Pasta di riso e olio di riso: prodotti dietetici?

Nell'articolo sui prodotti dietetici abbiamo visto come questi alimenti, nella maggior parte dei casi, non siano ipocalorici. In questo articolo risporteremo alcuni casi eclatanti di come questo termine equivoco sia sfruttato da alcune industrie alimentari in modo scorretto.

Olio dietetico

Un olio può essere chiamato dietetico se è addizionato con vitamine, di solito vengono addizionate agli oli le vitamine liposolubili come la A, la E e la D. Di solito gli oli raffinati vengono addizionati con vitamina E come antiossidante poiché il processo di estrazione distrugge la maggior parte di questa vitamina naturalmente presente in tutti gli oli, soprattutto in quelli di semi in quanto più bisognosi di protezione contro l'ossigeno rispetto all'olio di oliva.

Alcune industrie produttrici di olio di semi (e ultimamente anche di olio di riso) sfruttano il fatto che il loro prodotto può essere definito "dietetico" per convincere il consumatore che l'olio possiede caratteristiche salutari (senza nemmeno indicare quali). L'unica caratteristica di questi oli (verificatelo di persona) è che sono quasi insapori. Alcuni potrebbero pensare che siano per questo motivo più leggeri, in realtà sono insapori grazie al (o meglio, a causa del) processo di estrazione.

Pasta, riso e olio dietetici?

Paradossalmente, gli oli di semi sono sì più benefici di quello di oliva, ma solo quelli spremuti meccanicamente, un processo piuttosto costoso non utilizzato dalle grandi industrie. Ecco un classico esempio di come la legge può essere sfruttata per spacciare come migliore (è detetico!) un prodotto che in realtà è peggiore.

Pasta di riso "dietetica"

Da qualche tempo una nota industria alimentare commercializza e pubblicizza la pasta di riso.

Per convincere gli italiani a sostituire l'amata pasta di frumento con quella di riso bisogna avere delle argomentazioni convincenti. E cosa meglio di una prodotto dietetico, in un paese dove una persona su due è sovrappeso o obesa?

 

 

In realtà la pasta di riso ha circa le stesse calorie della pasta di frumento. Ma il consumatore può essere ingannato in mille modi: ecco che su alcune confezioni troverete le informazioni nutrizionali per 60 grammi invece che per 100 grammi: il consumatore che si limita a leggere il valore delle calorie scoprirà che la pasta di riso ha veramente meno calorie della pasta normale!

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Quanto zucchero al giorno?

Quanto zucchero possiamo assumere al giorno? Facciamo chiarezza analizzando il documento ufficiale dell'OMS.


Lo zucchero fa male?

Lo zucchero fa male? Analizzando il documento ufficiale dell'OMS scopriamo che non è così 'tossico' come molti vorrebbero farci credere...


Fruttosio

Il fruttosio: lo zucchero a basso indice glicemico e con potere dolcificante (teorico) superiore al saccarosio.


Antiossidanti

Gli antiossidanti sono additivi utilizzati per evitare l'irrancidimento ossidativo, gli imbrunimenti e altre alterazioni causate dall'ossigeno. Alcuni di essi sono innocui, altri potenzialmente a rischio.

 


Burro a ridotto contenuto di colesterolo: un prodotto inutile!

Il burro a ridotto contenuto di colesterolo ne contiene l'80% in meno, tuttavia non essendo il burro una fonte importante di colesterolo, non ha molto senso utilizzarlo.


Burro light o a ridotto contenuto calorico: lasciamo perdere!

Il burro light (o leggeto, o a ridotto contenuto calorico) contiene la metà dei grassi e delle calorie rispetto al burro, ma ciò nonostante rimane un prodotto che non comporta vantaggi particolari.


Cioccolato rosa o ruby

Il cioccolato rosa o ruby (rubino): la novità del 2017, assolutamente naturale, senza coloranti, prodotto dalla casa cioccolatiera Callebaut.


Margarina

La margarina è un grasso alimentare solido, prodotto industrialmente, utilizzato come surrogato del burro, da evitare nella stragrande maggioranza dei casi.