Viaggio gastronomico nelle Asturie (Oviedo, Gijon, Cabrales)

Le Asturie (Asturias in spagnolo) sono una regione del nord della Spagna, confinanti a ovest con la Galizia, e ad est con la Cantabria. È una regione famosa soprattutto per le città di Oviedo, Gijon e anche per la meno famosa Aviles, che costuiscono una "triade" molto visitata dai turisti, in quanto centri ricchi di storia e di interessanti monumenti.

Anche l'entroterra delle Asturie è molto interessanti, grazie alla catena montuosa della cordigliera Cantabrica, e in particolare alla zona confinante con la Cantabria, dove si trovano le montagne del Picos de Europa, davvero spettacolari. E ai piedi di queste montagne si trova Cabrales, una città che gli amanti del formaggio avranno immediatamente riconosciuto, perché patria dell'omonimo formaggio "blu" (erborinato, come il Gorgonzola) che qui viene prodotto e stagionato.

Il nostro (breve) viaggio nelle Asturie si è concentrato su Gijon, dove abbiamo soggiornato per 2 notti, mentra ad Oviedo e a Cabrales abbiamo fatto solo brevi puntate di mezza giornata.

La sidra asturiana

Le asturie sono la patria della "sidra" (il sidro), la bevanda alcolica a base di mela che non avevamo mai assaggiato nella versione spagnola. È un sidro praticamente fermo, non frizzante, ha 6 gradi di alcol e viene venduto in bottiglie da 75 cl. Nei bar si deve necessariamente comprare una bottiglia (che costa poco, 2,50 euro mediamente, 1,5 euro se acquistato in negozio), e viene servita dall'oste in modo particolare, facendola cadere da grande altezza, in modo tale da "ossigenarla", grazie alla caduta dall'alto.

 

 

 

L'oste versa nel bicchiere solamente un sorso, che va prontamente bevuto, svuotando il bicchiere. Solo così si può apprezzare l'effetto della mescita "dall'alto". La bottiglia la tiene l'oste, dietro al bancone: un cenno del capo rivolto all'oste, e questi prontamente verserà un altro sorso.

In alcuni locali abbiamo addirittura visto una postazione antischizzo per l'addetto alla mescita: una nicchia di lamiera che serve al mescitore per non riempire di schizzi i clienti attorno a lui. Una tradizione di altri tempi, insomma, ma che qui è ancora molto radicata.

Dal punto di vista organolettico la sidra si colloca tra il sidro francese (frizzante e fruttato) e quello inglese (con spiccate note di aceto).

Oviedo

Asturie viaggio gourmet

La città di Oviedo ci ha subito impressionato per la sua bellezza. È una tipica città molto turistica, con una zona storica non molto grande, ma suggestiva, ricca di ristoranti, bar, negozi.

Il mercato principale (El Fontan) era aperto ma al pomeriggio i punti vendita erano per lo più chiusi. Si tratta di un mercato di medie dimensioni, sicuramente da visitare. Di fronte al mercato c'è un negozio di alimenti di alta qualità, che vende un po' di tutto, noi abbiamo provato una bistecca di vacca, a frollatura lunga, di provenienza Basca, che ci ha però un po' deluso.

A fianco, una bella enoteca dove si possono degustare anche vini al calice.

 

 

Il nostro breve giro si è concluso in un bar, dove abbiamo assaggiato la versione "brut" della sidra, frizzante, e più fruttata rispetto alla sidra naturale.

Gijon

Gijon è una città di medie dimensioni, con un centro piuttosto grande e ben organizzato, e grandi aree verdi di cui il nostro Cocker Spaniel ha goduto parecchio.

Il mercato (Mercado del Sur) non è eccezionale, vale ovviamente la pena visitarlo ma non è tra i migliori mercati spagnoli. La Asturie sono terra di formaggi, dunque vi consiglio di provarli: non c'è solo il Cabrales (un formaggio un po' estremo, molto forte e molto piccante), ma molti altri formaggi di vacca, pecora e capra.

Il centro storico di Gijon è situato in una penisola, dove si trova un parco che però non abbiamo visitato, immediatamente all'interno c'è la zona più ricca di locali, particolarmente animata la sera. Nel cuore di questo quartiere si trova il Coalla Gourmet, un bar/enoteca in stile moderno, molto affollato. L'enoteca è molto fornita, con vini spagnoli, ma anche francesi e italiani.

Risalendo verso l'interno, la città si sviluppa in una scacchiera di vie, alcune delle quali, come calle Schultz, ricche di negozi di alimentari (pescherie, panifici, fruttivendoli, salumerie, macellerie...) e di sidrerie (sono le loro birrerie: locali in cui si mangia e si beve - e non solo sidra), se decidete di percorrerla poi fate un salto al Parque de Los Pericones, un grande parco situato su una ripida collina, con enormi prati di erba verdissima.

Se amate il vermuth, sappiate che è la moda del momento in Spagna (e sta tornando di moda anche in Italia): troverete ovunque delle "vermuterie" in cui poter assaggiare svariati tipi di vermuth (i locali più forniti ne hanno fino a 20 diversi), da quelli più industriali, fino a quelli biodinamici o di piccoli produttori. Il vermuth viene servito liscio (con spicchio di arancia, oliva e ghiaccio) oppure "preparado", con angostura e un superalcolico (vodka, o gin), ma sempre senza snaturarne le caratteristiche.

Cabrales

Cabrales è un paesino di duemila anime, situato ai piedi delle montagne del Picos de Europa. Lo abbiamo visitato di passaggio, andando verso Santander, era sabato e purtroppo abbiamo schivato di un solo giorno la fiera del Cabrales, che si sarebbe tenuta il giorno successivo (l'ultima domenica di Agosto).

Comunque i negozi (per turisti) erano tutti aperti e abbiamo mangiato presso il bar vicino al ponte sul fiume, che offre un tagliere di 6 formaggi misti, una buona occasione per degustare i formaggi della zona, visto che nei negozi i formaggi sono tutti sottovuoto e non è possibile assaggiare (e la cosa è piuttosto triste).

La zona comunque è bellissima e contiamo di tornarci, magari con le biciclette, o con le scarpe da montagna, visto che le montagne nei dintorni sono veramente affascinanti.

 

 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Wellness Gourmet


Bordeaux: viaggio gastronomico

Viaggio gastronomico a Bordeaux: gli indirizzi migliori per bere vino, mangiare e acquistare prodotti tipici.


Cucina e ricette tipiche delle Marche

La cucina e le ricette tipiche delle Marche: dalle olive all'ascolana ai vincisgrassi.


I nostri viaggi gastronomici

I nostri viaggi gastronomici in Italia e in Europa


Produttori di alimenti di qualità in Sicilia

Elenco produttori di alimenti di qualità in Sicilia, che soddisfano il nostro rigoroso criterio di selezione.

 


Vini DOC, DOCG e IGT della Valle d'Aosta

I vini DOC, DOCG e IGT dela Valle d'Aosta: Blanc de Morgex, chardonnay, nebbiolo...


Prodotti tipici della Valle d'Aosta

I prodotti tipici della Valle d'Aosta: Fontina, formaggi d'alpeggio, lardo d'Arnad, prosciutto, vini...


Vini DOC, DOCG e IGT dell'Umbria

I vini DOC, DOCG e IGT dell'Umbria: sagrantino, montefalco, muffato sala, grechetto...


Prodotti tipici dell'Umbria

Prodotti tipici dell'Umbria: formaggi, salumi, prosciutto di Norcia...

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.