preparato molto probabilmente con gli scarti dei ricchi banchetti dell'epoca, fatto con pan di spagna imbevuto di alcolico, crema e frutta fresca o marmellata. Questa tesi è avvalorata dai frequenti scambi commerciali tra la gli estensi e l'Inghilterra, inoltre due ingredienti fondamentali della zuppa inglese cioè l'Alchermes (il cui nome deriva dal colorante che lo rende rosso, la cocciniglia, importata dagli arabi e chiamata al quermez in lingua araba) e il Rosolio (infuso di fiori) sono entrambi liquori di origine medioevale.

La zuppa inglese era originalmente composta da una base di pasta lievitata intrisa di vino dolce, arricchita di pezzetti di frutta, o frutti di bosco, e coperta da crema pasticciera.

Attualmente è stato aggiunto il cioccolato e nelle versioni più classiche della zuppa inglese manca completamente la frutta. Per comodità, al posto del pan di Spagna sono comparsi i biscotti savoiardi, che rendono la zuppa inglese un dolce molto simile al Tiramisù.

Sì o No?

La zuppa inglese è un dolce che ben si presta ad essere alleggerito, in quanto composto da crema, crema al cioccolato e biscotti imbevuti di liquore, tutte basi abbastanza ipocaloriche in partenza e quindi facilmente modificabili al fine di portare l'insieme a 150 kcal per 100 g, il vincolo calorico dei dolci al cucchiaio Sì.

 

 

 

La ricetta della zuppa inglese

Zuppa inglese

Come accennato in precedenza, la zuppa inglese ha moltissime varianti, e quindi non esiste una ricetta universale... Di seguito riportiamo una delle più classiche versioni, con i savoiardi imbevuti nell'alchermes, la crema pasticcera e la crema al cioccolato.

Ingredienti per 12 porzioni

  • 1 litro di latte
  • 8 tuorli
  • 200 g di zucchero
  • 50 g di cacao amaro
  • 500 g di savoiardi
  • 50 g di alchermes e 50 g di rhum

Preparazione: preparare la crema stemperando la farina nel latte e versando poi i tuorli e lo zucchero, lavorando sul fuoco il composto con la frusta finché non si addensa completamente. Separare metà del composto e unire il cacao, lavorare con la frusta fino a farlo sciogliere completamente. Immergere i savoiardi nei liquori allungati con un poco di acqua, disporli sul fondo e sui bordi di una grande ciotola foderata con carta trasparente, quindi versare la crema al cioccolato, disporre uno strato di savoiardi sulla crema, quindi versare la crema gialla e finire con l'ultimo strato di savoiardi. Mettere in frigorifero per qualche ora, quindi sformare su un piatto di portata e rimuovere la pellicola.

Calorie per 1 porzione di zuppa inglese: 380

Calorie per 100 g: 220

 

 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Acquapazza

L'acquapazza: una semplicissima ricetta per cucinare il pesce con pomodorini, aglio e prezzemolo.


Crema pasticcera

La ricetta della crema pasticcera: la tecnica di preparazione, la scelta degli amidi, lo zucchero, i tuorli, i valori nutrizionali e le calorie.


Crostata alla frutta

La crostata alla frutta con crema pasticcera e gelatina: un classico imperdibile in ogni stagione!


Zuppa di pesce o brodetto di pesce

Zuppa di pesce o brodetto di pesce. Le ricette tradizionali, gli ingredienti, la preparazione e le possibili varianti.

 


Crema al burro

La crema al burro è stata per anni una delle creme più utilizzate in pasticceria, oggi viene usata soprattutto nel cake design e come topping per i cupcakes.


Pasta e fagioli

Pasta e fagioli: un primo piatto povero della tradizione italiana sempre molto apprezzato, e dalle caratteristiche nutrizionali molto interessanti.


Cioccolatini al cocco

Cioccolatini al cocco: irresistibili e facilissimi da preparare.


Il risotto alla milanese

Il risotto alla milanese: il re dei piatti della cucina lombarda affonda le sue origini nel Cinquecento.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.