Nuoto master: lo sport perfetto

Il mondo del nuoto master è veramente bello e rappresenta, a mio parere, uno dei modi più efficaci per fare sport... Tuttavia il nuoto master non è per tutti. Vediamo perché.

Molti riconoscono al nuoto il fatto di essere lo sport ideale: completo, poco traumatico, praticabile tutto l'anno, sono tutte caratteristiche molto positive che lo rendono il miglior candidato a "sport perfetto".

In effetti analizzando i pro e i contro del nuoto abbiamo visto che le controindicazioni sono veramente poche, e sono limitate a chi ha problemi respiratori (come l'asma) o cutanei (dermatiti), peraltro gestibili facilmente, con opportuni trattamenti farmacologici, nella maggior parte dei casi.

Il difetto maggiore del nuoto riguarda il sottoallenamento, cioè la difficoltà oggettiva nel raggiungere un livello di impegno sufficientemente elevato, e la noia che può sopraggiungere in coloro che non amano allenarsi da soli.

Per risolvere questi problemi esiste una soluzione semplicissima: iscriversi a una squadra master.

I vantaggi di allenarsi in una squadra master

Le squadre master rappresentano il passo successivo ai corsi di nuoto di livello avanzato. Nei corsi di nuoto si pone (o si dovrebbe porre) l'attenzione più sulla tecnica che sulla prestazione atletica. In una squadra master gli allenamenti sono finalizzati a massimizzare la prestazione atletica.

Un tipico allenamento master è completo, strutturato e intenso.

 

 

 

È completo, perché comprende tutte le fasi di un allenamento ben fatto: riscaldamento, attivazione, parte centrale, defaticamento, e in genere vengono nuotati tutti gli stili.

È strutturato, cioè viene quasi sempre utilizzato il cronometro per scandire le varie fasi degli allenamenti e ogni fase dell'allenamento ha uno scopo ben preciso.

È intenso: la durata e l'intensità degli allenamenti sono finalizzati al raggiungimento della massima prestazione. Tuttavia, è molto facile regolare l'intensità dell'allenamento in base alle proprie caratteristiche o allo stato di forma perché gli atleti sono divisi per categorie di bravura e gli allenamenti sono diversi come volume e intensità a seconda del gruppo di appartenenza.

Gli allenamenti variano da un minimo di 2,5 km (100 vasche da 25 m) a un massimo di 4 km (160 vasche), mediamente. Non bisogna farsi spaventare da questi numeri: se uno non ne ha più, saluta tutti e va a casa prima della fine, è una cosa assolutamente normale.

Molte persone non hanno le conoscenze, la forza di volontà, la voglia di fare ogni volta un allenamento diverso, di portarlo a termine da soli, di spingersi vicino ai propri limiti, anche quando la stanchezza si fa sentire. In squadra, quasi non ci si accorge di aver nuotato così tanto. Il fatto di condividere le fatiche con gli altri moltiplica le forze e fa sembrare normale anche un allenamento molto tosto. Tra una fase e l'altra degli allenamenti ci si può rilassare e confrontare con gli altri atleti, molti dei quali potranno diventare anche buoni amici.

Il fatto di nuotare con atleti più forti di noi è uin grande stimolo per migliorare ed è sempre un grande piacere vedere nuotare ex agonisti o atleti molto dotati che si esibiscono in prestazioni che per noi sono fantascienza.

Mondo master e competizione

Nuoto master

Molti non prendono in considerazione il nuoto master perché temono di non essere all'altezza di affrontare una competizione di nuoto.

Innanzitutto bisogna dire che non è obbligatorio partecipare alle gare! Le squadre consigliano di partecipare a 3 gare perché in questo modo ricevono più sovvenzioni dallo stato, ma nessuno è obbligato a farle. E comunque si possono fare tutte lo stesso giorno, basta scegliere la competizione più vicina a casa, se non si ama l'ambiente delle gare. Ve lo dice uno che non ha mai amato chiudersi per ore dentro una piscina la domenica... Preferendo di gran lunga le gare in mare (di cui parleremo prossimamente).

 

 

Secondo, una gara di nuoto prevede di percorrere una distanza nel minor tempo possibile, ognuno ha la propria corsia dunque non c'è nessun pericolo. Partecipano 80enni e persone con piccoli handicap, che vengono puntualmente applauditi dunque non siate patetici e affrontate la gara come un test, un occasione per togliervi la curiosità di sapere il vostro valore su una determinata distanza.

A differenza di altri sport come la corsa o il ciclismo, nelle squadre master in genere non c'è eccesso di competizione tra gli atleti, anzi ci si sprona a vicenda e si sfruttano al meglio tutte le caratteristiche positive dell'allenarsi in squadra, senza i problemi di eccessiva rivalità spesso presenti nelle squadre sportive. Forse questo è dovuto al fatto che in gara non c'è un vero e proprio scontro diretto, gli atleti non si guardano mai in faccia.

