Metodo Hebener per la sclerosi multipla

Il metodo Hebener si basa sul meccanismo infiammatorio regolato dagli eicosanoidi.

Essenzialmente si basa sulla riduzione dell'assunzione di acido linoleico fino a 1,8 g al giorno, e sulla integrazione di grassi omega 3, selenio, vitamina E, e di estratto di mollusco.

Ci è arrivata una mail di una ragazza affetta da sclerosi multipla che asseriva di aver trovato un "metodo con risultati certi" contro la sua malattia: il metodo Hebener, appunto.

Ci siamo documentati e abbiamo scoperto di cosa si tratta leggendo le pagine del sito www.terapiahebener.it.

La terapia sembra molto semplice, per adottare la dieta proposta basta attenersi alle informazioni ricavabili in qualunque database di composizione degli alimenti, ma non vengono fornite le quantità di vitamina E e di omega 3 necessari.

Ma leggendo bene i risultati raggiunti dallo studio (http://www.terapiahebener.it/statistiche.html), che tra l'altro non sembra essere stato pubblicato da nessuna rivista scientifica nè da alcun congresso, si scopre che il metodo Hebener ha ottenuto, dopo 2 anni di terapia, la stabilità delle condizioni nel 56,2% dei casi, e un miglioramento nel 22,3%.

Il fatto che lo studio sia stato fatto a questionario, senza doppio cieco, in pazienti che non seguivano una terapia convenzionale, e quindi sicuramente "predisposti" a un giudizio positivo nei confronti delle terapie alternative, riduce enormemente la valenza scientifica dell'esperimento stesso. Alla luce di questi fatti i risultati, già poco promettenti, vanno ulteriormente ridimensionati.

Metodo Hebener

Come si fa a promettere "risultati certi" basandosi su questi dati?

Il metodo, inoltre, non sembra nemmeno particolarmente sofisticato poiché, per esempio, non tiene conto del fatto che una eccessiva assunzione di carboidrati è causa della produzione di acido arachidonico.

L'eccesso di carboidrati può essere addirittura indotto dalla terapia Hebener, poiché riducendo la carne rossa grassa è probabile che si aumentino i carboidrati per sostituzione.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute


Duodenite

La duodenite e' l'infiammazione del duodeno, la prima parte dell'intestino tenue ed e' causata da una presenza eccessiva di succhi gastrici acidi.


Carcinoma squamo cellulare

Il carcinoma squamo cellulare è una forma di cancro che colpisce la pelle, e si sviluppa, a patire dalle cellule squamose.


Tumore della vescica

Il tumore vescica è una tipologia di cancro che interessa l'organo deputato all'immagazzinamento dell'urina nella zona pelvica maschile, la vescica.


Criptococcosi

La criptococcosi è una malattia, abbastanza rara, causata da un tipo di fungo, chiamato Cryptococcus, che si trova in quasi tutto il mondo.

 


Shigella negli alimenti

Shigella è il batterio responsabile della dissenteria, una malattia poco diffusa in Italia ma ancora oggi molto diffusa nel mondo.


Trichinella negli alimenti e trichinosi

La trichinella è uno dei parassiti più pericolosi che si possa prendere dalla carne, se questa non è ben cotta.


Botulino

il botulino: un batterio molto pericoloso che si sviluppa in ambienti poco acidi e anaerobici.


Bacillus cereus

Il Bacillus cereus è uno dei batteri che più comunemente provocano intossicazioni alimentari nelle ore successive ai pasti.