Sciare sulla Marmolada

La Marmolada è un gruppo montuoso situato tra le province di Belluno e di Trento. Il fiume Cordevole la delimita ad oriente e la Val di Fassa ad occidente.

Sebbene non sia composta da dolomia come le dolomiti, ma da calcari grigi e materiale vulcanico, la Marmolada è considerata comunque il gruppo montuoso più alto delle dolomiti, grazie al suo massiccio, costituito da una lunga cresta con numerosi picchi, tra cui il più elevato, Punta Penia, raggiunge i 3.343 m. Il ghiacciaio della Marmolada, il più esteso delle dolomiti, si trova sul versante nord del massiccio.

Sciare sulla Marmolada

Per sciare sulla Marmolada il punto di accesso più diretto prevede di raggiungere Malga Ciapela, si può passare da Padova, fare la stessa strada per raggiungere Cortina d'Ampezzo, poi a Longarone si gira a sinistra per Forno di Zoldo, Selva di Cadore, Rocca Pietore e infine si arriva a Malga Ciapela. Dal Trentino, conviene arrivare a Canazei, oppure ad Arabba tramite il passo Pordoi, e da qui arrivare direttamente con gli sci, visto che la Marmolada è collegata con il sellaronda e quindi anche con Arabba. Tuttavia, arrivare a Malga Ciapela presto la mattina, per prendere la prima funivia alle 8.30, rappresenta l'opzione in assoluto migliore visto che in genere dopo le 10.30 la situazione inizia ad essere affollata e le prime due piste sono quelle che regalano le emozioni più forti.

Si può alloggiare nei numerosi hotel e b&b presenti nei dintorni di Caprile: la zona non è tra le più rinomate delle dolomiti dunque a meno di non scegliere un periodo di altissima stagione non dovrebbero esserci problemi a trovare un alloggio, anche economico.

 

 

 

Marmolada

Il comprensorio della Marmolada è piccolo, ma la pista "Bellunese" che parte dal ghiacciaio e arriva fino a Malga Ciapela è un vero e proprio "must" per tutti gli sciatori. Le condizioni della neve, sempre perfette, il panorama, e le caratteristiche tecniche della pista rendono indimenticabile, e per questo imperdibile, l'esperienza di sciare sulla Marmolada. La pista è lunga ben 12 km ma il tratto dal passo Fedaia a Malga Ciapela è in realtà una lunga pista blu dove si va diritti per la maggior parte del tempo. Il pezzo interessante è quello che va dalla cima al passo Fedaia, che presenta tratti di pendenza media, molto larghi, con neve sempre perfetta anche a inizio e fine stagione, dove si possono tirare curvoni da brivido immersi in uno scenario unico.

L'impianto di risalita, rifatto completamente nel 2003, consta di 3 funivie sincronizzate, che consentono in soli 12 minuti di arrivare in cima. L'unico problema sono le attese abbastanza lunghe che si determinano dalle 10-10.30 in poi, quando arrivano i ritardatari, nonché la gente da Arabba.

 

 

Una seggiovia risale dal lago Fedaia consentendo di rifare l'ultimo tratto impegnativo di pista, senza dover tornare fino in fondo. Volendo dalla pista si può anche raggiungere, tramite un tunnel, l'ultimo troncone di funivia, per rifare solamente il primo tratto, quello forse più suggestivo.

In una mattinata, che idealmente deve presentare condizioni meteo favorevoli, arrivando presto, si possono fare 3-4 piste complete, dopodiché i più allenati potranno trascorrere il pomeriggio su Porta Vescovo, ad Arabba, per una giornata davvero indimenticabile (in questo caso bisogna acquistare lo skipass dolomiti superski)... Oppure continuare sulla pista della Marmolada, finché le gambe tengono.

Sebbene sia collegata al Sellaronda, una deviazione sulla Marmolada durante il giro dei quattro passi non consentirebbe poi di farne altre, e comunque si riuscirebbe a fare solamente una volta la pista Bellunese... E questo sarebbe un vero peccato. Meglio dedicargli almeno una mezza giornata ed eventualmente abbinarla a Porta Vescovo, se avete le gambe per farlo!

Fino al 2003 sulla Marmolada si praticava anche lo sci estivo, oggi le condizioni ambientali e anche economiche hanno determinato la chiusura degli impianti a fine Aprile, come in tutte le altre stazioni sciistiche situate a quota più bassa.

 

 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Sport


Perché si usa la potenza (Watt) nel ciclismo?

Spesso si sente parlare di Watt o di potenza, nel ciclismo: perché solo in questo e non negli altri sport?


Fit-test: scopri se sei veramente in forma

Fit-test: scopri se sei veramente in forma con un test di corsa, ciclismo, camminata o nuoto.


Core stability

I termini "core" e "core stability" sono sempre più in voga nel mondo del fitness e dello sport: scopriamo l'importanza del core e come allenarlo correttamente.


Allenamento con le ripetute

L'allenamento con le ripetute va eseguito solo da chi è già esperto: serve per aumentare il carico di allenamento ad intensità elevata.

 


Nuoto e triathlon: quanto conta e come allenarsi

Nuoto e triathlon: quanto conta il nuoto in una gara di triathlon? E come allenarsi in piscina in funzione di ottenere il massimo in una gara di triathlon?


Fatica muscolare

Il termine fatica (o affaticamento) esprime lo stato che si verifica quando avviene una diminuzione delle prestazioni. Dipende dalla deplezione di glicogeno e dall'acidificazione del muscolo.


Dolore muscolare e DOMS

Dolore muscolare e DOMS: il dolore muscolare immediatamente dopo l'allenamento e quello 'successivo'. I DOMS vanno ricercati o evitati?


Usare i piedi nello sci: il Tipping

Molti avranno sentito qualche esperto parlare dell'importanza dell'uso dei piedi nello sci. Ma cosa significa realmente?

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.