Sei pronto per il mondo master?

Prima di iscriversi a una squadra master bisogna aver raggiunto un livello tecnico adeguato.

È importante tuttavia curare l'aspetto tecnico, per evitare di incorrere in infortuni dovuti a una cura eccessiva dell'aspetto atletico con una base tecnica insufficiente.

Chi supera il fit test può iscriversi a una squadra master perché il livello tecnico è di sicuro sufficiente, tuttavia chi non è in grado di nuotare al di sotto delle 20 bracciate per vasca (da 25metri), sarebbe meglio che si concentrasse molto sulla tecnica, anche durante gli allenamenti master. Anche senza superare il fit test ci si può iscrivere e partecipare agli allenamenti, l'importante è avere una tecnica adeguata. Al resto penseranno gli allenamenti master!

Purtroppo nel nuoto master l'aspetto tecnico è spesso trascurato oppure eseguito con metodi non appropriati. Io consiglio il metodo Total Immersion che non solo consente di migliorare la propria tecnica nel modo più veloce ed efficace ma insegna anche a considerare il nuoto in modo diverso, a raggiungere il giusto mix tra efficienza fisica e perfezione tecnica.

È sufficiente dedicare un allenamento la settimana alla tecnica e partecipare agli allenamenti master con un occhio di riguardo a come si nuota, come ho spiegato nell'articolo Total Immersion e nuoto master.

Dove sono le squadre master?

In tutte le città troviamo una o più squadre master. Basta rivolgersi alla piscina più vicina e chiedere se c'è una squadra master che si allena in loco. Fatto questo si prendono i riferimenti e si chiedono informazioni. È importante non avere fretta ma valutare diverse opzioni, se possibile.

Infatti le squadre più organizzate prevedono più opzioni e possibilità rispetto alle squadre più piccole.

Quindi chiedete prima le informazioni di base, cioè la frequenza, la durata e l'orario degli allenamenti, e il costo (variabile da 200 a 300 euro l'anno tutto compreso).

Chiedete anche se esiste la possibilità di allenarsi in altri orari oltre a quelli con l'allenatore, e quanto siano frequentati questi appuntamenti. Gli allenamenti ufficiali e più frequentati sono in genere la sera e il sabato pomeriggio, ma molte squadre mettono a disposizione alcuni spazi in pausa pranzo, frequentati dai pochi gli atleti che possono allenarsi in questi orari.

Anche gli orari degli allenamenti possono variare: molto meglio scegliere la fascia 20-22 piuttosto che quella dopo le 21. Allenarsi molto tardi può diventare stressante e demotivante, alla lunga.

Si possono anche scegliere opzioni miste, come per esempio un solo allenamento la settimana, se si preferisce allenarsi da soli un paio di volte e fare un solo allenamento con la squadra.

Il solo requisito necessario per allenarsi con una squadra master è il superamento della visita medica agonistica, che costa circa 60 euro e si prenota in qualunque ASL di zona.

Quasi tutte le squadre prevedono la possibilità di effettuare un allenamento di prova dove si può verificare di persona come è organizzata la squadra, quante persone partecipano agli allenamenti, quanti istruttori sono presenti, ecc. Quindi cosa aspetti?

Se il nuoto è il tuo sport principale o il tuo unico sport, la naturale evoluzione della tua carriera sportiva è il nuoto master!

 

 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Sport


Scegliere i rapporti nella bici da corsa: nel dubbio, scegli l'agilità!

Scegliere i rapporti nella bici da corsa: scopriamo perché, dati alla mano, la maggior parte dei ciclisti monta rapporti troppo duri.


Ciclismo: oltre il bike test

Ciclismo: oltre il bike test - Come usare la bici per mantenersi magri e in forma per il resto dei nostri giorni.


Dimagrire: sport a bassa o alta intensità? Consumare grassi o calorie?

Dimagrire: sport a bassa o alta intensità? Consumare grassi o calorie?


Allenamento a digiuno per dimagrire

L'allenamento a digiuno è spesso promosso come metodo per dimagrire: in realtà non è assolutamente dimostrato che questo sia vero.

 


Il consumo di calorie degli sport

Il consumo di calorie con gli sport: si possono quantificare esattamente?


Il consumo di calorie in palestra

Il consumo di calorie in palestra: quante calorie si consumano davvero nei corsi, nel sollevamento pesi e nelle altre attività svolte in palestra?


Quale sport per dimagrire?

Qual è lo sport migliore per dimagrire? Corsa, nuoto, ciclismo, pesi o corsi in palestra?


Ciclismo: dal principiante al bike-test

Ciclismo: dal principiante al bike-test, l'allenamento, l'abbigliamento, la scelta della bicicletta.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.