Anatra all'arancia

L'anatra all'arancia è un secondo piatto che subito evoca la cucina francese dove la carne di anatra viene molto utilizzata. In realtà sostenere che l'anatra all'arancia sia un piatto francese non è del tutto esatto: fu Caterina de' Medici a portare la ricetta dell'anatra all'arancia a Versailles quando andò in sposa al re Enrico II di Francia e volle con sé i suoi cuochi e domestici fiorentini. Quindi possiamo dire che la paternità di questo piatto affonda le sue origini in Italia, durante il Medioevo quando veniva chiamato "paparo alla melarancia". Era un piatto suntuoso e lussuoso dato che le arance non venivano ancora coltivate nel Mediterraneo ma importate dall'Oriente come tante altre spezie (e infatti stiamo parlando della famiglia Medici, una delle famiglie più note e importanti d'Europa).

Oggi come oggi, però, l'anatra all'arancia è un secondo piatto più diffuso in Francia che da noi (con il nome di "caneton a l'orange"), consumato solitamente in occasioni di festività come il Natale e il Capodanno, occasioni in cui in Italia le vengono preferite altre pietanze come il bollito misto, il cappone, il cotechino o lo zampone e altri secondi piatti che variano di regione in regione.

Esiste anche la versione cinese dell'anatra all'arancia, quella che di solito viene servita al tavolo bollente sopra una piastra di ghisa, il cui sapore particolare è dato da un mix di spezie tipiche della cucina cinese tra cui la salsa hoisin.

 

 

Ricetta dell'anatra all'arancia

Anatra all Arancia

Vale la pena provare almeno una volta a fare questo piatto, la carne di anatra è deliziosa e succulenta e si sposa benissimo con l'arancia. Se si elimina la pelle, non è nemmeno un piatto particolarmente grasso, soprattutto se si elimina a metà cottura il grasso che rilascia la pelle dell'anatra rosolata. Volendo si può anche ridurre drasticamente il burro (o eliminarlo) e rendere il piatto leggero e consumabile anche spesso. Tuttavia, essendo l'anatra una carne che si consuma una volta ogni tanto, in genere si può considerare una eccezione alimentare e quindi si può abbondare col burro e prepararla in modo tradizionale.

Consiglio di provare a cercare un'anatra allevata a terra da piccoli produttori, le cui carni risulteranno di gran lunga più saporite.

Quanto alle arance, vanno scelte quelle dolci, preferibilmente le Siciliane IGP o quelle di Ribera DOP nel pieno della loro maturazione (tra novembre e maggio). 

Ingredienti:

  • 1 anatra intera eviscerata e tagliata a pezzi (circa 2 kg)
  • 4 arance dolci
  • 50 g di burro
  • 2 foglie di alloro
  • 5 bacche di ginepro
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 rametto di rosmarino
  • 3 rametti di timo
  • 1 bicchiere di Grand Marnier (o Cognac o Brandy)
  • 20 g di zucchero di canna
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • sale e pepe q.b.

Procedimento: prendere l'anatra e massaggiarla con il sale e il pepe, condirla con le erbe aromatiche e l'aglio. Rosolarla in un tegame capiente con la metà del burro girando i pezzi da tutti i lati e continuando la cottura per circa 10 minuti, quindi eliminare il grasso in eccesso e continuare la cottura con il restante burro con coperchio, per circa un'ora, a fuoco basso (aggiungere poca acqua se tende a bruciarsi o attaccarsi alla pentola. A cottura quasi ultimata sfumarla con mezzo bicchiere di Grand Marnier (o il liquore scelto).

Ricavare il succo da 2 arance e pelare le altre 3 (togliendo anche la parte bianca) quindi tagliarle a fettine. Preparare una salsa di arancia facendo caramellare lo zucchero in un pentolino con l'acqua, aggiungendo il succo di arancia e il restante Grand Marnier, aggiungere anche il fondo di cottura dell'anatra. Unire le fettine di arancia e creare una salsa densa e cremosa, della consistenza simile ad uno sciroppo.

Servire l'anatra su un vassoio ricoperta dalla salsa e dalle arance a fettine.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Struffoli napoletani

Gli struffoli: un dolce napoletano a base di palline di impasto aromatizzato all'anice, fritte e poi decorate con miele, canditi e confetti.


Torta tenerina

La torta tenerina o montenegrina: uno dei dolci senza lievito che piacciono tanto in questi ultimi tempi, un vero tripudio di cioccolato!


Coniglio al forno con patate

Coniglio al forno con patate: un secondo piatto italiano classico che tutti conosciamo, vediamo insieme la ricetta.


Tortino al cioccolato con cuore fondente

Tortino al cioccolato con cuore fondente o cuore morbido: due ricette di due grandi pasticceri per realizzarlo al meglio.

 


Torta caprese

La torta caprese il cui nome deriva dall'isola di Capri: la ricetta classica al cioccolato o nella variante al limone.


Tomaselle o tomaxelle (ricetta ligure)

Le tomaselle o tomaxelle: involtini di vitello e verdure tipici della cucina ligure.


La cucina africana

La cucina africana e le ricette della cucina africana.


Tamales

I tamales: i panini sudamericani fatti con la masa (la pasta di mais) e avvolti in foglie di platano o di pannocchia.