Crema al burro

La crema al burro è stata per anni una delle creme più utilizzate in pasticceria, grazie alla sua ottima conservabilità, garantita dall'elevato tenore in grassi. Oggi viene utilizzata molto meno, perché la conservabilità dei prodotti può essere garantita anche con un contenuto di grassi inferiore, grazie alle moderne tecnologie di preparazione e conservazione; inoltre i consumatori sono sempre più orientati verso prodotti più leggeri dal punto di vista calorico.

Di fatto, oggi la crema al burro continua ad avere una funzione fondamentale nelle torte nuziali e in generale nelle torte che presentano pesanti decorazioni in pasta di zucchero, molto richieste attualmente grazie alla grande popolarità che ha acquisito il "cake design" in stile americano. Queste torte necessitano di una base compatta, che possa sostenere il peso delle decorazioni. La crema al burro, abbinata ai pan di Spagna "pesanti", svolgono al meglio questa funzione, anche se ovviamente la leggerezza della torta ne risente parecchio.

La crema al burro viene utilizzata, sempre nell'ambito del cake design, come topping per i cupcakes.

Gli ingredienti di base della crema al burro sono, oltre al burro, lo zucchero, i tuorli e gli albumi; a questi vanno aggiunti gli aromi.

I vari tipi di crema al burro

La crema al burro classica viene preparata con la pâte à bombe (tuorli montati con lo sciroppo di zucchero a 121 gradi) o con la meringa italiana (albumi montati con lo sciroppo di zucchero a 121 gradi).

 

 

 

Il burro deve essere di ottima qualità, cioè burro da panna di centrifuga: i professionisti usano spesso il burro Corman, mentre gli amatori possono puntare sul burro Ocelli, il Prealpi Zangola, il Dalla Torre, il Fior Fiore Coop, ecc.

Lo zucchero può essere semolato oppure fondente. Lo zucchero a velo viene utilizzato nelle ricette non professionali, e viene incorporato direttamente, a freddo, ai tuorli o agli albumi montati. Questo procedimento, tuttavia, conferisce alla crema una consistenza leggermente ruvida e poco piacevole. Quindi sconsiglio di utilizzare lo zucchero a velo. Quando lo zucchero va trasformato in sciroppo e portato a 121 gradi per essere incorporato ad albumi o tuorli, può tranquillamente essere semolato (normale zucchero da cucina), altrimenti quando va incorporato direttamente, a freddo, conviene che sia fondente (ma non disponendone, si può usare quello semolato).

Oltre alle creme al burro classiche (con meringa italiana e pâte à bombe) si può usare anche la crema inglese o la crema pasticcera, che possono essere aggiunte ad una normale crema al burro (fatta con meringa o pâte à bombe), oppure semplicemente addizionando alla crema pasticcera il burro, senza uova montate.

Per quanto riguarda gli aromi, in genere si utilizzano spezie (vaniglia, cannella, ecc), liquori (rhum, alchermes, maraschino, ecc), paste aromatizzanti (pasta di nocciola, di pistacchi, ecc), scorza di limone o arancia...

Sì o no?

 

 

La crema al burro è una preparazione decisamente calorica, che non si può di certo pensare di consumare abitualmente (come del resto vale per la maggior parte delle preparazioni di pasticceria tradizionale). La densità delle varie creme al burro si aggira intorno a 250-300 kcal/hg, il che la rende la più calorica tra i vari tipi di crema, molto lontana rispetto alle 150 kcal delle creme Sì.

Ricetta della crema al burro

Di seguito propongo tre ricette per la crema al burro, due classiche, una con crema inglese. Eventuali aromi possono essere aggiunti a scelta.

Crema al burro

Crema al burro con meringa italiana

Ingredienti:

  • 500 g di burro
  • 450 g di zucchero
  • 180 g di albumi
  • 100 g di acqua
  • 1 bacello di vaniglia

Far ammorbidire il burro a temperatura ambiente, finché non arriva a circa 16 gradi (deve essere  abbastanza morbido), e mescolarlo insieme ai semi della bacca di vaniglia. Preparare la meringa italiana: far sciogliere lo zucchero nell'acqua in un pentolino, e continuare a cuocere a fuoco medio. Montare gli albumi in planetaria, quando lo sciroppo di zucchero raggiunge i 121 gradi, versarlo a filo sugli albumi già montati, continuando a montarli ad alta velocità. Una volta esaurito lo zucchero, continuando a montare ad alta velocità, unire il burro poco alla volta, verificando che alla fine sia completamente assorbito.

Crema al burro con pâte à bombe

Ingredienti:

  • 500 g di burro
  • 250 g di zucchero
  • 140 g di tuorli
  • 75 g di acqua
  • 15 g di glucosio
  • 1 bacello di vaniglia

Far ammorbidire il burro a temperatura ambiente, finché non arriva a circa 16 gradi (deve essere  abbastanza morbido), e mescolarlo insieme ai semi della bacca di vaniglia. Preparare la pâte à bombe: far sciogliere lo zucchero e il glucosio nell'acqua in un pentolino, e continuare a cuocere a fuoco medio. Montare i tuorli in planetaria, quando lo sciroppo di zucchero raggiunge i 121 gradi, versarlo a filo sui tuorli già montati, continuando a montarli ad alta velocità. Una volta esaurito lo zucchero, continuando a montare ad alta velocità, unire il burro poco alla volta, verificando che alla fine sia completamente assorbito.

Crema al burro con crema inglese

Ingredienti:

  • 500 g di burro
  • 120 g di zucchero
  • 90 g di tuorli
  • 120 g di latte
  • 230 g di meringa italiana
  • 1 bacello di vaniglia

Crema inglese: scaldare il latte insieme al bacello di vaniglia, portare ad ebollizione e spegnere, far riposare 3 minuti coperto. Pesare tuorli e zucchero in una ciotola, mescolare bene, versarvi il latte filtrato con un colino per rimuovere la vaniglia, rimettere il tutto nella casseruola, portare a 85 gradi mescolando in continuazione con la frusta, spegnere e mettere in planetaria immediatamente, montare con la frusta finché il composto non diventa tiepido.

Incorporare il burro precedentemente fatto ammorbidire a temperatura ambiente (o brevemente, al microonde), a poco a poco, continuando a montare a bassa velocità, quindi aumentare la velocità e far montare bene.

Da ultimo, incorporare la meringa italiana mescolando delicatamente con una spatola, dal basso verso l'alto.

 

 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Crespelle alla valdostana

Crespelle alla valdostana: una ricetta facile e veloce come primo piatto o come piatto unico.


Crepes (o crespelle) ai funghi

Crepes ai funghi: ricetta, varianti, gli abbinamenti più gustosi.


Mojito

Mojito: storia, ricetta IBA, preparazione del Mojito


Spaghetti alla carrettiera

Gli spaghetti alla carrettiera: un primo piatto semplicissimo di cui in molti si contendono la paternità.

 


Crêpes (dolci o salate) ricetta

Le crêpes: le crespelle dolci e salate che dalla Francia si sono diffuse in tutto il mondo.


Pasta alla Norma (originale e leggera, con melanzane grigliate)

Pasta alla Norma: melanzane fritte, saltate in padella o alla griglia? La ricetta originale e quella "light", con melanzane grigliate.


La bistecca alla fiorentina

La bistecca alla fiorentina: dalla scelta della carne alla cottura, tutti i segreti di questo grande classico.


Spaghetti cacio e pepe

Spaghetti cacio e pepe: un grande classico della cucina romana, apparentemente semplice ma che richiede ingredienti di grande qualità.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.