Palombo

Valori nutrizionali del palombo

Il palombo è un pesce d'acqua salata che appartiene alla famiglia dei Triachidi, il cui nome scientifico è Mustelus mustelus. Il palombo assomiglia ad uno squalo, anche se di dimensioni molto inferiori, può raggiungere, infatti, una lunghezza massima di 160 cm, mentre lo squalo raggiunge anche i 6 m e, anche se appartengono allo stesso ordine di pesci (gli squaliformi), il palombo è totalmente innocuo per l'uomo, anzi è un pesce molto socievole.

Il palombo ha un corpo affusolato, una grande pinna caudale sul dorso, cinque fessure branchiali, la pelle liscia ed una colorazione di solito di un grigio uniforme. Esiste solo una tipologia di palombo che presenta delle chiazze sul corpo più o meno scure ed è quella del palombo stellato.

Zone di diffusione del palombo

Palombo

Il palombo è un pesce diffuso in tutto il Mediterraneo, nel Mare del Nord e nell'Oceano Atlantico orientale, sulle coste che vanno dall'Irlanda alle isole Azzorre. Predilige i fondali fangosi e arenosi e nuota a medie profondità (fino a 600 m).

La pesca del palombo

La pesca del palombo è effettuata con reti a strascico, con palancari e con tremagli. La maggior parte delle catture avviene in Sicilia. Il suo stato di conservazione è stato dichiarato vulnerabile secondo la lista rossa delle specie minacciate dello IUCN [Unione Internazionale per la Conservazione della natura]. È reperibile durante tutto l'anno.

 

 

Il palombo in cucina

Le carni del palombo sono molto apprezzate. Tra tutti gli squaliformi è senza dubbio il più gustoso e spesso accade che altri pesci di specie simili, per esempio lo smeriglio, vengano spacciati per palombo, cosa assai semplice da realizzare visto che il palombo viene immesso sul mercato già a fette.

Bisogna imparare a riconoscerlo dal fatto che è totalmente privo di lische ed ha una colonna vertebrale a forma di croce con bracci frastagliati. Ovviamente non tutti i pescivendoli hanno questa tendenza a voler 'fregare' i clienti e non è escluso che lo si trovi in vendita intero.

Le sue carni sono deliziose ed hanno la caratteristica di avere un lievissimo sapore di pesce, il palombo è infatti noto come "vitello di mare", il cui gusto è più simile a quello della carne bianca.

Le fette si prestano a varie preparazioni, impanate o infarinate e cucinate fritte o in forno. Sono ottime in umido, in zuppe, non dimentichiamo che il palombo è uno degli ingredienti essenziali per un buon caciucco, o accompagnate da fagioli, patate o piselli. In alcune preparazioni, il palombo può essere usato per sostituire il più pregiato (e costoso) pesce spada.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Nitriti e nitrati

Nitriti e i nitrati: conservanti potenzialmente molto nocivi, contenuti soprattutto nei salumi e nelle carni conservate. Scopriamo come difenderci.


Aglio nero fermentato

L'aglio nero, detto anche l'aglio a prova di bacio, è un prodotto ottenuto attraverso un processo di fermentazione e arriva dall'Oriente.


Alimentazione e sport

Alimentazione e sport: come può uno sportivo gestire la sua dieta in maniera ottimale?


Aglio

L'aglio, l'aglio fresco e la zolla dell'aglio: tutte le proprietà e gli usi di uno degli ingredienti principe della cucina italiana.

 


Conservanti innocui e nocivi

I conservanti sono quelle sostanze che permettono ai prodotti alimentari di mantenersi più a lungo, ma ne esistono di innocui e di nocivi.


Crescentine e gnocco fritto

Le crescentine e il gnocco fritto: il tipico antipasto bolognese.


Miele di manuka

Il miele non è una medicina, come sosteniamo da anni, tanto meno lo è il miele di manuka, l'ultima trovata commerciale venduta come panacea per tutti i mali.


Pancetta

Pancetta: il taglio di carne suina utilizzata prevalentemente per essere stagionata, oppure per la preparazione alla griglia.