Nuoto: PRO e CONTRO

Il nuoto è lo sport più completo e meno traumatico, inoltre è quello che ha una componente tecnica più elevata. Questo può essere un vantaggio perché lo rende divertente, ma può rappresentare anche un grande ostacolo per chi non riesce a raggiungere un'abilità tecnica minima.

I PRO del nuoto

Nel nuoto il corpo è sostenuto dall'acqua e si trova in una situazione di gravità molto ridotta. La propulsione avviene per trazione e le uniche compressioni si hanno nella spinta dal bordo durante le virate. Tutto ciò abbatte la probabilità di infortunio, che si manifesta solo per chilometraggi veramente elevati e in soggetti predisposti ad infortuni alle spalle. Per evitare gli infortuni occorre curare molto la tecnica ed evitare di utilizzare strumenti che aumentano la resistenza dell'acqua come le palette, se non si è in possesso di una tecnica più che soddisfacente. Una tecnica errata spesso sollecita alcune articolazioni facilitando gli infortuni la cui probabilità è comunque molto bassa.

Il nuoto è l'unico sport veramente completo, che sviluppa tutti i distretti anatomici, dalle braccia alle gambe passando per il tronco, in modo uniforme.

Il controllo del peso con il nuoto, seppure più problematico rispetto alla corsa e al ciclismo, è efficace se viene effettuato con la giusta intensità.

Alcuni pensano che il nuoto sia uno sport noioso perché viene effettuato andando avanti e indietro, nella solitudine, guardando sempre quella striscia blu... In realtà la componente tecnica del nuoto lo rende uno sport molto più vario e quindi divertente rispetto alla corsa e al ciclismo dove il gesto atletico è quantomai ripetitivo. Ovvio che andare in vasca e fare 3 km solo a stile libero è una rottura, ma nel nuoto non esiste solo il crawl, ci sono anche gli altri 3 stili, gli esercizi di tecnica e di sensibilità, gli esercizi solo per le braccia e per le gambe, le nuotate miste. Le possibilità di variare i gesti tecnici nel nuoto sono potenzialmente infinite: sfruttandole, si scopre che questo sport è molto più vario di quanto non sembri.

 

 

 

I CONTRO del nuoto

Il nuoto non presenta particolari controindicazioni: probabilmente è l'unico sport della triade che può essere praticato tutto l'anno, senza limiti di volume di allenamento, da tutti quanti e senza particolari rischi di infortunio. Tuttavia, amare uno sport a tal punto non è da tutti, dunque il mio consiglio è quello di praticare il nuoto insieme alla corsa e/o al ciclismo, anche perché i benefici che si hanno sono senz'altro superiori. Di certo, il nuoto è lo sport a cui si possono dedicare più ore, considerando che lo si pratica tutto l'anno, per esempio 2 volte la settimana per 3 ore totali.

Il nuoto va praticato in piscina, che non è sempre aperta, non sempre è vicina a casa ed è spesso affollata non consentendo un allenamento ottimale. Inoltre molti hanno problemi respiratori o cutanei quando sovraesposti al cloro utilizzato per disinfettare l'acqua delle piscine.

Il fatto che il peso coporeo sia sostenuto dall'acqua consente di "barare": nuotando piano, si consumano poche calorie e non ci si allena a sufficienza. Sono convinto che poco più della metà dei frequentatori della piscina nell'orario del nuoto libero sarebbero in grado di superare lo Swim-Test.

 

 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Sport


Perché si usa la potenza (Watt) nel ciclismo?

Spesso si sente parlare di Watt o di potenza, nel ciclismo: perché solo in questo e non negli altri sport?


Fit-test: scopri se sei veramente in forma

Fit-test: scopri se sei veramente in forma con un test di corsa, ciclismo, camminata o nuoto.


Core stability

I termini "core" e "core stability" sono sempre più in voga nel mondo del fitness e dello sport: scopriamo l'importanza del core e come allenarlo correttamente.


Allenamento con le ripetute

L'allenamento con le ripetute va eseguito solo da chi è già esperto: serve per aumentare il carico di allenamento ad intensità elevata.

 


Nuoto e triathlon: quanto conta e come allenarsi

Nuoto e triathlon: quanto conta il nuoto in una gara di triathlon? E come allenarsi in piscina in funzione di ottenere il massimo in una gara di triathlon?


Fatica muscolare

Il termine fatica (o affaticamento) esprime lo stato che si verifica quando avviene una diminuzione delle prestazioni. Dipende dalla deplezione di glicogeno e dall'acidificazione del muscolo.


Dolore muscolare e DOMS

Dolore muscolare e DOMS: il dolore muscolare immediatamente dopo l'allenamento e quello 'successivo'. I DOMS vanno ricercati o evitati?


Usare i piedi nello sci: il Tipping

Molti avranno sentito qualche esperto parlare dell'importanza dell'uso dei piedi nello sci. Ma cosa significa realmente?

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.