Plan de Corones

Plan de Corones (Kronplatz in tedesco) è un monte di 2275 metri situato nell'alta Val Pusteria. Il nome "Plan de Corones" deriva dalla leggenda ladina relativa all'epopea dei Regno dei Fanes, che narra dell'incoronazione della principessa Dolasilla proprio su questo monte.

La forma particolare, a panettone, di Plan de Corones, lo rendono un sito ideale per la pratica dello sci e non a caso, qui è nata una delle stazioni sciistiche più all'avanguardia delle dolomiti.

Sito ufficiale di Plan de Corones

Mappa sciistica Plan de Corones

Come raggiungere Plan de Corones

Plan de Corones è raggiungibile da tre punti, posti ai piedi del "panettone": Brunico, in val Pusteria; San Vigilio di Marebbe, in Val di Mareo, laterale della Val Badia; oppure Valdaora, sempre in val Pusteria. Nel 2011 è stata realizzata una nuova pista che arriva in località Perca, vicino a Brunico, per collegare la ferrovia al comprensorio sciistico consentendo di arrivare a Plan evitando l'automobile.

Per chi vuole sciare una giornata a Plan de Corones, conviene arrivare a Brunico, il punto più vicino per chi arriva dall'autostrada A22. Si esce a Bressanone e si percorre la val Pusteria fino a Brunico. Ci si trova di fronte a un parcheggio enorme (gratuito - almeno nel 2011!) e a una struttura a dir poco organizzata con negozi di abbigliamento, laboratori di sci, bar, ristoranti.

Plan de Corones

Sciare a Plan de Corones

Plan de Corones fa parte della ski area Dolomiti Superski anche se non è collegato al Sellaronda tramite impianti.

Arrivati in cima al panettone, si hanno tre opzioni: si può scendere verso San Vigilio, dove si trovano piste di media difficoltà, e un ultimo tratto molto facile; verso la Valdaora, con piste di media difficoltà; oppure verso Brunico, con piste nere molto impegnative come la mitica Sylvester, o la nuova variante Hernegg, a mio parere anche più bella della Sylvester. Stiamo parlando di piste di circa 5 km con tratti davvero mozzafiato, la Hernegg si contraddistingue per un paio di cambi di pendenza davvero impressionanti. Il primo tratto della Hernegg, quello che parte dalla cima del Plan de Corones, è di pendenza media e costante (si tratta di una rossa) e si può ripetere grazie a un nuovo impianto (con sedili riscaldati!) che riporta in cima.

 

Da San Vigilio, con un impianto che porta dall'altra parte della valle, si può sciare sui due versanti del Piz de Plaies, a 1650 metri. Qui troviamo due piste molto impegnative, la Erta sul versante di Marebbe, e soprattutto la Piculin, una pista di 2 km realizzata nella stagione 2008-2009 ,il cui primo tratto è molto ripido e in forte contropendenza... Per veri temerari. Conviene però farla al mattino o in una giornata fredda, perché è esposta al sole e la neve si deteriora in fretta. Arrivati in fondo alla Piculin, in Val Badia, si può prendere l'autobus che in 20 minuti porta a La Villa, opzione interessante per chi vuole farsi un paio di Gran Risa.

Sempre dal 2008 è attivo uno Snowpark e dalla cima del panettone c'è anche uno slalom gigante cronometrato permanente per chi si vuole cimentare tra i pali, nella patria di due grandi dello sci, i fratelli Manfred e Manuela Moelgg, che sono sponsor ufficiali di Plan de Corones.

Molto frequentato è l'Apres Ski del versante di Brunico, in fondo alla Sylvester, con musica e bar all'aperto, un'atmosfera molto bella e tipicamente tirolese.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Sport


Usare i piedi nello sci: il Tipping

Molti avranno sentito qualche esperto parlare dell'importanza dell'uso dei piedi nello sci. Ma cosa significa realmente?


Freddo alle mani nello sci

Il freddo alle mani è la bestia nera di molti sciatori: vediamo come sconfiggerlo, con metodi più o meno drastici a seconda della gravità del problema.


Freddo ai piedi nello sci: cosa fare?

Cosa fare contro al freddo ai piedi nello sci? Dalla scelta dello scarpone, alle strategie più soft, fino alle soluzioni drastiche.


Scarponi da sci riscaldati

Scarponi da sci riscaldati: i sistemi di riscaldamento per gli scarponi da sci. Solette e calze riscaldati, sistemi elettrici e non.

 


Scarponi da sci: una scelta critica

In pochi sanno quanto gli scarponi da sci siano in grado di influenzare la prestazione. La scelta dello scarpone è altrettanto importante, rispetto a quella degli sci.


Tecnica dello sci: gli errori più comuni e come risolverli

Gli errori più comuni degli sciatori: sciare arretrati, e col peso sull'interno. Come risolverli?


Sci: la tecnica del carving

L'avvento degli sci carving ha reso più facile la vita di molti sciatori e ha cambiato la vita ad altri.


Equilibrio e centralità nello sci

La centralità e l'equilibrio sono due cose differenti: la centralità è necessaria se vogliamo fare curve sugli spigoli con la tecnica del carving.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.