Quique Dacosta

Enrique Dacosta, detto Quique, è uno dei più famosi chef europei, uno dei pochi in Spagna ad avere guadagnato 3 stelle Michelin nel suo ristorante omonimo, Quique Dacosta, situato a Denìa, vicino Valenzia. Inoltre, Quique si è posizionato 49simo nella classifica dei World's Best Restaurants (è in classifica dal 2012).

Originario di Caceres, una città della Spagna occidentale, Quique Dacosta nasce nel 1972 e si trasferisce con sua madre a Denìa, la sua città attuale situata invece nella costa orientale, quando aveva 14 anni. Inizia subito la sua carriera di cuoco lavorando nelle cucine dei più grandi chef, quali Ferran Adrià, Michel Bras, Arzak, Santi Santamaria.

Nel 1989 entra a far parte del team di cucina del ristorante El Poblet di Denìa (1 stella Michelin), di cui oggi è comproprietario.  Suoi sono anche altri due locali più "easy": il "Vuelve Carolina" e il "Mercat Bar" a Valenzia.

Nel 1997 apre il suo ristorante personale, il Quique Dacosta, appunto, dove nel 2002 riceve la sua prima stella Michelin, nel 2008 la seconda e nel 2016 la terza.
Inoltre, nel 2005 è stato considerato il miglior chef spagnolo dalla rivista "Guia Gourmetour" e nel 2013 ha vinto anche il premio Millesime Chef Award.

Estro e creatività di Dacosta

 

 

Enrique Dacosta

Dacosta si appasiona fin da subito alle moderne tecniche di cottura e alla gastronomia molecolare, tanto da venir considerato l'erede di Ferran Adrià dopo la chiusura de El Bulli; alcuni giornalisti hanno dichiarato che "ha riempito il vuoto lasciato da El Bulli". Insomma, Dacosta, è uno dei nuovi e giovani leader della cucina d'avanguardia in Spagna, dotato di una tecnica rigorosa, di un maniacale perfezionismo e di un grande genio creativo.

Per fare alcuni esempi: ha ideato un piatto in cui serve a tavola una rosa rossa i cui petali interni sono commestibili, poiché a base di gelatina e mela (vedi foto a lato). Usa piastre di mineralizzazione in oro e argento, o l'aloe vera come gelificante, e il suo attuale menù (marzo 2017) è tutto incentrato sulla ricerca del DNA degli alimenti, si chiama infatti "DNA La Busqueda" (proposto a 199€).

Ma nella cucina di Dacosta non mancano piatti più classici legati alla tradizione e al territorio, si possono trovare piatti come il gazpacho di ciliegie e frutti rossi con gamberetti, lo stufato di alghe o i gamberi cotti in acqua di mare e serviti con tè di bietole. L'acqua di mare la prende direttamente dal mare con dei pentoloni, dato che il suo ristorante è proprio a pochi passi dalla spiaggia.

Dacosta crede in una cucina a km 0 e dichiara di utilizzare solo ingredienti prodotti in un raggio di 75 km dal suo ristorante. In varie interviste ha anche affermato che le verdure sono il filo conduttore della sua filosofia gastronomica e che è particolarmente interessato a rispettare e valorizzare gli elementi ecologico-naturali della sua terra.

Ha scritto anche un libro molto interessante tutto incentrato sul riso e i risottiArroces contemporaneos (2005), in cui propone 5 categorie di ricette per cucinare un risotto: denso, cremoso, asciutto, tradizionale o moderno.

Per chi volesse approfondire la cucina di Quique Dacosta consiglio questo articolo di Passione Gourmet dove viene presentato il menù Tomorrowland del suo ristorante, 30 portate con tanto di foto.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Tortino al cioccolato con cuore fondente

Tortino al cioccolato con cuore fondente o cuore morbido: due ricette di due grandi pasticceri per realizzarlo al meglio.


Torta caprese

La torta caprese il cui nome deriva dall'isola di Capri: la ricetta classica al cioccolato o nella variante al limone.


Tomaselle o tomaxelle (ricetta ligure)

Le tomaselle o tomaxelle: involtini di vitello e verdure tipici della cucina ligure.


La cucina africana

La cucina africana e le ricette della cucina africana.

 


Tamales

I tamales: i panini sudamericani fatti con la masa (la pasta di mais) e avvolti in foglie di platano o di pannocchia.


Tajine di pollo (ricetta marocchina)

Il tajine di pollo: una ricetta tipica marocchina che prende il nome dal contenitore nel quale viene cotta.


Tagliolini al nero di seppia

I tagliolini al nero di seppia con ragù bianco di pesce: ricetta e segreti.


Giardiniera

La giardiniera: un piatto a base di verdure miste conservate sotto aceto e consumate come contorno.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.