Imparare a sciare: i livelli di abilità - Oro, argento, bronzo

Lo sci è uno sport tecnicamente molto complesso. Per imparare a scendere su ogni pendio bastano poche ore di pratica, ma per imparare veramente a sciare occorrono diverse decine di ore di sci, e soprattutto occorre avere una guida tecnica che consenta di correggere gli errori e guidarci nei miglioramenti.

La maggior parte degli sciatori si accontenta di qualche lezione con il maestro di sci, che gli consenta di scendere su ogni pendio.

Acquisita la padronanza del mezzo, che si ottiene semplicemente con un minimo di base tecnica e un certo numero di km percorsi, la tecnica di sciata si stabilizza e si fissano nella mente alcuni errori (più o meno gravi a seconda del talento del soggetto) sempre più difficili da correggere con il passare del tempo. Tutto questo è evitabile semplicemente con un approccio da sciatore "sportivo", che non scia con il pilota automatico o semplicemente per godersi il paesaggio, ma cerca (anche) il miglioramento della tecnica consapevole del fatto che saper sciare bene è molto più emozionante.

I livelli di abilità nello sci: oro, argento e bronzo

Livelli abilità sci

L'associazione italiana maestri di sci (AMSI) utilizza tre livelli per determinare l'abilità dello sciatore. Conoscere questi livelli è importante per comprendere a che punto si è arrivati con l'apprendimento e quale sia lo step successivo da affrontare.

I livelli sono tre: bronzo, argento e oro, a loro volta suddivisi in due livelli ciascuno, il livello base e l'avanzato.

Il livello bronzo è quello base, che va da zero alle curve a spazzaneve (bronzo base) fino alle curve con sci paralleli (bronzo avanzato).

 

 

 

Nel livello argento si va dalle curve a sci paralleli su piste facili (argento base), a curve ritmate con differenti archi di curva su pendii sempre più difficili (argento avanzato).

Il livello oro introduce e affina la tecnica della conduzione di curva e le tecniche dello sci agonistico (oro base) e le applica su ogni condizione di pista e su ogni raggio di curva (oro avanzato).

La fase successiva è la sciata tra i pali, cioè la tecnica di gara.

Per capire di cosa stiamo parlando, consiglio la visione di questi video (scegliete la versione flash, quella "Media player" non sembra funzionare).

 

 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Sport


Perché si usa la potenza (Watt) nel ciclismo?

Spesso si sente parlare di Watt o di potenza, nel ciclismo: perché solo in questo e non negli altri sport?


Fit-test: scopri se sei veramente in forma

Fit-test: scopri se sei veramente in forma con un test di corsa, ciclismo, camminata o nuoto.


Core stability

I termini "core" e "core stability" sono sempre più in voga nel mondo del fitness e dello sport: scopriamo l'importanza del core e come allenarlo correttamente.


Allenamento con le ripetute

L'allenamento con le ripetute va eseguito solo da chi è già esperto: serve per aumentare il carico di allenamento ad intensità elevata.

 


Nuoto e triathlon: quanto conta e come allenarsi

Nuoto e triathlon: quanto conta il nuoto in una gara di triathlon? E come allenarsi in piscina in funzione di ottenere il massimo in una gara di triathlon?


Fatica muscolare

Il termine fatica (o affaticamento) esprime lo stato che si verifica quando avviene una diminuzione delle prestazioni. Dipende dalla deplezione di glicogeno e dall'acidificazione del muscolo.


Dolore muscolare e DOMS

Dolore muscolare e DOMS: il dolore muscolare immediatamente dopo l'allenamento e quello 'successivo'. I DOMS vanno ricercati o evitati?


Usare i piedi nello sci: il Tipping

Molti avranno sentito qualche esperto parlare dell'importanza dell'uso dei piedi nello sci. Ma cosa significa realmente?

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.