Maestro di sci: perché prenderlo spesso

Il maestro di sci è uno dei pochi professionisti dell'insegnamento dello sport che vi dà alcune garanzie di base piuttosto importanti.

Infatti le selezioni per i maestri di sci sono molto impegnative e la scuola dei maestri di sci lo è altrettanto.

In parole povere i maestri di sci sanno sciare molto bene e in genere sanno insegnare in modo sufficientemente efficace.

Lo sci è uno sport molto tecnico e quasi tutti gli sciatori hanno imparato con il maestro, perché senza è molto difficile. Sono sufficienti una decina di ore per imparare a scendere in modo decente su qualunque pista, ma questo ovviamente non significa sciare bene. A seconda del talento di ognuno, è possibile arrivare al livello argento, base o intermedio, nel giro di due o tre stagioni, predendo lezioni a intervalli regolari. Ed è quello che accade alla maggior parte degli sciatori che tuttavia, spesso si fermano a questo livello senza avere l'ambizione di andare oltre, di diventare sciatori veramente esperti.

Questo è uno degli aspetti che differenziano uno sciatore sportivo da uno ricreativo, e in genere un vero sportivo, uno sportivo realmente appassionato, da un soggetto che considera lo sport poco più che una distrazione: il volersi migliorare.

Come migliorarsi con il maestro di sci

Maestro di sci

Un'ora di lezione con il maestro di sci costa dai 35 ai 50 euro a seconda della località. È interessante prendere il maestro insieme a un amico che ha un livello simile al nostro, per spendere meno (25-30 euro all'ora) ed avere un feedback in più durante la lezione.

Per sfruttare al massimo le ore di maestro bisogna prenderle a intervalli regolari, per esempio il primo giorno di una settimana bianca o di un week end, per poi poter mettere in pratica i consigli nelle ore e nei giorni successivi alla lezione. È opportuno scegliere un maestro che sia in grado di produrre un filmato (anche con una semplice macchina fotografica) perché il feedback video è fondamentale per capire i propri errori.

 

 

Meglio prendere due ore consecutive, perché un'ora sola "vola" letteralmente.

In una settimana si potranno prendere 4-6 ore di lezione al massimo (a intervalli di due giorni), ovviamente più si scia col maestro e meglio è, ma non tutti possono permetterselo e soprattutto, non basta il maestro per migliorare bisogna avere la mentalità per farlo! Se dopo le ore di maestro non si mette in pratica quanto imparato, l'investimento è inutile!

Bisogna quindi cambiare il proprio modo di vedere lo sci, cercando di cambiare modo di sciare senza ricadere sempre nello stesso standard, facendo le stesse curve, con le stesse condizioni di neve, ecc ecc.

Il vero sciatore esperto è quello che si diverte in tutte le condizioni di pista, di neve, di meteo. Per farlo, bisogna sempre mettersi in discussione e quando si trova una condizione sfavorevole, impegnarsi per domarla, senza fuggire o dire "oggi non mi diverto perché la neve è troppo dura (o mossa, o morbida, ecc).

Molti sciatori si stancano di sciare perché non trovano più stimoli per farlo (in genere il fisico li abbandona quando l'età aumenta, soprattutto se in assenza di adeguata preparazione fisica). Piuttosto di cambiare sport (per esempio passando allo snowboard) valutate l'opzione di evolvere come sciatori, prendete due ore di maestro e vedete cosa succede. E soprattutto non venitemi a dire che "ormai alla mia età non si migliora più"!

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Sport


Sci: consigli per principianti

Sci: consigli per i principianti che vogliono iniziare a sciare. Scelta del comprensorio, del maestro, dell'attrezzatura e della preparazione fisica.


Sciare a gambe larghe o strette? Sci uniti o larghi?

Sciare a gambe larghe o strette? Sci uniti o larghi? Spesso si tende a consigliare di tenere gli sci più larghi, ma è davvero un consiglio utile?


Camminare - Nordic walking, power walking, fit walking

I tipi di camminata diventati sport potenzialmente allenanti: walking, power walking, fit walking. Quante calorie si consumano?


Consumo di calorie nella corsa in salita

Quante calorie si consumano nella corsa in salita? Calcoliamolo in modo approssimativo utilizzando i dati presenti in letteratura.

 


Endless pool (nuoto controcorrente)

La endless pool (nuoto controcorrente) è il tapis roulant del nuoto. Scopriamo se è efficace come metodo di allenamento per il nuoto o il triathlon, o semplicemente per mantenersi in forma.


Allenamento misto corsa e camminata

Allenamento misto corsa e camminata: abbinare ai benefici della corsa la minor traumaticità della camminata.


HIIT (High Intensity Interval Training)

Con l'acronimo HIIT s'intendono tutti i metodi di allenamento basati su durate molto brevi e intensità molto elevate. Dura solo 5-10 minuti, ma non è tutt'oro quel che luccica...


Tabata (metodo di allenamento): funziona?

Il metoto Tabata è un protocollo ad alta intensità sviluppato dall'omonimo scienziato giapponese negli anni '90. Scopriamo che non è tutto oro quel che luccica...