Vitamina B12

La vitamina B12, o cobalamina, è una vitamina idrosolubile che venne scoperta e isolata durante gli studi sull'anemia perniciosa, nella prima metà del 1900. Interviene come fattore fondamentale nella formazione dei globuli rossi, e nelle cellule del sistema nervoso; inoltre coadiuva la sintesi del DNA e dell'RNA insieme all'acido folico (vitamina B9).

In natura la sintesi di vitamina B12 avviene solo grazie ad alcuni microrganismi (archei e batteri) che possono anche essere coltivati in vitro per produrre integratori. Nell'intestino umano esistono alcuni batteri che sintetizzano cobalamina, ma il suo assorbimento è scarso perché manca, nelle zone dell'intestino dove viene prodotta, il fattore intrinseco necessario ad attivarla.

Le fonti principali di vitamina B12 sono quelli animali (uova, carne, latticini), mentre in quelli vegetali è contenuta in piccolissima quantità, spesso insufficiente per garantire il corretto fabbisogno.

L'integrazione di vitamina B12 è molto efficace per curare le patologie causate da una sua carenza, come l'anemia perniciosa e alcune malattie nervose. Assumere integratori di vitamina B12 può anche essere utile nei soggetti a rischio di carenza, come i vegetariani, i vegani, gli anziani e coloro ai quali è stato asportata parte dello stomaco (che contiene il fattore intrinseco necessario per attivare la vitamina B12).

Controindicazioni

L'eccesso di vitamina B12 viene espulso con le urine e quindi non comporta tossicità da accumolo. La sua integrazione è sconsigliata se il soggetto soffre di alcune patologie specifiche, come la gotta e l'atrofia oculare ereditaria di Leber.

Gli effetti collaterali in seguito all'assunzione di vitamina B12 sono rari e di scarsa gravità.

 

 

Benefici dell'integrazione di vitamina B12

Effetti accertati (forte evidenza)

Cura delle patologie dipendenti da una sua carenza: l'integrazione per via orale di vitamina B12 è efficace nella cura dell'anemia perniciosa e nelle altre patologie causate da una carenza di questa vitamina.

Prevenzione delle patologie causate dalla carenza di vitamina B12: nei soggetti a rischio di carenza, l'integrazione è efficace per scongiurare l'insorgenza delle patologie correlate.

Effetti possibili (prove ancora insufficienti)

Aumento del livello di omocisteina: alcuni studi hanno dimostrato un aumento del livello di omocisteina in seguito ad integrazione di vitamina B12 e acido folico, con un conseguente vantaggio nei confronti della prevenzione delle malattie cardiovascolari, ma sono necessari ulteriori studi per confermare questi vantaggi.

Integratori vitamina B12

Dosi consigliate

La RDA per l'adulto è di 2,4 microgrammi, l'integrazione "preventiva" si attesta su questi livelli, quella per la cura è più elevata, fino ad arrivare a 50 microgrammi e oltre.

Conclusioni

Assumere un integratore di vitamina B12 può essere utile per molti soggetti:

  • chi ha subito un intervento di rimozione di parte dello stomaco;
  • chi assume quantità elevate di alcol;
  • i vegetariani e soprattutto, i vegani;
  • gli anziani;
  • chi è affetto da alcune patologie, come la Sindrome di Imerslund-Grasbeck;
  • chi assume alcuni farmaci come gli inibitori di pompa protonica, alcuni antibiotici o la Metformina;
  • i fumatori;
  • chi presenta deficit del fattore intrinseco;
  • i soggetti sottoposti ad intervento di bypass gastrico.

Essendo tutte o quasi condizioni patologiche, si consiglia sempre di pianificare l'integrazione con l'aiuto del proprio medico.

Bibliografia

Herbert V, Das K. Vitamin B12 in Modern Nutrition in Health and Disease. 8th ed. Baltimore, MD: Williams & Wilkins, 1994

Modern clinical testing strategies in cobalamin and folate deficiency

Cobalamin and folate evaluation: measurement of methylmalonic acid and homocysteine vs vitamin B(12) and folate

Vitamin B12 in health and disease: part I—inherited disorders of function, absorption, and transport

B12 deficiency: a look beyond pernicious anemia

A single-center, double-blinded, randomized controlled study to evaluate the relative efficacy of sublingual and oral vitamin B-complex administration in reducing total serum homocysteine levels

Normalization of plasma vitamin B12 concentration by intranasal hydroxocobalamin in vitamin B12-deficient patients

Cobalamin, the stomach, and aging

Reversal of protein-bound vitamin B12 malabsorption with antibiotics in atrophic gastritis

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute


Aminoacidi ramificati

Aminoacidi ramificati: sono davvero utili per gli sportivi? A chi servono, quando assumerli e in quale quantità.


Claudicatio intermittens

La condizione chiamata “claudicatio intermittens” si riferisce ad un dolore, che interessa nella maggior parte dei casi gli arti inferiori.


Ipoparatiroidismo

L'ipoparatiroidismo è una condizione clinica causata da carenza del paratormone (PTH), caratterizzata da bassi livelli di calcio (ipocalcemia) e alti livelli di fosfati (iperfosfatemia).


Intossicazione da monossido di carbonio

Il monossido di carbonio (CO) è un gas inodore, incolore, non irritante e si annovera tra le sostanze che mietono più vittime per intossicazione acuta.

 


Norovirus negli alimenti

I norovirus sono i virus che causano una delle poche malattie virali umane che si trasmettono con gli alimenti.


Duodenite

La duodenite e' l'infiammazione del duodeno, la prima parte dell'intestino tenue ed e' causata da una presenza eccessiva di succhi gastrici acidi.


Carcinoma squamo cellulare

Il carcinoma squamo cellulare è una forma di cancro che colpisce la pelle, e si sviluppa, a patire dalle cellule squamose.


Tumore della vescica

Il tumore vescica è una tipologia di cancro che interessa l'organo deputato all'immagazzinamento dell'urina nella zona pelvica maschile, la vescica.